Billie Eilish: la sua voce giovanissima per James Bond

Billie Eilish canterà la canzone di apertura 'No time to die' per il venticinquesimo film di James Bond: è la cantante più giovane della storia a firmare un brano per l'agente segreto al servizio di Sua Maestà

Sarà Billie Eilish, l'enfant prodige del rock puro, a cantare il main theme e cioè la sigla di apertura di "No time to die", il venticinquesimo film di James Bond, il più famoso agente segreto al servizio di Sua Maestà, in uscita nelle sale il 9 aprile.

La giovanissima cantante - è nata il 18 dicembre 2001 a Los Angeles e cresciuta nel quartiere di Highland Park, a 18 anni appena compiuti è riuscita a vincere ai Grammy in 5 su 6 delle categorie cui era candidata, le principali sono: miglior artista esordiente, miglior album dell’anno e anche migliore canzone. La sua vittoria passerà alla storia anche per il discorso di ringraziamento, il più breve mai pronunciato: «Grazie, ciao!».

Ora si appresta a conquistare un altro record perché ha scritto insieme al fratello maggiore Finneas la canzone che segnerà la colonna sonora del prossimo 007. «Non ci credo, James Bond è il film seriale più figo che esista... Sono ancora sotto shock!». Ci fa sorridere questa battuta, ma non poteva essere diversa la reazioni di una teenager alla notizia bomba che l'ha catapultata nell'Olimpo della musica.

Billie - che all'anagrafe fa Billie Eilish Pirate Baird O'Connell - diventa così la più giovane artista della storia ad aver scritto e registrato il brano principale di James Bond. «È pazzesco essere parte di questo progetto. È un grandissimo onore firmare il brano portante del film che è parte di una serie così leggendaria. Sono ancora scioccata», ha dichiarato il giovane talento rock. E il fratello (nominato anche lui ai Grammy Awards) ha aggiunto: «Scrivere il tema del film di James Bond è qualcosa che abbiamo sognato per tutta la nostra vita. Non c'è accoppiata più iconica tra cinema e musica se non brani come Goldfinger e Live And Let Die. Ci sentiamo così fortunati nel ricoprire un ruolo, seppur piccolo, in una saga così leggendaria e longeva come 007».

Billie Eilish ha raccontato di essere rimasta talmente stupita da pensare inizialmente ad uno scherzo tanto che ha voluto aspettare la conferma della Metro Goldwyn Mayer Studios e di Universal Pictures International - ricordiamo, infatti, che la Eilish è stata un'utentica rivelazione del 2019 appena concluso con la pubblicazione del suo disco d’esordio, When We All Fall Asleep, Where Do We Go? - Conferma che è arrivata puntualmente. «Siamo davvero molto felici di annunciare che Billie e Finneas hanno scritto una canzone incredibilmente potente e commovente per No Time To Die, un brano che è stato confezionato impeccabilmente per inserirsi perfettamente nell'emotività della storia del film», hanno reso noto Michael G. Wilson e Barbara Broccoli, produttori del film.

Dopo un inizio in grande stile non possiamo che augurare a Billie di arrivare al successo e alla popolarità dei suoi predecessori: a "prestare" la sua voce nel 2002 infatti era stata Madonna con Die Another Day; poi è toccato a Chris Cornell con You Know My Name; poi ancora il duetto tra Jack White e Alicia Keys per Quantum of Solace; nel 2012 Adele per Skyfall; e nel 2015 Sam Smith per Spectre con Writing's on the Wall. Questi ultimi entrambi vincitori del premio Oscar per la migliore canzone in un film.

Getty Images
Getty Images
Getty Images
Getty Images
Getty Images
Getty Images
Getty Images
Getty Images
Getty Images
Getty Images
Riproduzione riservata