Jamie Foxx è protagonista della nuova serie Netflix

Papà, non mettermi in imbarazzo!: la serie tv Netflix sul rapporto padre-figlia

Tra le novità di aprile della piattaforma streaming c’è una sitcom con Jamie Foxx da non perdere. Ecco tutte le anticipazioni più stuzzicanti di Papà, non mettermi in imbarazzo!

Ti piacciono le sitcom e sei fan di Jamie Foxx? La nuova serie intitolata Papà, non mettermi in imbarazzo! è il titolo che non devi perderti tra le proposte Netflix di aprile.
Lo show, infatti, è una comedy incentrata sul rapporto (più o meno) complicato tra un padre che non ha mai fatto il genitore e una figlia adolescente tremendamente cocciuta.

Per la star di Hollywood Foxx si tratta di un grande ritorno alle origini televisive, anzi, di un ritorno in famiglia… In tutti i sensi!
Qui sotto puoi scoprire perché e tutte le anticipazioni che riguardano Papà, non mettermi in imbarazzo!.

Di cosa parla la serie

La serie Papà, non mettermi in imbarazzo! può essere definita una sitcom, infatti combina emozioni e umorismo attraverso la storia dei protagonisti. La serie esplora il vero valore della famiglia e, soprattutto il rapporto tra genitori e figli, in particolare padre-figlia, seguendone l’evoluzione al passo con i tempi moderni, anche in relazione all’uso dei nuovi social media, come TikTok.

Quando esce in streaming

Composta da otto episodi, la nuova serie originale è disponibile sulla piattaforma di streaming Netflix dal 14 aprile.
Papà, non mettermi in imbarazzo!, inoltre, è visibile anche su Sky Q, attraverso Netflix.

La trama

Protagonista della sitcom è Brian Dixon, imprenditore di successo di un brand di cosmetici. L’uomo è anche un padre single, ma non ha mai davvero sperimentato la paternità, poiché la figlia è cresciuta con la madre. Improvvisamente, tutto cambia e la figlia Sasha si trasferisce dal padre. Brian si trova di colpo a doversi occupare di Sasha, ormai adolescente, e a imparare cosa significhi essere un genitore.
Ad aiutare Brian, ciascuno a proprio modo, ci sono la sorella Chelsea e suo padre. Quattro persone completamente diverse che cominciano a vivere sotto lo stesso tetto: una condizione che garantisce scontri, certo, ma anche tanta ilarità.

Una serie "di famiglia"

Diretta da Ken Whittingham (Black-ish), la sitcom rappresenta la nuova collaborazione tra Foxx con lo showrunner Bentley Kyle Evans, già autore del programma The Jamie Foxx Show.
Papà, non mettermi in imbarazzo! ha delle origini biografiche, infatti è alla relazione di Foxx con la figlia Corinne, nata dalla relazione dell’attore con Connie Kline.

Anche se non recita nella sitcom, Corinne ha comunque preso parte allo show dietro le quinte, infatti è lei a produrre la serie (con Alex Avant) e risulta tra i produttori esecutivi, insieme al padre e allo showrunner. A proposito del rapporto tra Jamie Foxx e la figlia, la stessa Corinne ha raccontato alla testata statunitense Entertainment Weekly un episodio imbarazzante realmente accaduto: «Era la mia ultima partita al liceo, guardo la folla e tutta la mia famiglia è lì con magliette con la mia faccia sopra. Quindici persone e mio padre era il capobanda. L'ultima cosa che un'adolescente desidera è che il padre attiri l'attenzione su di sé in quel modo!».

Il ritorno di Jamie Foxx in tv

Papà, non mettermi in imbarazzo! è un titolo particolarmente accattivante per le fan di Jamie Foxx, che torna in con un ruolo da protagonista dopo The Jamie Foxx Show, serie prodotta dal 1996 al 2001 per 5 stagioni in cui interpretava Jamie Percy King.
Soprattutto, per l’attore si tratta di un ritorno alle origini, cioè la televisione e, in particolare, la sitcom. Foxx, infatti, ha debuttato come attore partecipando a 96 episodi di In Living Color, serie di sketch trasmessa in negli Stati Uniti dal network televisivo Fox dal 1990 al 1994.

Nello stesso periodo, i primi anni Novanta, l’attore ha cominciato la carriera sul grande schermo, prendendo parte al cast di Toys – Giocattoli, per poi continuare a ottenere ruoli di maggiore rilievo, come quello di Willie Beamen in Ogni maledetta domenica, accanto a Al Pacino. Sono tanti i titoli di successo di Jamie Foxx, da Alì con Will Smith a Collateral a fianco di Tom Cruise, fino a interpretare Ray Charles nel film biografico Ray (2004) che gli valse il premio Oscar come Miglior attore protagonista nel 2005 e il record di tre nomination ai Golden Globe nelle categorie per le Migliori interpretazioni, un evento senza precedenti.

Versatile e in grado di cimentarsi in generi diversi, dalla commedia all’action, al dramma, Foxx è stato anche protagonista di Django Unchained di Quentin Tarantino. Tra i suoi ultimi lavori, vanno ricordati titoli come Il diritto di opporsi, Project Power (distribuito nel 2020 su Netflix) e All-Star Weekend, film che segna il suo debutto come regista dietro la macchina da presa.
Più di venticinque anni dopo il suo debutto (prima in tv, poi al cinema), Jamie Foxx torna protagonista di una serie, per l’appunto Papà, non mettermi in imbarazzo!.

Il cast e i personaggi

A interpretare Sasha, la figlia di Brian (Jamie Foxx) è Kyla-Drew, attrice diciassettenne già vista in varie produzioni tv e che ha già debuttato anche al cinema, anche se in ruoli minori.
Nel cast dei personaggi principali ci sono poi Porsha Coleman, nei panni della sorella di Brian e David Alan Grier. L’attore, che interpreta il padre di Brian, aveva già lavorato con Foxx, proprio nella sitcom In Living Colors.

A completamento del cast, infine, ci sono anche Jonathan Kite (Johnny Williams); Heather Hemmens (Stacy Collins); Valente Rodriguez (Manny); Keith Jefferson, Cleo Berry (Lionel Simmons), Scott Borden (Chad Connolly), Ellen Haun (Marlene), David Rosenblatt, Miracle Reigns (zia Williams), Jasmine Richard-Brooks (Mya) e Maddie Rien (Isabella).

Il trailer

Riproduzione riservata