cov

In gita all’Acquario di Genova

In gita all’Acquario di Genova, con i vostri bambini, in giornata o per l’intero week-end, alla scoperta di un meraviglioso mondo marino: delfini, pinguini, sirenii, meduse e tantissimi altri animali

Pinguini di Magellano

Lo sapevate che il piccolo pinguino di Magellano è nato da poco più di un mese ?

Uscito per la prima volta dal nido a sole tre settimane di vita, ha fin da subito dimostrato un certo spirito di intraprendenza e curiosità! Il piccolo viene cibato dai genitori che rigurgitano nel suo becco il cibo predigerito. Da pochi giorni poi, è passato dal piumaggio grigio alle piume impermeabili che gli hanno consentito il suo primo ingresso in acqua!

La foca Igor

La foca Igor è un bellissimo esemplare di Phoca Vitulina. Lo sapevate che mangia tra i  2 kg e i 2,5 kg di pesce al giorno tra aringhe e capelin? Può raggiungere i 200 metri di profondità e rimanere sott’acqua in apnea più di 20 minuti! Per questo motivo le foche possiedono un muscolo che chiude le loro narici, impedendo all’acqua di entrare nel naso. In genere, queste foche in acqua sono solitarie o formano piccoli gruppi, mentre sulla terraferma possono costituire colonie di alcune centinaia di esemplari. All'inizio dell'estate poi, subito dopo la muta, la femmina entra nel periodo riproduttivo e si accoppia in acqua con uno o più maschi.

La tartaruga verde "Cuba"

Una storia dolcissima quella della tartaruga “Cuba”: l’esemplare di Chelonia mydas è stato trovato nel 2000 all’interno di uno scatolone indirizzato all’Acquario di Genova, accompagnato da una breve lettera. La tartaruga è stata trasportata illegalmente in Italia da Cuba da un ignoto turista e poi abbandonata. Oggi, in cura all’Acquario di Genova, “Cuba” pesa oltre 100 kg e il suo carapace è lungo circa 1 metro.

La medusa Aurelia Aurita

Lo sapevate che le meduse, sono tra i primi animali comparsi negli Oceani, oltre mezzo miliardo di anni fa? Il loro corpo è formato per il 98% da acqua ed è detto “ombrella”. Le meduse si nutrono per lo più di piccoli organismi planctonici, che catturano con i loro tentacoli urticanti. Sono a loro volta predate da tartarughe marine e da alcuni pesci pelagici, come il pesce luna!

I lamantini Pepe e Husar

Ci sono anche i “sireni”! Pepe e Husar, sono due maschi dell’ordine dei Sirenii che provengono dallo zoo di Norimberga. Lo sapevate che un maschio può accoppiarsi con più femmine e la gestazione dura 12-13 mesi? Il cucciolo, che alla nascita pesa una trentina di chili si nutre in acqua, succhiando dai capezzoli della mamma situati nella zona ascellare. Durante l’allattamento le madri assumono una posizione in cui sembrano abbracciare il cucciolo in un atteggiamento simile a quello degli essere umani: da questa posizione deriverebbe l’immagine della figura “metà donna e metà pesce” e potrebbe essere all’origine della leggenda delle sirene!

Gli squali

All’acquario potrete ammirare il fantastico squalo grigio, lo squalo toro, lo squalo zebra, lo squalo nutrice ed il pesce sega!

Lo sapete che gli squali ci vedono benissimo e sembra che distinguano persino i colori? Anche l’udito è ottimo. Il senso più sviluppato è l’olfatto, gli squali sono inoltre dotati di organi per l’elettrorecezione posti sul muso, che permettono loro di percepire i campi elettrici prodotti dalle contrazioni muscolari delle prede  e anche di orientarsi utilizzando il magnetismo terrestre.

Riproduzione riservata