prenotare e viaggiare, donna in vacanza

Prenotare e viaggiare: consigli e precauzioni per farlo in modo sereno e consapevole

Si può (finalmente) tornare a viaggiare e vorresti fortemente prenotare una vacanza ma hai troppi dubbi. Ti aiuto a chiarirne qualcuno

Nell'ultimo anno il turismo è stato praticamente fermo ed è, infatti, uno dei settori più colpiti dalla crisi dovuta al Covid-19. Devi sapere che adesso, però, è possibile prenotare e viaggiare in modo sereno e consapevole, tenendo conto di alcune precauzioni da seguire assolutamente sulla base dei consigli pratici che troverai in questo articolo.

Tornare a viaggiare non è più un'utopia e dopo più di 12 mesi tra le mura domestiche, perché non concedersi un viaggio proprio questa estate? O magari in autunno, se preferisci.

Dal mezzo di trasporto adeguato alla meta della tua vacanza ideale, ma non solo: soprattutto in questo momento, è fondamentale viaggiare informati, ovvero cercando di reperire più informazioni possibili sulla situazione pandemica del Paese di destinazione e sulle regole per i turisti.

Viaggiare Sicuri

Il sito da tenere tra i preferiti almeno per tutto il 2021 è Viaggiare Sicuri. Troverai solo informazioni ufficiali relative ai viaggi, e quindi veritiere ed aggiornate in tempo reale. Il sito è infatti gestito dall'Unità di Crisi della Farnesina ed è estremamente utile in caso di viaggi all'estero.

Viaggiare Sicuri fornisce informazioni sia per chi intende rientrare in Italia da un Paese estero che per chi intende lasciare l'Italia alla volta di un viaggio internazionale. Ed è proprio questa la prima domanda che devi porti quando organizzerai il tuo prossimo viaggio: viaggio in Italia o all'estero?

Italia o estero?

Se stai pensando di viaggiare ma non vuoi recarti all'estero, il turismo domestico è la soluzione che fa al tuo caso. In parole più semplici: puoi restare in Italia.

Se preferisci viaggiare nella penisola, piuttosto che confrontarti con la situazione pandemica di un Paese estero, puoi scegliere di spostarti da una regione gialla ad un'altra regione gialla, in completa libertà e senza sottoporti a quarantena né tamponi.

Particolarmente gettonato di recente è anche il turismo all'interno della stessa regione. Perché non valutare un weekend a pochi chilometri da casa?

Secondo recenti studi, la maggior parte dei viaggiatori in epoca post-Covid preferirà mete più vicine e vacanze in generale più brevi. Se invece preferisci recarti all'estero, informati prima sulle regole anti-Covid che troverai una volta atterrato nel Paese di destinazione.

Informati

Se stai valutando di prenotare e viaggiare all'estero la prima cosa da fare è informarsi sulle regole anti contagio e sulla condizione pandemica che troverai nel Paese di destinazione. Ogni Paese segue infatti protocolli diversi per quanto riguarda l'ingresso dei turisti e non tutti lo consentono allo stato attuale.

Alcuni Paesi esigono un periodo di quarantena, altri un tampone negativo già effettuato e altri ancora effettuano il tampone allo sbarco. Viaggi con i bambini? Informati sui protocolli per i minori.

Per viaggiare in modo sereno e consapevole devi raccogliere più informazioni possibili su ciò che troverai nel Paese che hai scelto come meta delle tue vacanze. Nel caso in cui lo scenario non ti convinca, cambia destinazione.

Sottoscrivi un'assicurazione

Spesso per i viaggi all'estero prenotati tramite agenzia è già inclusa. I voli la includono contemplando i casi di cancellazione imputabili a cause di forza maggiore. Anche alcuni hotel te la propongono al momento della prenotazione.

Le assicurazioni ti tutelano dagli imprevisti relativi alle eventuali cancellazioni e ti garantiscono il rimborso o lo spostamento della prenotazione.

Puoi sottoscrivere anche un'assicurazione sanitaria, in caso di viaggi all'estero, particolarmente utile in caso di emergenza.

Leggi la polizza di cancellazione

Che sia un volo o un hotel, leggi sempre le informazioni relative alla cancellazione del viaggio per cause imputabili a tuoi motivi di salute e/o imprevisti di vario genere.

Scegli il giusto mezzo di trasporto

Si è discusso a lungo della sicurezza sui voli. Ti farà piacere sapere che le compagnie aeree tranquillizzano quotidianamente i propri viaggiatori: prenotare e viaggiare in aereo non è meno sicuro di salire su un treno o su un altro mezzo di trasporto pubblico.

Se stai scegliendo una meta a poche centinaia di chilometri dalla tua residenza, l'auto potrebbe essere la scelta più comoda. Se, invece, preferisci optare per viaggi più lunghi e ti trovi a scegliere tra il treno e il volo, sappi che entrambi garantiscono la massima sicurezza a bordo.

L'aria in aereo è infatti molto più pulita di quella che potremmo trovare in qualsiasi altro posto al chiuso, grazie a dispositivi appositi di ultima generazione che ne consentono il filtraggio.

Il consiglio è quindi solo quello di scegliere il mezzo di trasporto che più preferisci perché, a livello di sicurezza, sono molto simili.

Sii flessibile

La parola d'ordine per prenotare e viaggiare sarà ancora per un po' questa: flessibilità. Prima di metterti in viaggio, considera che - se hai scelto l'aereo - il tuo volo potrebbe subire ritardi o cancellazioni, soprattutto se ti rechi all'estero.

Il Paese di destinazione infatti potrebbe aver deciso per la netta chiusura degli aeroporti con conseguenti cancellazioni dei voli in arrivo: verificalo prima della partenza.

Più difficile è la cancellazione del viaggio in treno, che però potrebbe subire ritardi a causa delle procedure di sanificazione delle carrozze.

Monitora il tuo stato di salute

In realtà dovresti farlo sempre, non solo in questo particolare momento storico. Prima di metterti in viaggio, misurati la febbre. Adesso più che mai, se accusi sintomi influenzali e/o sintomi riconducibili al Coronavirus, non metterti in viaggio, neanche se pensi di essere sicuro di non essere stato a contatto con un positivo.

Non sottovalutare i sintomi e, in caso di necessità, ricorda che puoi sempre consultare il tuo medico di famiglia. Viaggiare con sintomi mette a rischio non solo la salute degli altri ma anche la tua.

Ovviamente non puoi viaggiare se sei sottoposto a isolamento fiduciario per sospetto contagio.

Riproduzione riservata