Nasce Claider, l’app che ti aiuta a compilare le denunce

/5

Gratuita, facile e intuitiva da usare, snellisce il processo di denuncia all'assicurazione per qualsiasi tipo di danno. Per ottenere rimborsi più rapidi e sicuri

Che si tratti di un incidente stradale o di un inconveniente in casa come una perdita d'acqua o un principio d'incendio, da oggi compilare la denuncia per l'assicurazione sarà più facile, grazie a Claider.

Claider è un'app, 100% italiana e indipendente da qualsiasi compagnia assicurativa, che guida chi subisce un danno in maniera semplice ed intuitiva nella scrittura della denuncia assicurativa, completamente via smartphone. Nata dall'esperienza dei fondatori nella gestione e nella valutazione dei danni nei sinistri assicurativi, Claider prevede oltre 100 scenari di incidente ed è in grado di accompagnare l'utente in ogni fase della denuncia: dalla raccolta di foto e documenti utili alla descrizione del danno subito o provocato, fino all'invio della denuncia completa e corretta all'assicuratore.

"L’utente viene guidato dalla speciale interfaccia in un percorso personalizzato a seconda dello scenario di danno in cui si trova. Una volta caricati i propri dati e le proprie polizze all’inizio, appena scaricata l’App, poi è tutto facile." spiega il Chairman di Claider, Francesco Bertani. "Il caso specifico di danno lo si seleziona tra i vari scenari proposti. Ci sono poi delle selezioni da fare tra diverse voci già precompilate e delle indicazioni da dare. Si fa tutto con un dito sullo schermo dello smartphone".

Si sa, quando capita un imprevisto non sempre si ha la lucidità o la prontezza di intervenire in modo tempestivo, documentando con dovizia di particolari la situazione: Claider assiste e accompagna nella gestione del sinistro, di qualsiasi natura sia, con poche foto e qualche click, per compilare la "denuncia perfetta". Tutto questo è possibile grazie ad un'assistenza immediata e contestuale al momento del bisogno: è come avere un'assistente tascabile che si attiva da subito, fornendo le istruzioni giuste all'utente e aiutandolo a mantenere la necessaria lucidità per affrontare l’evento dannoso. Si evitano così incertezze ed errori nella compilazione dei documenti, intoppi burocratici e perdite di tempo. Con un vantaggio fondamentale: ottenere il risarcimento dovuto in tempi rapidi.

"Questo è un aspetto fondamentale. Pensi alla classica denuncia per una perdita di acqua in casa. O alla compilazione del modulo di constatazione amichevole in caso di incidente automobilistico. Di solito si pensa alla denuncia solo dopo, anche giorni successivi all’evento. Così diventa difficile dimostrare al meglio i danni subiti. L’auto è già dal carrozziere o comunque non è più nel luogo dell’incidente. I danni alla casa o ai beni contenuti provocati dall’acqua magari li ho ripristinati, magari ho già portato a riparare o buttato via beni danneggiati...Radunare eventuali documenti, fatture di acquisto dei beni è più complesso e richiede del tempo" continua il fondatore di Claider. I vantaggi nell'utilizzo dell'app sono infatti legati anche ad una gestione più snella e sicura della pratica: la versione cartacea (con rischi di illeggibilità, di perdita di fogli e di errori nella compilazione manuale) viene sostituita da un comodo pdf compilato via smartphone.

Un'altra interessante novità introdotta dall'app è la certificazione del valore legale delle fotografie: grazie ad un processo tecnologico simile a quello utilizzato per l'accertamento delle firme digitali, ogni foto scattata con Claider in presenza di connessione alla rete, viene resa immodificabile e conservata con la garanzia che non abbia subito alterazioni (dallo scatto al suo eventuale utilizzo in giudizio). Vengono altresì garantiti l’autore, la collocazione temporale e la geolocalizzazione del luogo al momento dello scatto: le foto dei danni e della documentazione dei beni danneggiati sono rese immodificabili e acquisiscono così valore legale.

L'app è scaricabile gratuitamente dagli app store iOS e Android e non comporta alcun esborso da parte dell'utente. Una volta scaricata, basterà inserire la propria anagrafica e le proprie polizze (anche registrate con diverse compagnie assicurative) e sarà pronta all'uso in ogni occasione. Dalla primavera 2018, grazie a software specifici di cui la piattaforma Claider è dotata, con una semplice foto scattata dallo smartphone, potrà estrarre e identificare i dati dalle immagini (es. Carta d’identità e polizze), scrivendoli nell'app al posto dell’utente. La raccolta della documentazione necessaria e compilata correttamente arriva dell’assicuratore, che la riceve sistemata e organizzata.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te