Michail Gorbaciov
Gorbaciov con la moglie Raissa

Michail Gorbaciov è morto

Mikhail Sergeyevich Gorbaciov è morto martedì 30 agosto a 91 anni. Fu l'ideatore della perestrojka e il vero artefice della caduta del Muro di Berlino

Michail Gorbaciov è morto. Come sarebbero andate le cose senza di lui lo lasciamo dire agli studiosi. Quel che sappiamo però è che grazie a Gorbaciov il mondo ha potuto invertire la rotta e Russia e States hanno messo mano ai loro arsenali in nome del disgelo. Con quella firma messa insieme da lui e Ronald Reagan su uno dei trattati che hanno fatto la storia, sono stati distrutti 2.692 missili, 846 americani e 1.846 russi. In questi tempi di guerra vale la pena ricordarlo!

Michail Gorbaciov fu il vero artefice della caduta del Muro

Gorby, come è stato amichevolmente soprannominato, ha guidato l’Unione sovietica alle sue prime libere elezioni ed è stato determinante per la caduta del muro di Berlino nell’89. Molto amato in Occidente, le cose non sono andate altrettanto bene in patria: contro di lui anche un colpo di Stato. Ma il suo impegno per la democrazia è stato premiato a Stoccolma con il nobel per la Pace nel 1990.

Getty
1 di 12 - Michail Gorbaciov con il presidente americano Ronald Reagan.
Shutterstock
2 di 12 - Michail Gorbaciov
Shutterstock
3 di 12 - Michail Gorbaciov
Shutterstock
4 di 12 - Una statua dedicata a Michail Gorbaciov.
Shutterstock
5 di 12 - Michail Gorbaciov
Shutterstock
6 di 12 - La statua di Michail Gorbaciov al Madame Tussauds Museum di Berlino.
Shutterstock
7 di 12 - Michail Gorbaciov
Shutterstock
8 di 12
Shutterstock
9 di 12 - La statua di Michail Gorbaciov al Madame Tussauds Museum di Berlino.
Shutterstock
10 di 12 - Michail Gorbaciov in visita ufficiale a Berlino nel 2009.
Shutterstock
11 di 12 - Michail Gorbaciov
Shutterstock
12 di 12 - Michail Gorbaciov

Lo spot per Pizza Hut

Michail Gorbaciov è apparso in una pubblicità televisiva del 1998 di Pizza Hut, la famosa catena di ristorazione statunitense. Lo spot è stato girato nel novembre 1997 sulla Piazza Rossa e in un ristorante Pizza Hut in un altro luogo della capitale. È andato in onda a livello internazionale nel gennaio 1998, ma non in Russia.

Lo spot ha creato grande scalpore. A quanto pare si trattava di un buon affare per entrambe le parti: Gorbaciov aveva bisogno di raccogliere fondi per i suoi progetti umanitari e ambientali internazionali, mentre Pizza Hut voleva produrre una nuova e insolita pubblicità. La catena di ristoranti statunitense voleva infatti costruire un ponte fra persone di età, culture e nazionalità diverse, promuovendo il proprio brand attraverso celebrità e personaggi pubblici. “A volte niente unisce le persone come una buona pizza calda di Pizza Hut”, recita lo spot di 60 secondi.

La pubblicità fu un successo. In effetti, lo spot di Pizza Hut rispecchiava la realtà quotidiana di milioni di persone che attribuivano a Gorbaciov la colpa di tutti i loro guai, a differenza di coloro che invece lo accolsero come un eroe.

La sepoltura con la moglie Raissa

Michail Gorbaciov verrà sepolto accanto alla sua amatissima Raissa, moglie e compagna di una vita. Lui le ha scritto una dichiarazione d’amore postuma nella sua biografia: «Io e Raissa abbiamo convissuto quasi 50 anni senza mai separarci ed essere di peso l'uno per l'altra. Insieme siamo stati sempre felici». Buon viaggio Michail.

.

Riproduzione riservata