Ragazza guarda il mare dalle saline

Quali sono le saline più belle del mondo?

Il turismo non è fatto solo di spiagge o monumenti ma anche di punti di interesse particolari: prepara la valigia alla scoperta della saline più belle del mondo

Le Saline sono impianti per la produzione di sale marino; attraverso un sistema di bacini viene ottenuta  l’evaporazione naturale dell’acqua di mare, posta in vasche apposite  grazie al calore del sole e ai trasferimenti nelle vasche differenziate avviene il cambio di densità fino ad ottenere quello che oggi è conosciuto comunemente come sale marino. Vuoi scoprire con noi quali sono le saline più belle del mondo? Leggi questo articolo!

Oltre alla praticità le saline sono molto belle e suggestive, non a caso sono  mete turistiche molto richieste. Visitare le Saline significa entrare in contatto con la natura, regalarsi un momento in cui la vista dei mulini a vento e dei colori riflessi dai cumuli di sale bianchissimo regalano sensazioni di pace e serenità che poche altre volte si possono provare. Di seguito vi segnaliamo le saline più belle da visitare almeno una volta nella vita, nel mondo, alcune delle quali sono in Italia.

Le saline di Gozo

Le Saline di Gozo si trovano nella baia di Qbajjar, precisamente nella parte nord dell’isola di Malta la stessa parte che occhieggia la Sicilia. Non a caso il paesaggio porta a ricordare altre saline presenti nel Mediterraneo, con la differenza che questa scacchiera di saline si snoda lungo la costa e quasi sicuramente risale al tempo dei Romani. Le saline di Gozo sono tra le meraviglie della natura da visitare almeno una volta nella vita.

Salinas Grandes

Facciamo un salto in Argentina per scoprire le Salinas Grandes, situate in un meraviglioso incrocio tra Córdoba, Catamarca, La Rioja e Santiago queste saline fanno parte di un immenso deserto di sale e sicuramente meritano l’appellativo di paesaggio da cartolina.

Salar de Uyuni

Classificata come la più grande salina del pianeta, Salar de Uyuni è locata in Bolivia tra Potosì e Oruro e con i suoi dodicimila km di estensione si è meritata l’appellativo per cui è conosciuta nel mondo. Il paesaggio suggestivo di piramidi bianchissime è occupato da splendidi fenicotteri rosa.

Sicciole e il fior di sale

Andiamo in Slovenia per raccontarvi delle saline di Sicciole che a Pirano sono ormai un’attrazione. Per scoprirle basterà recarsi al Parco Naturale Salina di Sicciole, per godere della vista di un panorama suggestivo e scoprire le piante alofite; queste piante amano il sale e tra di esse spicca l’assenzio marino, usato per un liquore digestivo.

Non solo panorama, a Pirano è presente anche il fior di sale, un sale particolare e bianchissimo che viene prodotto con un metodo tramandato  da più di 700 anni e che dona a questo sale il 5% in meno di cloruro di sodio rispetto ai Sali che conosciamo.

Saline di Maras

Un piccolo giro del mondo che ci porta alle Saline di Maras situate a Cusco in Perù. Queste saline hanno una fonte chiamata Qoripujo, una sorgente di acqua calda salata situata all’inizio della valle. Questo bel paesaggio lunare ha anche una leggenda inca che narra di Ayar Cachi fondatore dell’impero Inca: sembrerebbe  che, disperato per non essere riuscito a fondare l’impero inca, morì piangendo. Fu così le sue lacrime, asciugate dal sole crearono le saline. Cosa aspetti? Prenota il volo e parti subito alla scoperta di questa meraviglia!

Saline di Trapani e Paceco

Cominciamo da qui, dalle saline di Trapani e Paceco, il viaggio tra le saline più belle in Italia. La Riserva Naturale delle saline di Trapani e Paceco è piuttosto recente, nate nel 1995 oggi sono gestite dal WWF perché l’aera è abitata da più di 200 specie diverse di uccelli. Visitare queste saline vuol dire anche immergersi in un compenso naturalistico dove scoprire mulini a vento e il museo del sale. Le saline sono splendide in ogni momento dell’anno ma i colori dell’alba e del tramonto rendono tutto molto più suggestivo.

Salina di Margherita di Savoia

Tra le mete dove fuggire in primavera segnaliamo questa incredibile salina. Siamo nel Tavoliere delle Puglie, la Salina di Margherita di Savoia è tra le saline più grandi d’Europa ma anche la seconda salina più grande del mondo e si trova vicino Barletta e risale al III secolo a.C. La riserva naturale è un’area protetta della Puglia.

Queste splendide saline sono state votate come le più belle attrazioni turistiche d’Italia e hanno ricevuto il premio Travellers’ Choice nel 2021. Presente anche un museo, istituito in un vecchio magazzino del sale, il Museo storico della Salina in cui si trovano esposti numerosi reperti di archeologia industriale.

Saline di Cervia e Comacchio

In Emilia Romagna, terra di suggestivi borghi con paesaggi mozzafiato e una tra le cucine più buone del mondo, ci sono le saline di Cervia e Comacchio. Situate nel Parco del Delta del Po, le saline di Cervia e Comacchio raccolgono ogni anno migliaia di turisti che amano le esperienze a contatto diretto con la natura.

 A Cervia oltre scoprire il sale dolce di Cervia, non potete perdere le tematiche storiche legate alla salina Camillone ad esempio, la salina di Cervia è visitabile a piedi oppure in bici o in barca. La salina di Comacchio conserva ancora oggi un impianto di età napoleonica e si potrà scoprire l’area con belle passeggiate a piedi  ma anche in bicicletta o con il trenino apposito.

Riproduzione riservata