Insonnia in gravidanza: cause e rimedi

Credits: Olycom
1 5

Ore a guardare il soffitto pensando al parto o alla culla del bebé. O, ancora, ore a rigirarsi nel letto senza mai trovare al posizione giusta.

Questo tipo di problematiche sono tipiche dell'insonnia gravidica e riguardano davvero moltissime donne. Ma perché con la gravidanza arriva anche l'insonnia? Innanzitutto, è importante dire che nei primi tempi è invece più probabile avere sempre molto sonno e, dunque, addormentarsi pressoché ovunque. Soprattutto per le donne più dinamiche, questa sonnolenza mista a stanchezza eccessiva, rappresenta uno dei primi "campanelli d'allarme" riguardo alla gravidanza.

Con il passare delle settimane, però, può affacciarsi l'insonnia. Le cause? Sono molteplici e vanno dall'ingombro del pancione, che non permette di dormire nelle posizioni abituali, sino ai pensieri-tipo della futura mamma (paura del parto, sindrome del nido). Passando per il bambino che scalcia soprattutto di notte e non lascia dormire la mamma (dimostrandosi così decisamente precoce...).

Ma vi sono anche cause apparentemente inspiegabili e del tutto emotive, come la costante sensazione di allerta insita nella condizione stessa di gravidanza (dolce "attesa").

/5

L'insonnia gravidica è un disturbo molto comune, che però compromette la serenità e le giornate delle future mamme. Con i rimedi dolci e qualche astuzia, scopri come tornare a dormire bene anche con il pancione

 

Nonostante la gravidanza sia uno stato di grazia, il sonno fa un po' eccezione. Nei primi tempi, si dormirebbe ovunque e la sonnolenza, anche improvvisa, è uno dei segnali tipici dell'inizio di una gravidanza. Con il passare dei mesi, però, il sonno inizia a essere soggetto a interruzioni. In parte la responsabilità è del pancione, sempre più ingombrante e che non permette di trovare la posizione giusta per dormire. In parte, cresce una certa agitazione mista a un'inedita sensazione di allerta e/o attesa. Per non parlare dei pensieri "organizzativi" causati dalla cosiddetta sindrome del nido. Dormire meglio, però, si può con i rimedi più dolci e le mosse furbe.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te