Come costruire la tua sauna in casa

Come costruire una sauna in casa

Sogni da sempre di avere una sauna in casa ma hai paura di quanto possa costare installarla? Niente paura: ti spieghiamo come realizzare una sauna in casa senza spendere una fortuna.

Chi non avesse mai provato una sauna, può farsene un’idea pensando a quanto sia rilassante una doccia o un buon bagno caldo. Il vapore e gli oli essenziali sono senza dubbio alla base di questa piacevole sensazione di benessere. Costruire una sauna in casa è abbastanza semplice e puoi scegliere di costruirla tu o affidarti a dei professionisti. Segui la nostra guida per realizzare la tua piccola Spa personale.

Sauna: benefici per la salute tutto quello che c’è da sapere

VEDI ANCHE

Sauna: benefici per la salute tutto quello che c’è da sapere

Cos’è la sauna

La sauna è un vero e proprio rito che dal Nord Europa, nel corso degli anni, si è diffuso in tutto il continente, come in tutto il mondo. Si tratta di un bagno di calore, le cui temperature possono raggiungere addirittura i 100 gradi centigradi, ma che grazie ad una bassa umidità (20-30%) si rivela un ottimo trattamento che favorisce la depurazione del corpo e il rilassamento della muscolatura. Per godere di un’ottima sauna, oggi, non occorre più recarsi in uno dei tanti centri benessere presenti nella propria città, ma è possibile realizzarne una in casa. Questo ci permetterà di coccolarci ogni qualvolta ne sentiremo il bisogno, senza per forza dover uscire di casa.

Come realizzare una sauna in casa

È sempre più diffusa la tendenza a creare in casa propria degli spazi di benessere dove potersi rilassare dopo una giornata di lavoro. Questa abitudine permette a tutti di ricavare con poca spesa, in una parte della propria abitazione, una palestra o una sauna, staccando da tutto. Se anche tu hai sempre sognato di adibire una stanza del tuo appartamento a zona relax, devi sapere che il tuo sogno può diventare realtà senza investire cifre troppo importanti e senza il bisogno di impegnare tempo eccessivo per realizzarlo concretamente. In questa utilissima guida vedremo come costruire una sauna in casa, completa di panche in legno, porta vetrata e stufa per il riscaldamento. Sicuramente il risultato ti stupirà e non ti pentirai di aver fatto un piccolo investimento.  

Come costruire la tua sauna in casa

Occorrente

  • Pannelli di legno (abete o pino)
  • Trave per reggere il soffitto
  • Viti e staffe a L per il fissaggio
  • Isolante e alluminio
  • Materiale elettrico
  • Diffusore di calore
  • Luci
  • Porta in vetro

Fissare il budget

Pima di iniziare a costruire una sauna è molto importante stabilire il budget che vuoi dedicare a questo progetto. Decidi il tipo di materiali che vuoi utilizzare e anche la soglia massima per quanto riguarda la spesa di consumo per il riscaldamento. Questi dati sono molto importanti perché ti permettono di capire che tipo di sauna costruire: più o meno lussuosa, secondo la disponibilità economica. Ricordati che più è vasta l’area utilizzata, più alti saranno i consumi per il riscaldamento. Solitamente la costruzione di una sauna per due o tre persone richiede circa duemila euro, ma con qualche piccola rinuncia è possibile spendere un po’ meno. Per quanto riguarda i costi di riscaldamento tieni presente che per ogni metro quadrato di cabina si deve mettere in conto un kilowatt di energia elettrica.

Sauna finlandese: i trucchi per avere più benefici

VEDI ANCHE

Sauna finlandese: i trucchi per avere più benefici

Le tipologie di sauna

Una volta fissato il budget, bisogna scegliere la tipologia di sauna che si intende realizzare. Nella scelta della tipologia, è necessario decidere se acquistare una sauna prefabbricata oppure crearne una nuova da zero. Un esempio di sauna che si può installare facilmente in casa (e all’occorrenza rimuoverla e riporla magari in garage o nel ripostiglio quando non serve) è il classico box di plastica si chiude a cerniera lasciando fuori solo la testa.

Questo tipo di sauna è efficace nonostante la sua semplicità ed è consigliabile qualora si desideri dimagrire stando comodamente seduti, magari mentre si guarda la tv o si ascolta la musica. All’interno della struttura, infatti, viene installato un generatore di vapore, posizionato proprio sotto la sedia su cui ci si andrà a sedere. Una soluzione più complessa e molto più simile all’idea classica di sauna necessiterà, invece, di uno spazio apposito abbastanza ampio da poter contenere una panca dove sedersi o sdraiarsi, da soli o persino in compagnia.

