Come misurare la pressione nel modo giusto

Come si prova la pressione a casa? Lo spiega il dottor Mauro Agnifili, cardiologo emodinamista Senior presso il Gruppo ospedaliero San Donato


Mantenere la pressione nella norma è fondamentale per prevenire le malattie cardiovascolari come infarto e ictus. In alcuni casi è necessario misurare regolarmente la pressione a casa. Vediamo quando e come farlo correttamente con l'aiuto del dottor Mauro Agnifili, cardiologo emodinamista Senior presso il Gruppo ospedaliero San Donato.

Quali sono i valori giusti

La pressione non deve superare 135 mmHg la massima e 85 mmHg la minima.

Chi deve controllarla regolarmente

  1. Chi ha avuto dei picchi di pressione alta, prima di decidere se iniziare una cura farmacologica, in genere deve misurare la pressione regolarmente per un certo periodo, secondo le indicazioni del medico.
  2. Se si è già in cura con farmaci antipertensivi è necessario tenere sotto controllo la pressione tre volte alla settimana, due volte al giorno, per verificare l'efficacia della terapia.
  3. D'estate di solito bisogna diminuire il dosaggio dei farmaci antipertensivi, mentre d'inverno occorre aumentarlo: in questi periodi lo specialista suggerisce un'automisurazione quotidiana.

Il momento giusto

L’ideale è misurarla sempre alla stessa ora.

I momenti migliori? Al mattino, 30 minuti dopo esserti alzata, perché appena svegli il corpo si riattiva e la pressione tende ad aumentare, e prima di colazione.

La sera, prima di cena o 2, 3 ore dopo aver mangiato, perché tutto quello che succede nello stomaco influisce sull'apparato cardiovascolare.

4 Consigli da seguire

  1. Innanzitutto siediti e rilassati qualche minuto, senza discutere o telefonare.
  2. Non bere alcolici o caffè nell'ora precedente alla misurazione e non fumare.
  3. Non usare gli spray nasali decongestionanti perché contengono sostanze capaci di aumentare la pressione.
  4. È meglio anche fare prima la pipì perché, se la vescica è piena, la tensione stimola dei riflessi che possono alterare i valori.

L'automisurazione in 6 mosse

È molto importante anche la posizione del braccio. Ecco passo passo cosa fare.

  1. Appoggia il braccio sul tavolo, con il palmo della mano rivolto verso l'alto.
  2. Fai attenzione che il braccio sia alla stessa altezza del cuore: eventualmente scivola un po' in avanti sulla sedia.
  3. Infila sul braccio il manicotto di gomma dell'apparecchio, tra l'ascella e la piega del gomito.
  4. Prendi tre misurazioni a distanza di 2 minuti l'una dall'altra.
  5. Fai una media delle tre misurazioni e scrivila su un foglio.
  6. Tieni un diario in cui annotare ogni giorno i risultati delle misurazioni: servirà al medico per avere un'idea più precisa dell'andamento nel tempo della tua pressione.


LEGGI ANCHE:

TIENI IL COLESTEROLO SOTTO 200 CON LA DIETA


Riproduzione riservata