Guida per bride to be

Unconventional bridal guide. Come prepararsi a un perfetto wedding day

Piccoli passi per arrivare al gran giorno. Hai finalmente “spuntato” tutta la lista dei fondamentali per le tue nozze? È il momento di curare i dettagli: ecco come, in 3 punti

La lunga strada verso il giorno del “sì” è lastricata di impegni, scelte e molta, moltissima attenzione a ogni singolo dettaglio. Parola d’ordine: cura.
Ebbene sì, in molti pensano che per organizzare un perfetto wedding day sia sufficiente fissare la data e operare le scelte fondamentali di location, catering, abiti e poco altro. Saremo subito schietti: non è così!
Per preparare il giorno delle nozze perfetto i dettagli a cui pensare sono tantissimi e – fidati – faranno la differenza. Vietato affidarsi al caso. Ma seguire passo passo le nostre regole su come prepararsi al matrimonio.

Dopo aver spuntato tutte le voci di base della to do list dunque si arriva alla fase 2 dei preparativi, ovvero il momento più divertente e personale della faccenda: quello in cui penserai alle piccole-grandi cose che renderanno il tuo matrimonio unico e indimenticabile. Ma anche tutti quei rituali quotidiani pre-wedding che ti faranno arrivare all’altare raggiante e rilassata come nessuna mai.

Le possibilità e gli spunti in circolazione sono ovviamente infiniti, così come i percorsi possibili da seguire, ma noi abbiamo selezionato per te tre dritte (non proprio convenzionali) che ti aiuteranno ad arrivare al gran giorno a passo sicuro. Anzi, con una marcia in più.

1. Crea un moodboard del tuo evento

Location e catering sono stati fissati. E ora che si fa?
Si sceglie lo stile dell’evento, con particolare cura ai dettagli che caratterizzeranno l’allestimento. In una parola si pensa al mood. Regola fondamentale per iniziare prepararsi al matrimonio.
Già, ma come orientarsi in mezzo all’infinità di proposte in circolazione? Come trasferire agli esperti che si dovranno occupare di dare vita ai tuoi desideri quello che davvero ti piacerebbe veder realizzato?

Semplice: si crea un moodboard, ovvero una raccolta ordinata di immagini rivelatrici di ciò che ti piace e di spunti sul tema, che costituirà il testo sacro sul quale basarsi per la progettazione del tuo wedding day.
Lo studio iconografico comprenderà ovviamente tendenze e ispirazioni riguardanti allestimenti floreali, table setting, illuminazione, grafiche, ma anche acconciature, accessori, makeup e tutto ciò che potrà fare la differenza il giorno delle nozze. Una volta terminato saprai che non rischierai di dimenticare nessun passaggio, avrai le idee perfettamente chiare su ciò che desideri per il tuo wedding day e riuscirai a comunicarlo in modo cristallino agli addetti ai lavori. Non male non credi?

Credits: Shutterstock
Credits: Shutterstock

2. Assicurati di inserire il tuo tocco personale

Sappiamo a cosa stai pensando: scegliere ogni piccolo particolare del proprio matrimonio, anche attraverso un moodboard assemblato con cura e in prima persona, garantirà di ritrovare il proprio stile in tutto. Ed è assolutamente vero.
Esiste però un solo modo per lasciare davvero il proprio inconfutabile segno in quello che sarà l’evento più importante della tua vita, ed è quello di mettersi all’opera per creare qualcosa con le tue mani.
La soddisfazione di ritrovare un elemento autoprodotto (con l’amore che nessun altro potrebbe metterci) all’interno del proprio evento non avrà assolutamente pari e siamo certi che anche gli invitati apprezzeranno il vero tocco della sposa nel suo giorno più bello.

Ovviamente questo non significa abbandonare la via dell’estetica: pensa bene a quelle che sono le tue capacità e scegli su cosa concentrarti.
Come? Potresti pensare di progettare le grafiche dell’immagine coordinata, di scrivere di tuo pugno segnaposti e tableau mariage o di dipingere acquarelli di ringraziamento per gli invitati. O ancora potresti creare piccoli accessori utili all’evento o cadeau di ricordo per gli ospiti (come cappelli personalizzati o coroncine floreali) oppure pensare di decorare in modo unico e personale uno dei tuoi accessori bridal, come la borsa o il bouquet.
Insomma, scegli il campo d’azione nel quale ti senti più sicura e pensa a come applicarti e metterti in gioco per lasciare il tuo segno indelebile in quello che sarà uno dei giorni più importanti della tua vita.

Calligrafia
Credits: Shutterstock

3. Stabilisci dei rituali di benessere per arrivare al gran giorno

Che tu ci creda o no, l’ultimo step su come prepararsi al matrimonio riguarda te stessa.
Organizzare un matrimonio può rivelarsi impegnativo e piuttosto stressante, ma uno dei desideri comuni a tutte le spose del mondo è quello di arrivare al momento del “sì” radiose, rilassate e al meglio della propria forma fisica e mentale.
Che fare dunque? Ci si prende cura di sé con una beauty routine precisa e qualche coccola extra, of course!

Ovviamente ogni percorso è strettamente personale, in quanto legato a doppio filo alle singole esigenze e al modo di trovare benessere che – va da sé - è diverso da persona a persona.
Tra i tanti modi che puoi trovare per dedicarti a te stessa ti suggeriamo: un rituale di skincare quotidiana, un po’ di meditazione e l’applicazione delle tecniche di Face Yoga, una nuova tecnica di allenamento della muscolatura facciale che ti aiuterà a preparare la pelle al grande giorno.
Insomma, qualunque sia il tuo modo di volerti bene, questo è il momento giusto per coccolarti e prenderti cura di te: non dimenticarlo.

Credits: Shutterstock
Credits: Shutterstock

Un percorso semplice

Come hai avuto modo di vedere gli spunti che ti proponiamo su come prepararsi al matrimonio per costruire un wedding day perfetto sotto tutti i punti di vista sono semplici, anche se piuttosto particolari. Certo, come per ogni cosa trovare guide e strumenti utili alla realizzazione del proprio progetto è sempre utile.
Ebbene, se ti dicessimo che il mondo delle bride to be negli anni si è arricchito di corsi, workshop e tutorial sull’argomento per tutti i gusti e le esigenze?
Basta cercare online, fare un giro in libreria oppure passare al setaccio i tantissimi corsi, iniziative e fiere che si trovano sul tema e selezionare tutto ciò che fa al caso tuo.

Tra le soluzioni più complete (e perfette sia per la nostra mini-guida che per il momento storico che non consente di partecipare a eventi in presenza), troviamo l’iniziativa promossa da Atelier Emé che prevede la realizzazione di laboratori digitali costruiti appositamenteper ispirare e accompagnare le bride to be al giorno del fatidico “sì” con l’ausilio di esperti e materiale studiato ad hoc.
I workshop in programma sono quattro e consentiranno: di creare un proprio moodboard dell’evento legato alle nozze, di apprendere tecniche di acquarello, lettering e calligrafia per piccole produzioni personali (dai segnaposto ai ringraziamenti), di decorare la propria bridal bag (e magari quella delle proprie testimoni) e infine di apprendere le principali tecniche di Face Yoga.
Cosa chiedere di più?

Riproduzione riservata