matita occhi

Come si sceglie la tonalità giusta di matita per le sopracciglia?

Capire quale sia la matita per sopracciglia più adatta a volte può trasformarsi in una sfida ardua ma seguendo queste regole non dovresti sbagliare.

Alzi la mano chi non ha mai acquistato una matita per sopracciglia convintissima di aver trovato quella perfetta, per poi provarla e capire non fosse proprio così e che il colore fosse completamente sbagliato.

Purtroppo si tratta di un evento molto comune perché capire esattamente quale sia la gradazione che meglio si sposi con le nostre sopracciglia naturali non è semplicissimo.

Nemmeno impossibile però, basta armarsi di pazienza, spirito di osservazione e memoria nel ricordare tutti i tips necessari per realizzare una brows routine perfetta.

Matita per sopracciglia: cos’è e perché non dovrebbe mancare nella tuo beauty bag

Prima ancora di imparare come sceglierla è fondamentale capire cosa sia la matita per sopracciglia e perché usarla al meglio doni istantaneamente un plus in più al tuo beauty look.

Per decenni piuttosto sottovalutato, il trucco delle sopracciglia è invece fondamentale per dare un’espressività maggiore al volto, soprattutto se le tue naturali sono poco folte o se a causa dell’uso selvaggio della pinzetta presentano qualche buchetto di troppo.

La matita per sopracciglia è del tutto simile a quella occhi, anche se a differenza di quest’ultima solitamente ha una mina più dura, pensata per rimanere al proprio posto fino a sera.

Il suo scopo è appunto quello di riempire gli spazi vuoti e disegnare la forma delle sopracciglia che meglio si sposi con il volto e con le sue proporzioni.

Perché il risultato sia al top dovrebbe vedersi il meno possibile e i finti peletti disegnati con lei dovrebbero confondersi con quelli originali.

Proprio per questo non sbagliare colore è fondamentale al fine della buona riuscita del risultato finale.

Come si trova il colore giusto

Visto che lo scopo della matita per sopracciglia è quello di mimetizzarsi il più possibile, i colori che si trovano in commercio sono quelli che ricalcano le gradazioni dei peli naturali.

Osserva le tue sopracciglia naturali

Guardandosi allo specchio non è sempre semplice capire quale sia il proprio ma cerca di studiarti attentamente, solo così potrai avvicinarti alla gradazione perfetta.

Se durante la fase di acquisto sei assalita dai dubbi ricorda questa semplice regola: in caso di indecisione scegli sempre la gradazione più chiara e mai quella più scura perché un colore leggero anche se non è esattamente il tuo si confonde molto meglio.

Tieni conto dei capelli

Il tono giusto deve anche essere scelto in relazione al colore dei tuoi capelli in quel momento e della carnagione. Insomma, un vero e proprio incastro di elementi tra i quali districarsi.

Se sei bionda meglio usare una matita chiara, sui toni del grigio se i tuoi colori sono nordici in tutto e per tutto; nocciola o marrone chiaro nel caso la tua chioma sia di un biondo caldo e più scuro.

Tieni presente però che queste gradazioni non danno una definizione molto marcata ma servono soprattutto per sistemare quello che già c’è. Se cerchi qualcosa di più incisivo quindi, puoi optare per un prodotto leggermente più scuro ma senza esagerare, altrimenti il risultato potrebbe essere eccessivamente falsato.

In caso i tuoi capelli siano neri usare la matita dello stesso colore potrebbe essere la scelta più ovvia ma non è sempre così. Anzi, questo colore potrebbe indurire eccessivamente i lineamenti del tuo viso quindi molto meglio scegliere un marrone scuro.

I capelli castani sono i più complessi da abbinare perché possono essere chiari o scuri, caldi o freddi. Se il tuo castano vira verso il bruno scegli i toni caldi del marrone; mentre se sono chiari buttati sul nocciola, in grado di definire ma allo stesso tempo addolcire i lineamenti.

Le rosse, infine, dovrebbero usare una matita marrone ma calda e leggermente aranciata.

Come usarla e possibili alternative

Oltre al colore, in fase di acquisto dovresti valutare anche la tipologia di matita, visto che ne esistono diverse.

Le più comuni sono le classiche, simili in tutto e per tutto a quelle occhi ma se i ritocchi che devi fare sono minimi e vorresti raggiungere un risultato più naturale possibile, dovresti prendere in considerazione quelle retraibili dalla punta ultra fine. Molto pratiche anche quelle All in One, con un’estremità a forma di penna e l’altra a forma di spugna utile per sfumare.

Una volta scelta la matita che preferisci, è importante imparare a usarla nel modo corretto.

Prima di iniziare pettina i peli verso l’alto per individuare meglio i buchi da coprire e assicurati che sia appuntita il più possibile, in modo da fare tratti estremamente sottili. Una volta terminato il tratteggio sfuma tutto al meglio, così che le linee non siano evidenti ma si fondano con le tue sopracciglia.

Oltre alla matita, per sfoggiare sopracciglia perfette e sempre curate esistono diverse alternative, come ad esempio l’uso di gel o mascara per sopracciglia o dell’henné.

Per risultati più duraturi, invece, il microblading è perfetto e consiste nell’inserimento di un pigmento colorato nell’epidermide del sopracciglio.

Riproduzione riservata