1/5 – Introduzione

Un lavandino con lo scarico intasato è un problema abbastanza comune nella maggior parte delle case. Non dovrebbe accadere troppo spesso, ma quando succede crea disagio in quanto l’acqua defluisce con lentezza o, nel peggiore dei casi, rimane nel lavandino. Il più delle volte, per risolvere tempestivamente il problema, si chiede l’intervento di un idraulico; Tuttavia, è possibile evitare di spendere soldi dal momento i cui si tratta di un’operazione relativamente semplice e alla portata di chiunque. Bastano infatti alcuni ingredienti naturali facilmente reperibili in cucina e qualche strumento di base. Vediamo allora come pulire velocemente lo scarico del lavandino.

2/5 Occorrente

  • stura lavandini
  • guanti di gomma
  • sale, bicarbonato, aceto
  • acqua calda

3/5

Prima di attendere che il lavandino si intasi in modo definitivo, il primo accorgimento da usare è un’ordinaria manutenzione, affinché gli scarichi siano sempre liberi. Ci si deve sempre premunire di un retino o un tappo per lo scarico, che serva da filtro e blocchi le impurità di dimensioni maggiori. Nel lavandino del bagno il pericolo sono i capelli, in quello della cucina i residui di cibo. Inoltre, sarebbe buona norma fare un lavaggio periodico, almeno una volta ogni due settimane, con del bicarbonato di sodio e abbondante acqua calda. Questo servirà a sciogliere gli accumuli di sporcizia prima che impediscano il normale passaggio dell’acqua.

4/5

Cosa fare però quando il lavandino è davvero otturato? Il primo metodo prevede semplicemente l’uso di olio di gomito. Ci si arma cioè dello stura lavandini, lo strumento a ventosa che si può trovare in commercio in ogni ferramenta, ma anche al supermercato, nel reparto casalinghi. Un piccolo accorgimento per far aderire meglio la ventosa è di spalmare un po’ di vaselina sui suoi bordi; poi la si posiziona sullo scarico e si tira ripetutamente verso di sé, dopo aver dato una spinta verso il basso. Il movimento va eseguito 3-4 volte e poi si tira via la ventosa. In questo modo lo sporco salterà fuori. Potrebbe essere necessario ripetere più volte il passaggio.

5/5

Il secondo metodo consiste nel versare all’interno dello scarico alcune sostanze atte a rimuovere lo sporco intasato. Questo potrebbe anche essere un passo preliminare all’uso dello stura lavandini, nei casi più ostici; in altri casi potrebbe essere sufficiente a ripristinare la funzionalità dello scarico. Invece di ricorrere a sostanze chimiche, si possono usare prodotti presenti in casa. Molto efficace può essere un’emulsione di acqua calda, sale e aceto, oppure di sale e bicarbonato. In ogni caso è sempre utile far scorrere acqua bollente, che innesta la reazione chimica.

Alcuni link che potrebbero esserti utili