Scegliere la posizione per costruire una sauna

Una delle prime cose da fare è scegliere il luogo dove collocarla. Le tipologie di sauna disponibili sono davvero molte; alcune si differenziano in base alla temperatura ed altre al tasso di umidità desiderato. La sauna finlandese raggiunge temperature tra gli 80°C ed i 100°C, con tassi di umidità del 10-20% (essa si riscalda prevalentemente a legna o con un impianto elettrico adeguato). Mentre la Sanarium raggiunge temperature meno forti, che variano tra i 50°C e 60°C, con tasso di umidità maggiore, solitamente tra il 40-50%.

Il bagno turco, infine, è molto simile ad una sauna perché raggiunge temperature di 50°C, ma al contempo raggiunge un tasso di umidità massimo pari al 100%. Un’idea per una buona collocazione della tua sauna potrebbe essere il piccolo capanno degli attrezzi in campagna (se ne possiedi uno!). Dovresti, in tal caso, procurarti una vecchia carriola di quelle in metallo, disporre sul fondo delle grosse pietre preventivamente pulite con alcool, arroventarle per bene con molta cautela e poi spruzzarle con acqua. Il vapore generato sarà una perfetta sauna in un ambiente tanto piccolo come il capanno.  

Come costruire la tua sauna in casa

Scegliere i materiali

Altro passo fondamentale è la scelta dei materiali. Solitamente le saune tradizionali sono costruite in legno di pino bianco oppure in cedro rosso, ma se questi materiali non rientrano tra i tuoi gusti per qualche motivo, puoi optare per un tipo di legno in un colore più vivace. Tieni comunque presente che i colori chiari e naturali sono più rilassanti e più facili da tenere puliti poiché i materiali in queste tinte possono venire trattati con detergenti disinfettanti senza il timore di sbiadirli. Se vuoi rilassarti al massimo ti consiglio di installare una piccola lampada per la cromoterapia: i benefici della sauna saranno moltiplicati. 

I modelli di riscaldatori

La scelta dei riscaldatori ad infrarossi è senza dubbio la più economica in commercio, ma anche la più lontana dal tradizionale concetto di sauna. Per quanto concerne i costi, c’è poi da considerare che il consumo energetico è direttamente proporzionale allo spazio da riscaldare. Sarà possibile acquistare un kit completo oppure singoli moduli in modo da poter personalizzare il proprio progetto. Per quanto riguarda le pareti, sarà bene rivestirle di legno naturale (meglio se larice o abete), non trattato chimicamente, in modo che trattenga efficacemente il calore ma senza marcire o sviluppare vapori tossici.

Sudare in sauna fa dimagrire o è un falso mito?

VEDI ANCHE

Sudare in sauna fa dimagrire o è un falso mito?

Costruire una sauna

Passiamo alla costruzione vera e propria della sauna: realizza per prima cosa lo scheletro della struttura, fissando i pannelli e la trave di sostegno, avvitando ogni pezzo con cura. A questo punto fissa le assi del pavimento e quelle esterne, lasciando lo spazio per una piccola finestra. Naturalmente non devi dimenticare una presa di corrente tradizionale per erogare l’energia elettrica. Prima di fissare i pannelli inserisci nell’intelaiatura della sauna gli appositi materiali isolanti e ricopri infine il tutto con la pellicola di alluminio, per impedire all’umidità di penetrare nello strato sottostante.

Per il posizionamento della fonte di calore il consiglio è di farsi aiutare da un elettricista per avere la certezza di un lavoro ben eseguito sul piano della sicurezza personale.  Per maggiore sicurezza è opportuno creare uno sfiato sulle pareti, da utilizzare in caso di malore. A completamento della sauna, dovrai sigillare con del silicone tutti i giunti. Questo passaggio aiuterà a mantenere il calore all’interno della sauna. Lascia asciugare il silicone per una notte intera prima di iniziare ad utilizzare la sauna.

La fonte di calore e la panchina in legno

Come ultimo step, inserisci nella tua sauna una panchina di legno. Termina di arredare la sauna secondo i tuoi gusti, inserendo magari un termometro oppure un contenitore di erbe balsamiche, una lampada o una clessidra. Per un tocco speciale installate nella vostra sana un impianto per la musicoterapia, che ti darà ulteriore relax. La tua sauna personale è pronta all’uso!

Come costruire la tua sauna in casa

Alcuni piccoli accorgimenti per costruire una sauna

Installa un pulsante d’allarme o un timer per evitare di esagerare con i tempi. La sauna, oltre alle pareti in legno, potrà avere la sua fonte di calore irradiata da pietre naturali arroventate e schermate per non scottarsi accidentalmente e su cui andrà versata l’acqua di un secchio tramite un mestolo ogni volta che vorrete più vapore.

