Otite nei bambini: sintomi e cure

Credits: Olycom
1 4

L'otite è una patologia davvero molto comune tra i bambini e colpisce soprattutto i più piccoli.

Secondo le Linee Guida della Società Italiana di Pediatria, l'otite media è la patologia con il maggiore riscontro in età pediatrica: più dell'80% dei bambini al di sotto dei 3 anni di età, infatti, presenta almeno un episodio di otite acuta (OMA) e, in un terzo di questi bambini, si evidenzia anche un'importante ricorrenza dell'otite.

Non sempre, però, il mal di orecchio (otalgia) è riconducibile solo all'otite. Anche per questo, quindi, prima di intraprendere qualsiasi tipo di terapia è necessario sottoporre il bambino a visita pediatrica o specialistica e ottenere, così, una diagnosi certa.

L'otite è una patologia molto frequente nei bambini. Dopo una diagnosi certa, le terapie possono essere diverse. Comprese quelle omeopatiche

 

L'otite è una patologia che colpisce, in modo più o meno ricorrente, una fascia consistente della popolazione infantile. L'otalgia (dolore all'orecchio) può avere cause differenti e non essere, per forza di cose, correlata a un'infezione a livello dell'orecchio. Infatti, a volte una tonsillite o semplicemente la dentizione, possono provocare otalgia nei bambini. Anche per questi motivi, è necessario che l'otite sia diagnosticata dal medico per poter giungere alla terapia più indicata per il singolo caso. La cura più comune adottata nei casi di otite, è la terapia antibiotica. Ma non solo, di solito si prescrivono anche analgesici sistemici (per esmepio, paracetamolo e ibuprofene) per lenire il dolore oppure, ancora, anestetici locali (gocce). Soprattutto se l'otite è ricorrente, anche l'omeopatia può rivelarsi efficace per trattare la patologia e prevenirne le ricadute

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te