Una delle attività casalinghe più belle da proporre ai bambini è senza dubbio la pittura. Contra

Una delle attività casalinghe più belle da proporre ai bambini è senza dubbio la pittura.
Contrariamente a quanto si possa pensare è una passione che si può iniziare a coltivare fin da piccolissimi: già a partire dai quindici-diciotto mesi è possibile infatti accompagnare il proprio bimbo alla scoperta dei colori.

I materiali per dipingere possono essere ovviamente tantissimi, ma per i più piccini il primo strumento sono indubbiamente le mani. Con le dita è infatti possibile esplorare, trarre piacere tattile, mescolare i colori primari (che attraggono istintivamente ogni bambino) per creare nuove tonalità in modo quasi magico!
Tutto questo ovviamente aiuta a crescere attraverso lo sviluppo sensoriale, la conoscenza dei colori e soprattutto l’espressione creativa di sé e delle proprie emozioni.

È possibile dipingere con i più piccini, ma anche con i più grandicelli, in tutta sicurezza e creando colori atossici e totalmente naturali.
Sfoglia la gallery per conoscere la ricetta dei colori a dita, da preparare in casa con ingredienti sempre presenti in dispensa o nel frigorifero. Questa preparazione consente di divertirsi con il proprio piccolo da subito, attraverso il suo coinvolgimento nella scelta degli alimenti da utilizzare per la creazione delle varie tinte, che conferiranno alla pittura anche tante profumazioni davvero speciali.

Colori a dita fatti in casa: la ricetta step by step

Dipingere è un gioco bellissimo che inizia fin da piccoli! Segui la ricetta dei colori naturali: per sperimentare in tutta sicurezza

I bambini sono istintivamente attratti dai colori accesi e amano sporcarsi, mescolare e sperimentare attraverso il tatto. Hanno la curiosità di approcciare con materiali sempre nuovi e tanta creatività da esprimere.
Fornire loro gli strumenti per imparare, esplorare e raccontare le proprie emozioni è molto importante.
La pittura è ovviamente un veicolo fondamentale in questo senso, un’attività importantissima per lo sviluppo emotivo, cognitivo e sensoriale ed è possibile proporla ai bambini già a partire dai quindici-diciotto mesi.

Sotto lo sguardo vigile e la guida di un adulto anche i piccolissimi possono infatti iniziare a sperimentare utilizzando dapprima le manine e poi strumenti differenti come spugne o pennelli.
Offrire ai bambini colori sicuri, atossici e di origine naturale crea la possibilità di aiutarli ad esprimersi in tutta sicurezza, anche con le mani.
La loro preparazione è inoltre divertente e conferisce alle diverse tinte anche le profumazioni degli alimenti o delle spezie che si è scelto di utilizzare per la creazione dei colori.

Sfoglia la gallery per conoscere la ricetta dei colori a dita, da preparare nella propria cucina con ingredienti provenienti dalla dispensa o dal frigorifero. Il risultato sarà una tavolozza variegata e sicura, a prova di piccoli pittori in erba!

Colori a dita naturali: preparare la base

Preparare i colori a dita naturali è davvero molto semplice.
Il primo step è la creazione di una base neutra, che successivamente dovrà essere tinta di colori differenti.

Ingredienti per la base:

Amido di Mais (1 tazza)
Farina (1 tazza)
Sale molto fine (2 cucchiai)
Acqua fredda (1 tazza)
Acqua calda (2 tazze)

La preparazione della base:

- Mettere in un recipiente farina, amido di mais, sale e acqua fredda. Mescolare per bene il composto.

- Aggiungere quindi l’acqua calda e amalgamare con cura il tutto aiutandosi con una frusta o con un mixer da cucina, fino all'ottenimento di un composto perfettamente liscio e senza grumi.

- Travasare in un pentolino e cuocere a fuoco molto basso il composto, mescolando fino a che non si raggiungerà una consistenza simile a quella dei colori a tempera.

- Trasferire il composto in contenitori a chiusura ermetica o barattolini di vetro (tanti quanti sono i colori che si vogliono creare) e lasciar raffreddare.

La base è pronta per essere colorata!

La colorazione

Siamo giunti al momento di colorare le nostre basi incorporando nel composto elementi che gli conferiranno, come per magia, le differenti tinte prescelte. Per questa operazione è possibile ovviamente coinvolgere i bimbi e divertirsi insieme!
È certamente possibile ottenere i colori desiderati utilizzando i coloranti alimentari per dolci, acquistabili anche nei supermercati più forniti.
Un’altra strada, divertente e “profumata”, è però quella di ottenere le diverse tinte desiderate direttamente dagli alimenti. Frutta, verdura, spezie di vario genere e fantasia saranno ingredienti fondamentali per completare la ricetta!

Ecco ad esempio come ottenere i tre colori base:

ROSSO: succo di pomodoro privato dei semi, fragole schiacciate e passate con un colino o succo d’arancia rossa
BLU: mirtilli schiacciati o spremuti
GIALLO: polvere di zafferano

I colori primari ottenuti da questi procedimenti consentono già ovviamente di creare una palette più variegata. Ma con la fantasia, e una dispensa fornita, potremo dar vita anche a molti altri colori!

Ecco alcuni “coloratissimi” spunti:

ROSA: qualche goccia di succo di barbabietola
MARRONE: polvere di cacao, cannella oppure orzo
ARANCIONE: polvere di curry o curcuma
VERDE: acqua degli spinaci, delle biete o di qualsiasi verdura a foglia verde

Questi colori, ben chiusi e correttamente conservati in frigorifero, possono durare fino a due mesi.

Giocare con colori e fantasia!

Arriva così il momento di aiutare il proprio bambino a esprimere la sua creatività, mescolando colori e sperimentando con tutti i materiali che la fantasia è in grado di suggerire.
Come abbiamo già detto il primo approccio con la pittura avviene attraverso le manine o, perché no, i piedini: ai bambini piace sporcarsi con il colore, spalmarlo, produrre piccole impronte, creare nuove forme.

Mano a mano che i bimbi crescono è possibile però offrire loro materiali sempre nuovi attraverso i quali esprimersi ed evolvere.
Possiamo innanzitutto utilizzare altri elementi presenti in cucina, come ad esempio una patata tagliata a metà, per creare dei timbri naturali.
O ancora, le spugne di varie dimensioni e porosità sono strumenti molto curiosi e stimolanti che favoriscono l’esplorazione tattile attraverso la fluidità o la densità dei colori e la scoperta delle forme grazie alle tracce lasciate sul foglio.
Infine ci sono ovviamente i pennelli. È molto utile procurarsene di misure differenti, tondi e piatti, più o meno morbidi, per favorire la sperimentazione dei diversi tipi di tratto o di stile.

Mettiamo in moto perciò la nostra fantasia e guidiamo il nostro piccolo alla scoperta di sé e delle proprie emozioni attraverso il gioco e l’arte!

Riproduzione riservata