La manutenzione della sauna

Per quanto riguarda la manutenzione, sarà opportuno pulire la sauna con macchine a vapore o con essenze diluite e spruzzate con moderatezza. L’impianto elettrico dovrà essere a tenuta stagna (e anche la porta, che non dovrà avere serrature) e munito del classico salvavita. Il generatore di vapore andrà posizionato all’interno della panca costruita con tavole che lasciano passare anche gli aromi. Sarà, infine, necessaria la presenza di uno sportellino più o meno aperto, in prossimità del pavimento, per il passaggio dell’aria.

La sauna fa bene come l’attività fisica

VEDI ANCHE

La sauna fa bene come l’attività fisica

Come ricavare in bagno uno spazio per costruire una sauna

Dopo aver visto come costruire una sauna, vediamo ora come ricavare in bagno uno spazio per questa struttura. Realizzare una sauna all’interno del bagno significa disporre di una vera e propria SPA in casa, con tutti i benefici che questo comporta per l’organismo. Per fare in modo che tutto funzioni al meglio è essenziale valutare diverse condizioni. Innanzitutto le dimensioni: in base al tipo di bagno di cui si dispone può essere scelta la sauna giusta.

Solitamente una sauna di dimensioni più piccole è di circa un metro e mezzo, mentre quelle più grandi arrivano anche fino ai due metri e mezzo. Da non sottovalutare poi il fabbisogno energetico e la potenza elettrica: il principio di funzionamento della sauna consiste infatti nel portare l’acqua ad evaporazione, quest’ultima viene poi mantenuta per un lasso di tempo variabile. Per questo motivo è necessario verificare che la potenza elettrica richiesta soddisfi il fabbisogno energetico della struttura.

Quando ci si appresta a costruire una sauna in casa, inoltre, è consigliabile chiedere alla ditta installatrice come contrastare e gestire al meglio la condensa che si viene a creare. Questa condizione dipende proprio dal vapore, ed è per questo che deve essere espulsa, in quanto a lungo andare può causare problemi al bagno. Dopo aver installato la sauna all’interno del bagno, si può pensare di integrare degli accessori che possono ottimizzarne il funzionamento, come clessidre, termometri, lampade.

Come trasformare la doccia in sauna

Se non si dispone dello spazio necessario nel proprio bagno, è possibile ricavare una sauna trasformando la propria doccia. Per farlo ti occorreranno una doccia multifunzione, la consulenza e l’intervento di un idraulico e di un elettricista e un intervento di muratura con relativo acquisto di rivestimenti.

Come costruire la tua sauna in casa

Da box doccia a sauna

Per trasformare un box doccia esistente in doccia multifunzione basta un giorno. A livello idrico, per prima cosa, occorre prevedere il rifacimento dell’impianto di scarico, la realizzazione di un massetto e l’eventuale modifica del sistema di tubazione dell’acqua per alimentare la nuova cabina. Mentre a livello elettrico occorrerà solamente installare la predisposizione di una scatola elettrica che regolerà i comandi della nostra doccia multifunzione.

Per ultimo, come opere murarie, a completamento della trasformazione, si dovrà prevedere la posa dei nuovi rivestimenti sul pavimento e sulle pareti non coperti dal nuovo box doccia. Solitamente per questa tipologia di rivestimenti si consiglia il mosaico, ma possono andare bene anche le stesse piastrelle in ceramica che rivestono il resto del vostro bagno.

Caratteristiche

Solitamente i box doccia multifunzione con trattamento sauna annesso possono avere diverse misure. Dai più piccoli 80×80 cm ai più ampi 120×90 cm, ma le dimensioni possono essere personalizzate in funzione degli spazi del proprio ambiente. Si consiglia di installare all’interno della cabina due soffioni doccia, uno centrale superiore più una doccetta estraibile che avrà, come uso primario, quello di rifrescare il nostro corpo durante la sauna. All’interno della cabina è consigliabile prevedere una seduta, fissa o movibile, per godere del bagno di calore in comodità. Occorre, infatti, ricordare che la durata consigliata per una sauna è di circa 15-20 minuti a seduta, anche se la capacità di resistenza alle alte temperature è assolutamente soggettiva.

Rilassarsi e tonificarsi con sauna e fanghi

VEDI ANCHE

Rilassarsi e tonificarsi con sauna e fanghi

Optionals

Se si dispone in un budget che lo permette è possibile aggiungere optionals alla nostra doccia multifunzione, come per esempio un sistema di cromoterapia. Per godere al meglio della seduta, infatti, potrebbe essere importante creare la giusta atmosfera di colori all’interno della cabina doccia, optando per toni caldi, come il rosso, il verde o il blu, magari a fasi alterne. Un altro optional consigliabile è l’installazione di una radio collegata al pannello di controllo e facilmente controllabile dall’interno della cabina. L’ascolto di musica rilassante ci permetterà, durante quei pochi minuti, di disintossicare, non solo il nostro corpo, ma anche la nostra mente.

Riproduzione riservata