Il Cestino dei Tesori

Il Cestino dei Tesori Credits: Shutterstock
02/04
Foto

Una delle attività ludiche ideali per stimolare i sensi dei bambini tra i 6 e i 12 mesi è il gioco euristico del "cestino dei tesori", che prende spunto proprio dalla loro spontanea e vivace curiosità.
Questa particolare e utilissima attività si basa su un’idea della psicopedagogista Elinor Goldschmied ed è stata descritta per la prima volta nel 1994 in People Under Three.
Il "cestino dei tesori" è stato successivamente ripreso dal Metodo Montessori e adottato in diverse strutture per l’infanzia, di stampo montessoriano e non, ma prepararne uno e organizzare l’attività in casa è davvero semplice!

Innanzitutto bisogna procurarsi un contenitore: un classico cesto di vimini o di qualsiasi altro materiale non sintetico sarà perfetto.
A questo punto si dovrà pensare a raccogliere gli oggetti da inserire nel cestino, i “tesori” per l’appunto, che dovranno essere rigorosamente di origine naturale e destrutturati per stimolare correttamente i sensi del piccolo. Niente giocattoli né plastica all’interno del cesto, questa è la regola fondamentale!
Carta, legno, diversi tipi di stoffa e filati, pelle. Ecco alcuni esempi di materiali utilizzabili.
Spugne naturali, sonagli, pennelli di setole non sintetiche, pigne, cucchiai, gomitoli di lana, pezzette di cotone. Sono solo alcuni esempi di oggetti che possono diventare “tesori” preziosissimi per il nostro bambino!  

Spazio alla fantasia quindi, un’unica raccomandazione però: attenzione alle dimensioni di ciò che si introduce nel cesto!
Compito del genitore sarà semplicemente quello di proporre il cestino e sedere accanto al piccolo, sostenendo il gioco, ma senza interferire. Il bambino dovrà infatti essere libero di esplorare e sperimentare i suoi “tesori” autonomamente, senza guide e imposizioni. Vedrete: utilizzerà spontaneamente tutti i suoi sensi per conoscerli!
L’adulto assumerà quindi prevalentemente il ruolo dell’osservatore e sarà sua responsabilità controllare costantemente che l’attività si svolga in tutta sicurezza, esaminando di volta in volta l’integrità di cesto e oggetti e scongiurando il rischio di soffocamento.

Riproduzione riservata