persone che non dovresti avere nel tuo team

5 tipi di persone che non dovresti mai avere nel tuo team se vuoi avere successo

Sei alla guida di un team o stai per formarlo? Non basta valutare le competenze dei collaboratori. Sono le soft skills e le attitudini individuali a fare la differenza in una squadra di successo!

Creare un team da zero è probabilmente la cosa più difficile da fare a lavoro. Dovrai selezionare collaboratori con competenze specifiche, che possano raggiungere gli obiettivi prefissati in modo soddisfacente, ma devi considerare anche le tipologie di persone che non dovresti mai avere nel tuo team.

Non bastano competenze curricolari, studi, lauree ed esperienza: sono le soft skills e la capacità di relazionarsi a fare realmente la differenza, e sono determinanti se vuoi avere successo. Ecco 5 tipi di persone che dovresti evitare di inserire nella tua squadra.

L'individualista

L'individualista è la prima tra le persone che non dovresti mai avere nel tuo team in quanto incapace di farne parte. L'uomo o la donna individualista pensa a sé, prima di ogni altra cosa. Si mette al primo posto e fa prevalere i suoi interessi anche rispetto a quelli della squadra.

L'individualista non è in grado di essere realmente parte integrante di un gruppo e vivrà sempre due fazioni contrapposte: se stesso e il resto del team. In ogni rapporto sociale ha la tendenza a prevalere e a far prevalere i propri interessi, a discapito del benessere collettivo.

La collettività per lui non esiste proprio e fa fatica ad assimilare il concetto di squadra: è scarsamente collaborativo, detesta il lavoro in team e i gruppi e preferisce giocare la sua partita da solo. Il problema è che in un team di lavoro c'è invece bisogno di spirito collaborativo.

Ci sono altre cose che dovresti sapere per evitare crisi sul lavoro.

La passiva-aggressiva

La collega passiva-aggressiva è irritante. Nota tutto ciò che non va ma non lo segnala mai, preferisce rinfacciarlo in modo aggressivo aspettando il momento (meno) giusto. Evita sempre il conflitto diretto e non ama il confronto; nel gruppo è quella che si estranea e può smettere addirittura di lavorare se non è d'accordo con le decisioni prese.

Il passivo-aggressivo porta scompiglio ed è tra le persone che non dovresti mai avere nel tuo team se vuoi avere successo. Non ti aiuterebbe a tenere il team unito e sarebbe motivo di fratture interne difficili da risanare. Se in disaccordo con le decisioni prese, diventerebbe una zavorra da trascinare e non apporterebbe alcun valore.

L'orgogliosa

Tra le persone che non dovresti mai avere nel tuo team se vuoi avere davvero successo c'è l'orgogliosa. La persona orgogliosa è quella che trova sempre il modo di avere ragione, anche quando è nel torto marcio. L'orgoglio, difficilmente le consentirà di ammettere i suoi limiti e le sue colpe. Non è detto che si senta la migliore del gruppo ma farà sicuramente fatica ad ammettere di essere nel torto.

La collaboratrice orgogliosa è tra le tipologie peggiori di persone da inserire in una squadra: farà solo perdere tempo, insistendo all'infinito sulle sue verità, nettamente diverse dalla realtà dei fatti. Incapace di scusarsi, non risponderà alle critiche in modo costruttivo e rallenterà il lavoro dell'intero gruppo.

Attenzione: l'orgoglio non va confuso con la determinazione. Una persona determinata all'interno del team è indubbiamente un punto di forza: lavora sodo per raggiungere il proprio obiettivo e per dimostrare ai colleghi la sostenibilità dei propri progetti ma è perfettamente in grado di riconoscere limiti ed errori.

Al contrario, la persona orgogliosa è accecata dall'orgoglio e non accetta né di essere in errore né (eventuali) fallimenti professionali che sarà incapace di riconoscere, portando scompiglio all'interno del gruppo. Potrebbe interessarti anche scoprire le 10 persone che dovresti inserire nel tuo team per avere successo.

La chiacchierona

La chiacchierona ama sparlare dei colleghi. Il gossip e le chiacchiere continue non sono salutari per il tuo team e sicuramente non lo porteranno al successo. La persona chiacchierona è colei che trova sempre difetti negli altri per il semplice gusto di sparlare. Ama bisbigliare, anche durante le riunioni; ha sempre qualcosa da criticare, ma mai a se stessa.

Ama il pettegolezzo e ne fa il suo stile di vita. L'unico obiettivo che ha sul lavoro è quello di osservare attitudini e comportamenti dei colleghi per criticarli alle loro spalle. Alimenta gelosie e vive di critiche inutili e poco costruttive che non fanno per niente bene al benessere del team.

Adora il pettegolezzo, che prevale addirittura sull'attività lavorativa. La chiacchierona è tra le persone che non dovresti mai avere nel tuo team perché lo rallenterebbe e non apporterebbe alcun valore aggiunto.

La martire

La martire è quella che ha sempre qualcosa di cui lamentarsi. Non le sta mai bene nulla, né sul lavoro né nella sua vita privata. Si lamenta in continuazione senza reagire e all'interno del gruppo potrebbe portare solo demotivazione.

Il martire è incapace di collocare se stesso e le sue azioni e di porle in relazione ai risultati effettivamente raggiunti. Non ha spirito critico ed è completamente asettico.

Per il martire è tutta questione di sfortuna o di elementi che si allineano con il solo scopo di portare i suoi progetti al fallimento. Subisce la vita, non la vive realmente.

Riproduzione riservata