Charlize Theron: occorre uno stipendio per le mamme

Le mamme devono essere retribuite: è questa la richiesta di una campagna di cui si fa portavoce l'attrice di origini sudafricane

Un vero e proprio "piano Marshall" per le mamme quello ideato della bellissima attrice sudafricana Charlize Theron insieme ad altri volti noti del mondo del cinema come Eva Longoria e Julianne Moore. Il premio Oscar per The monster ha rivolto al neo presidente Joe Biden una richiesta importante: un concreto e sostanzioso aiuto economico per riconoscere alle donne lo sforzo di organizzazione e gestione dei figli e della casa e di conciliazione con il lavoro. «Caro Presidente Biden, sa bene che le mamme sono il fondamento della società. E siamo stanche di lavorare gratis. Abbiamo bisogno di un piano Marshall. Ora».

The Marshall Plan for Moms - il nome è passato alla storia grazie al segretario di Stato americano George Marshall che decise di avviare un piano di aiuti economici rivolto ai paesi europei - chiede dunque investimenti a supporto di una enorme fetta di popolazione che svolge un lavoro non retribuito. «La nostra attitudine a prenderci cura dei figli, degli anziani e della casa deve essere ribadita e riconosciuta», sottolinea la Theron, «ma soprattutto adeguatamente valorizzata. E non solo in America ma in tutto il mondo».

Uno stipendio quindi per tutte le mamme che da sempre si occupano della famiglia, ma che oggi, con la pandemia, ne hanno ancora più diritto. Perché il loro è un lavoro vero e proprio che spesso si aggiunge a quello che svolgono fuori casa con impegno e dedizione. «Fare le mamme è un mestiere. E come tale va riconosciuto e retribuito. Sempre e dovunque si svolga», chiarisce l'attrice che chiede a Biden «il presidente di tutti», di passare dalle parole ai fatti e di garantire certezze a tutte le donne-mamme.

«Il Covid ha decimato così tante delle nostre carriere…Due milioni di noi hanno perso il lavoro. E altri 4 milioni di donne sono state costrette a ridurre le ore o, peggio, a lavorare 24 ore su 24 per mantenere il posto. E non si tratta di un incidente isolato ma di una crisi nazionale. Non ha certo creato lei questo problema, presidente, ma la sua amministrazione ha l'opportunità di risolverlo. La maternità non è un favore e non è un lusso. È un lavoro. I primi 100 giorni sono un vantaggio per definire i nostri valori. Iniziamo valorizzando le mamme», chiede la musa di Dior supportando così un'altra battaglia (oltre a quella contro l'Hiv in Africa e quella sui diritti dei trasgender) che la vede protagonista in prima linea.

Getty Images
1 di 16
Getty Images
2 di 16
Getty Images
3 di 16
Getty Images
4 di 16
Getty Images
5 di 16
Getty Images
6 di 16
Getty Images
7 di 16
Getty Images
8 di 16
Getty Images
9 di 16
Getty Images
10 di 16
Getty Images
11 di 16
Getty Images
12 di 16
Getty Images
13 di 16
Getty Images
14 di 16
Getty Images
15 di 16
Getty Images
16 di 16
Riproduzione riservata