La tecnologia ci facilita la vita. Pensiamola in chiave scolastica: fino a una manciata di anni fa,

La tecnologia ci facilita la vita. Pensiamola in chiave scolastica: fino a una manciata di anni fa, per fare una ricerca erano necessari pesanti e polverosi volumi da sfogliare per ore e ore fino a trovare ciò che ci interessava. Ora basta digitare poche parole, cliccare su invio e scegliere le fonti.
I nostri bambini crescono in un mondo che gode di tutti i vantaggi della tecnologia e per questo non ne capiscono il valore perché non hanno la possibilità di fare il confronto tra ieri e oggi. Ma come possiamo accompagnare i bambini nel mondo di internet in modo che lo usino correttamente prendendone il meglio?

Come le nuove tecnologie aiutano i bambini a scuola

I nativi digitali hanno un enorme potenziale fra le mani, ma occorre educarli a un uso consapevole e corretto

L'importanza della tecnologia nella crescita dei bambini

Tutta la rete può essere paragonata ad un unico grande libro: un libro virtuale in costante aggiornamento. La rete viene spesso demonizzata perché capita che i ragazzi, nell'utilizzo di internet per studiare, sono soliti distrarsi. Ma non bisogna dimenticare che l'infinito bagaglio di informazioni a cui si accede attraverso internet è una risorsa immensa per i nostri figli.
Oggi molti programmi scolastici si sviluppano con approfondimenti on-line e gli stessi testi scolastici hanno delle sezioni su internet per esercitarsi in modo interattivo. Internet e la tecnologia in generale sono una opportunità che allarga la mente dei ragazzi.

Come prendere il meglio della rete evitando i rischi

Sono in costante aumento le applicazioni e i siti che offrono strumenti straordinari, fino a poco tempo fa impensabili, proprio a chi frequenta la scuola.
È ovvio che gli studenti debbano essere pienamente coscienti dei rischi a cui si espongono quando sono in rete e devono essere educati a riconoscere e a evitare gli aspetti negativi di internet come la pornografia, la violenza, il razzismo e lo sfruttamento dei minori.
Basta conoscere gli strumenti da usare per studiare, imparare e cogliere il meglio dal web: Tiki-toki.com, Youtube Edu e Capture Board sono solo un esempio.

Bambini e internet: diamo il buon esempio

Sulla rete sono facilmente reperibili tipologie di informazione inadatte a un pubblico giovane e immaturo: l'esempio più citato (ma non necessariamente l'unico) è fornito dai siti pornografici. Cominciamo con l'essere noi i promotori di un programma educativo che va per gradi. Spiegare che internet è un grande insieme di risorse e serve principalmente per trovare informazioni utili. Essere presente quando i bambini utilizzeranno lo smartphone come strumento di studio durante i compiti.
Seguendo la teoria dell'emulazione, è utile coinvolgere i bambini nelle nostre ricerche personali, in modo da dare un esempio di utilizzo corretto.
In ultimo, stare di fianco ai figli durante i loro primi approcci sui social, spiegando i rischi e il comportamento corretto da tenere (le regole sono molto simili a quelle off line ovviamente).

Riproduzione riservata