Come far diventare il tuo cane/gatto un fashion influencer: la guida def

Vuoi che il tuo amico a quattro zampe faccia incetta di like e di follower? Ecco i consigli che ti aiuteranno a consacrarlo star dei social. Sempre che lui sia d'accordo, ovviamente!

Il tuo cane o il tuo gatto sono così belli e simpatici che vorresti condividerli con tutti, facendoli diventare fashion pet-influencer sui social network? Innanzitutto è importante che a lui stia bene: ricordati che la cosa fondamentale è non stressare troppo gli animali, quindi no a continui scatti, pose e situazioni che potrebbero infastidire il cane o il gatto, intesi?

Se però il tuo cucciolotto ama farsi fotografare e coccolare mentre lo ritrai in post simpatici, allora va bene. La rete ormai pullula di dog model e cat influencer quindi sappi che la concorrenza è spietata. Ma con qualche semplice accortezza potrai sfoderare un po’ di assi nella manica. Vuoi sapere quali sono i consigli che formano un bel poker? Ecco il vademecum che ti aiuta a far diventare il tuo pet un fashion influencer degno di nota.
Segui tutte le regole che seguono e avrai buone possibilità di trasformarti nella padroncina di un VIP: un Very Important Pet!

Valorizzare la personalità dell’animale

Il cardine attorno cui ruota il successo di un pet infliuencer? La spontaneità. Non forzare mai la mano, non cercare di cambiare di una virgola la sua personalità ma, anzi, valorizzala al meglio.

Fatti guidare da lui/lei, facendo in modo che il cucciolo si esprima appieno. Un esempio? Matilda Ferragni, la cagnolona di Chiara. Se è vero che essere l’amico a quattro zampe dell’influencer a due zampe più famosa che ci sia rende facile l’impresa di emergere, in realtà non è solo il suo “blasone” a contare.
Matilda è simpatica e dolcissima ma soprattutto rimane sempre fedele al proprio essere. E Chiara Ferragni si rivela la più grande influencer che ci sia proprio perché riesce a fare emergere quella spontaneità. Segui il suo esempio e fai spiccare la personalità del tuo cucciolo.

Così facendo non importa quali saranno le borse, gli occhiali e gli accessori in generale che correderanno i vari post: sarà il pet il vero protagonista di tutto.

Prepara la scena

Benché la spontaneità dell’animale sia fondamentale, è bene non tralasciare nessun dettaglio della scena. Bisognerà prepararla con attenzione, senza tralasciare nessun particolare e preoccupandosi che sfondo, ambiente e protagonista (ossia il cane o gatto in questione) siano in piena armonia.

Fatti aiutare dalla creatività e punta su situazioni divertenti che mostrino una bella dose di colore + ironia. Fai stagliare il pet contro una carta da parati o un muro dalla nuance calda (crema o beige sono l’ideale per un effetto molto raffinato). Tieni sempre in considerazione il colore e la silhouette dell’animale: se il manto è scuro, organizza la scena in modo tale da avere un ambiente e un contorno chiari. Viceversa se il pelo è bianco gioca di contrasti cromatici optando per uno sfondo più dark.

Cambia spesso outfit

La versatilità è il segreto per il successo. Dovrai variare stile, look e mood, proprio come se il tuo pet fosse una modella in pieno servizio fotografico.

Basta un accessorio come un paio di occhiali da sole o un maglioncino a righe tricot per fare la differenza. E la differenza significa incetta di consensi: nel mare di foto sempre uguali, infatti, ciò che spicca è quello che raggiunge l’obiettivo.
Postare foto con lo stesso outfit non funziona né con noi esseri umani né con i pet perché a lungo andare stufa. Quindi, esattamente come accade per le fashion influencer a due zampe, arricchisci il guardaroba del cucciolo. E fagli sfoggiare almeno una mise diversa al giorno.

Gioca con didascalie divertenti

Non solo la foto dovrà essere comunicativa ma pure la didascalia che la correda. Il tono divertente e ironico, i giochi di parole, i calembour e i doppi sensi sono quelli che vanno per la maggiore.

Un esempio? “Non ci siamo neanche messe d’accordo e per caso ci siamo vestite tutte e tre uguali” a corredo di una foto di padroncina e cagnolini al seguito.

È una delle tante didascalie divertenti che accompagnano i post della influencer Giulia Valentina, spesso in compagnia dei suoi amati chihuahua.

Se vuoi rendere internazionale la fama del tuo pet, opta per descrizioni solo in lingua inglese: raggiungerai un bacino di pubblico molto maggiore.

Crea uno stile e un'identità facilmente riconoscibili

Il segreto del successo? Uno stile immediatamente riconoscibile. Ce l’ha insegnato Steve Jobs (che indossava sempre maglie dolcevita, jeans e sneakers), Mark Zuckerberg con le sue felpe casual ma anche l’elegantissimo e distintissimo Karl Lagerfeld che amava mostrarsi always with abito scuro, camicia bianca e cravatta super chic.

Un’identità fashion rafforza la personalità, rende più forti e permette di magnetizzare meglio gli sguardi altrui su di sé.
Vale per gli umani così come per tutto il resto, animali compresi. Scegli quindi uno stile ben preciso per il tuo amico, assortisci il suo guardaroba con capi adatti e fagli sfoggiare di post in post i look. Vari ma sempre omogenei.

Punta sull’originalità e sulla creatività

Altri ingredienti base per una ricetta vincente in materia di pet influencer? Originalità e creatività. La prima riguarda la fantasia che metterai al servizio dello scatto: non essere mai banale, sforzati sempre di adottare un punto di vista inedito, di usare la prospettiva meno scontata. E non parliamo solo di obiettivo fotografico: è a partire dal contenuto che bisogna essere originali!

Con creatività si intende originalità, ok, ma pure la declinazione più letterale: quella legata alla creazione handmade, all’artigianalità. Se te la cavi con ago e filo, con l'uncinetto così come con carta e colla, fai sbocciare il tuo estro e la tua manualità preparando tu stessa accessori, capi e scenografia per gli scatti. la genuinità che emergerà sarà un valore aggiunto, provare per credere.

Optare per la naturalezza, non troppe pose

Per valorizzare la personalità del pet - prima regola che porta al successo, come abbiamo visto - bisogna bandire le pose. Sia quantitativamente sia qualitativamente.

Troppe posture e pose eccessivamente costruite fanno vacillare la naturalezza del cane e del gatto. Il risultato? L’animale sarà infastidito e gli scatti lo documenteranno. Oltre ad attirati gli strali (sacrosanti) degli animalisti, non avrai nemmeno fatto un buon lavoro lato fashion.

Come in un servizio di moda troppe pose molto artificiose rischiano di rendere la modella finta, innaturale e anche un bel po’ spazientita, così accadrà sul profilo Instagram del tuo cucciolotto.

Se invece è un poser, perfetto: fai scegliere a lui come posizionarsi di fronte all’obiettivo e assecondalo. Così facendo, i cuori arriveranno a pioggia!

Riproduzione riservata