Donne plus size: ecco quali sono le misure e le taglie curvy

Credits: Getty Images

A partire da che taglia si è veramente una “curvy”? Una piccola guida al mondo curvy che ti spronerà a “osare” di più e a considerare la moda come un divertimento e non un limite imposto dal peso, dalle misure e dalla taglia.

Misure e taglie della donna curvy

Hai la fortuna di essere una donna "curvy"? Oggi è considerato un vero e proprio trend. Ma quando sentirsi davvero "curvy"? In realtà a partire dalla taglia 46: una misura che pian piano si è guadagnata un posto d'onore nel mondo della moda. Il motivo? Più d'uno, a pensarci bene. Grazie a fashion bloggers e modelle che calcano le passerelle più prestigiose (una su tutte l’americana Ashley Graham che sfila con una taglia 50, anche in lingerie!), e i brand di moda che propongono linee plus size.

Ma quali misure devi avere per sentirti una donna con le curve? Prima di tutto dovresti avere una circonferenza di 96 centimetri per il busto, 78 per il girovita e 103 per i fianchi. Queste almeno sono le taglie se porti la 46. E per quelle successive? Basta aggiungere una media di 5 cm a queste misure base. Ogni taglia in più corrisponde a circa 5 cm in più di circonferenza in questi 3 punti.


Lo shopping curvy

Chi lo ha detto che le donne curvy non possono essere stilose? Intendiamoci: in passato i brand di moda proponevano, per le donne formose, capi un po' tutti uguali...senza forma e abbondanti. Le influencer però hanno completamente rivoluzionato questa concezione. Via libera, quindi, a look sempre diversi e mai banali. Ma soprattutto femminili.

Inizialmente le curvy hanno avuto difficoltà ad acquistare capi che ben si sposano con le linee del fisisco. Un tempo infatti erano costrette a frequentare solo negozi per taglie forti. Oggi tutto è cambiato: riescono a comprare anche in retail internazionali, dallo stile giovane e contemporaneo.

Taglie curvy, dove trovarle

Dove potrai acquistare i capi di tendenza che ti faranno sentire a tuo agio? Se hai una taglia compresa fra la 46 e la 48 potrai trovarli un po' in tutti i negozi. Se invece hai dalla 50 in su dovrai recarti nei negozi specializzati. L'alternativa? I negozi di e-commerce: potrai scegliere i capi e gli accessori comodamente da casa e restituirli nel caso in cui non dovessero andarti bene.

Taglie conformate e calibrate

Dovrai tenere ben presente due elementi: la numerazione delle taglie è diversa da quella classica (che parte dalla 38), inoltre dovrai distinguere fra taglie calibrate e conformate. Le calibrate seguono lo stesso identico modello delle taglie normali, solo in misure più grandi, mentre le conformate, lo dice la parola stessa, sono “conformi” alla tipologia di corpo.

Le forme del corpo sono diverse anche se sei una donna con le curve. Sostanzialmente assimilabili alle forme classiche: clessidra, pera, mela e rettangolo. Dovrai solo essere più attenta ai capi che seguiranno meglio le linee del tuo fisico.

Conversione nelle taglie straniere 

Per non perderti fra le taglie straniere ecco cosa dovrai fare. Prima di tutto considera che la vestibilità dei brand americani è più ampia rispetto a quella italiana. Ecco come convertire per abiti, cappotti e giacche: se sei una 46 italiana la tua taglia corrispettiva americana è la 36, basta fare 46 meno 10! Se hai la 48 italiana sarai una 38 americana e così via.

Se si parla di pantaloni invece basta sottrarre il numero 16: se hai una 46 di pantaloni taglia italiana la tua taglia americana sarà la 30, 46 - 16! Per maglie, top e camicie l'operazione da fare è sottrarre alla tua taglia italiana il numero 30: ad esempio se di camicia porti una 50 italiana avrai una 20 americana.

Per quanto riguarda le taglie inglesi rispetto a quelle italiane basta sottrarre il numero 32 alla taglia italiana: se hai una 46 quindi la tua taglia in versione inglese sarà la 14 (per abiti, cappotti, camicie, top, maglie e giacche). Invece per i pantaloni partendo sempre dalla taglia curvy 46, il corrispettivo inglese è 32/33, se hai la 48 è 34/35, la 50 36/37 e così via. 

Se ti piacciono i brand spagnoli e francesi la regola per capire a che taglia corrispondi è per entrambe i casi molto semplice: sottrai il 4 alla tua taglia. Sei una 46 italiana? Bene la tua taglia spagnola o francese sarà la 42!

In generale però nei negozi online (oppure gli stessi brand) forniscono una tabella di conversione delle taglie che non ti farà sbagliare sul tuo acquisto.

Riproduzione riservata