Chi è Leonie, Miss Germania a 35 anni

18 02 2020 di Eleonora Lorusso
Credits: Getty Images

Leonie von Hase ha vinto il titolo di miss Germania a 35 anni, sfilando in giacca e pantaloni. Il conoscorso di bellezza tedesco ha cambiato le regole aprendo alle donne con figli, alzando il limite di età e privilegiando il criterio della personalità rispetto a quello della bellezza

La nuova miss Germania si chiama Leonie von Hase, ha 35 anni, è una mamma e riceve la corona vestita in completo giacca e pantaloni. Praticamente impossibile pensare di poter partecipare, men che meno vincere un concorso di bellezza alla sua età. Invece Leonie è riuscita a essere incoronata Miss Germania, sbaragliando la concorrenza di 20enni in abitini e bikini con generose scollature e cosce ben in vista. Ma chi è la nuova Miss Germania? E perché è stata premiata?

Leonie, madre single 35enne

Nata a Città del Capo (Sud africa), Leonie von Hase vive da cinque anni a Kiel, capoluogo dello Schleswig Holstein nel nord della Germania, dopo aver trascorso buona parte della sua infanzia nel continente africano, dove vivono ancora i genitori e le sorelle. Spirito indipendente, negli anni ha girato il mondo, vivendo anche in Italia a Milano, oltreché ad Atene, Londra, Città del Capo e Berlino. «Avevo bisogno di conoscere il mondo» ha dichiarato.

Ha studiato teatro, letteratura inglese e ha fatto lavori diversi, cameriera, copywriter, consulente di marketing, organizzazione eventi, giornalista, ghost writer, food blogger, modella e attrice. Il sogno di Leonie da ragazza, cioè avere una carriera nel cinema è l'unico tratto che la rende simile alle classiche miss di una volta.

Oggi gestisce la sua attività di piccola imprenditrice con un negozio online di abbigliamento vintage (The Leonie Store) con il quale si guadagna da vivere e si occupa del figlio di 3 anni da mamma single.

Ha vinto la personalità

Il criterio di selezione delle Miss al concorso tedesco, che ha premiato come “reginetta” la più anziana tra le 7500 concorrenti ha stupito il mondo. Leonie, infatti, ha sfilato sulla passerella per tutto il tempo non in bikini, come le classiche aspiranti miss, bensì in giacca e pantaloni. In effetti per l’edizione 2020 sono stati cambiati i criteri utilizzati dalla giuria, composta interamente da donne. In primo luogo è stata abolita la sfilata in costume, sostituita da abiti scelti dalle partecipanti (Leonie ha scelto pantaloni palazzo). In più l’età massima delle concorrenti è stata alzata a 39 anni (in Italia il limite è 30 anni) ed è caduto anche il divieto per le donne sposate o madri. Ma soprattutto è stata inserita la valutazione su carattere, personalità e storia, diventata più importante dell’aspetto fisico. «Vogliamo un contest per l’epoca digitale. Cercavamo una donna di questi tempi, che si impegna in qualcosa, che sa utilizzare i social media e sappia essere un modello per il prossimo» ha spiegato uno degli organizzatori. Leonie ha tutte queste qualità, ed è anche molto seguita su Instagram. 

Dopo la vittoria ha dichiarato: «Non ho bisogno di un abito per esprimere la mia femminilità e certo non farò il manichino per un anno» ma dovrà comunque partecipare a oltre 200 tra eventi ed esibizioni organizzati nei prossimi dodici mesi.

«Non sei troppo vecchia e non mai troppo tardi»

Certamente il fatto che il concorso sia stato aperto per la prima volta anche alle over 30 e madri, e che la giuria fosse totalmente femminile ha rappresentato in dettaglio rivoluzionario non da poco. Eppure Leonie, alla vigilia della manifestazione, si era sentita dire più volte di essere «troppo vecchia, troppo brutta per vincere». Così non è stato, anzi lei stessa ha rivolto un messaggio alle altre donne: «Del titolo me ne farò poco. Ma ho partecipato perché mi piaceva questo nuovo corso. Non sei troppo vecchia e non è mai troppo tardi» ha esortato rivolgendosi alla donna ipotetica che in ciascuna di noi a volte non osa per paura.

Riproduzione riservata