Rosolia in gravidanza: sintomi e cure

Credits: Olycom
1 5

La rosolia è una malattia esantematica che, se contratta in gravidanza, può essere davvero molto pericolosa per la salute del nascituro. A tal proposito, per fugare i dubbi di chi desidera un bambino e di chi ha iniziato questa grande avventura, abbiamo intervistato la dott.ssa Francesca Testa, medico specialista in Ostetricia e Ginecologia presso il Centro Medico Santagostino di Milano.

«La rosolia, contratta nei primi 3-4 mesi di gestazione (entro le sedici settimane), è una malattia esantematica che comporta rischi particolarmente gravi per la salute del nascituro. A tal proposito, nel 2010 è stato avviato uno specifico "Piano nazionale di eliminazione del morbillo e della rosolia congenita"» spiega la dott.ssa Testa.

L'intento di questo "sistema di sorveglianza" (che terminerà alla fine del 2015) è proprio quello di monitorare i casi di rosolia in gravidanza.

«La prassi da seguire è, appunto, la segnalazione dei casi di rosolia in gravidanza alle Asl, alla Regione e al Ministero della Salute» conclude l'esperta.

 

/5

Rosolia in gravidanza? Paura e tanti dubbi. Abbiamo chiesto all'esperta quali sono i rischi di questa malattia esantematica in dolce attesa e come comportarsi

 

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te