Il nome della rosa Sean Connery

10 film tratti da libri che non puoi perderti

Avvincenti, emozionanti e struggenti: 10 film tratti da libri che non puoi perderti e che hanno fatto storia.

Storie d’amore o d’avventura, fantasy o thriller: i film tratti da libri sono tantissimi e nel corso degli anni, complici registi visionari e piattaforme come Netflix e Amazon Prime, la lista si è arricchita con nuovi titoli. In principio fu Il Gattopardo, tratto dal romanzo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, in seguito sono arrivati capolavori come Il nome della rosa, dal libro di Umberto Eco, e saghe come Il Padrino e Il Signore degli anelli. Dieci titoli che hanno conquistato, dalla carta al grande schermo, e che non smettono di emozionare.

Il nome della rosa

Un libro famoso e un film cult. In Il nome della rosa, il protagonista del romanzo di Umberto Eco trova il suo interprete perfetto: Sean Connery. La pellicola, uscita nel 1986, si discosta fortemente dal libro, eliminando la componente intellettuale e il riferimento al titolo. Resta però un giallo avvincente, con misteri e omicidi all’interno di un monastero.

Romanzo criminale

Nel 2005 esce un film che segnerà un’epoca: Romanzo Criminale, tratto dal romanzo di Giancarlo De Cataldo. Nel suo libro lo scrittore racconta le vicende della banda della Magliana, inaugurando il filone criminale italiano. Alla regina della pellicola c’è Michele Placido che sceglie per il cast un gruppo di attori emergenti che diventeranno negli anni avvenire alcuni fra gli artisti più richiesti e amati, da Kim Rossi Stuart a Claudio Santamaria sino a Pierfrancesco Favino.

La solitudine dei numeri primi

Struggente e coinvolgente, il romanzo di Paolo Giordano, premio Strega nel 2008, rivive in un film diretto da Saverio Costanzo.  Una storia di formazione, in cui i bambini diventano adulti, portandosi dietro traumi e dolori profondi. Tante le differenze con il libro, ma in molti hanno apprezzato la scelta di regalare un finale differente (e un sottofinale).

Gomorra

Molto prima che Roberto Saviano e il suo romanzo d’inchiesta diventassero famosi in tutto il mondo, Matteo Garrone ne aveva già acquistato i diritti cinematografici. Il regista aveva già in mente all’epoca di modificare la tipologia di narrazione, basandola su piccole storie ed episodi che si intrecciano in una Napoli sconosciuta e piena di ombre.  

Il Gattopardo

Diretto da Luchino Visconti nel 1963, Il Gattopardo è la versione cinematografica del celebre romanzo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, vincitore del Premio Strega nel 1959. La pellicola racconta il processo di unificazione dell’Italia, nel 1860, compiuto dalle truppe di Garibaldi. In questo sfondo si muove una famiglia aristocratica siciliana che fatica ad adattarsi al cambiamento. Il film è un capolavoro del cinema italiano, divenuto famoso in tutto il mondo.

2001: Odissea nello spazio

Pochi lo sanno, ma il capolavoro di Stanley Kubrick è tratto da La Sentinella romanzo di fantascienza del 1948 scritto da Arthur C. Clarke. L’autore ha lavorato alla sceneggiatura del film e questo ha conferito ancora più valore a una pellicola entrata nella storia. Il racconto è quello del dottor Bowman, uno scienziato inviato nello spazio per studiare un monolite nero. Nel corso del viaggio il computer dell’astronave inizia a disobbedire agli ordini, dando vita a una serie di eventi. All’epoca gli effetti speciali impressionarono il pubblico e il film conquistò un Oscar.

Il Padrino

Capostipite della saga di Francis Ford Coppola, Il Padrino è tratto da un romanzo scritto da Mario Puzo. Al centro delle vicende la saga della famiglia Corleone, fra affari malavitosi, amori impossibili e intrighi. Protagonisti Marlon Brando e Al Pacino in una delle loro interpretazioni più intense.

Il Signore degli anelli

Nel 2001 esce un film che rappresenta l’inizio di un progetto fra i più ambiziosi nella storia del cinema. L’obiettivo di Peter Jackson era quello di portare sul grande schermo l’immensa produzione fantasy di J.R.R. Tolkien. Il regista ci è riuscito nel migliore dei modi, creando una saga cult da vedere e rivedere ancora. Battaglie epoche e personaggi indimenticabili - da Frodo all’elfo Legolas sino al mago Gandalf – caratterizzano l’epopea fantasy che ha stregato milioni di telespettatori.

Chiamami col tuo nome

Il film di Luca Guadagnino, uscito nel 2017, è un piccolo gioiello, tratto da un libro straordinario scritto da André Aciman. Al centro del racconto il legame fra Elio (Timothée Chalamet) e Oliver (Armie Hammer), che si passerà dalla curiosità all’amicizia, sino all’amore più puro. Nella pellicola la bellezza classica è ovunque, dai paesaggi di campagna ai resti delle statue greche.

Piccole Donne

Greta Gerwig, regista che ha firmato anche il visionario Lady Bird, ci regala nel 2020 un film tratto da Piccole Donne di Louisa May Alcott. I personaggi del celebre romanzo prendono vita e le sorelle March conquistano lo schermo con i loro amori, le lotte e i dolori. Sullo sfondo domina la guerra civile degli Stati Uniti, mentre Meg, Jo, Beth e Amy si muovono fra piccoli drammi e grandi conquiste che le hanno rese immortali.

Riproduzione riservata