Come «ripulire» il tuo profilo Facebook e Instagram

Tenere in ordine i propri profili social non è tempo perso. La nostra identità virtuale è esposta ad amici e conoscenti, curiosi e persino potenziali datori di lavoro: è giusto mostrarci con consapevolezza. Ecco i consigli pratici per gestire eventuali ripensamenti su post, foto e amicizie

Abbiamo trascorso settimane chiusi in casa, nella fase 1 di lockdown, chi a lavorare in smartworking, chi a leggere, a cercare di tenersi in forma con gli allenamenti in salotto, chi a «navigare» sui social, curiosare e soprattutto postare foto e commenti sulla propria condizione di «reclusi» forzati, sulle nostre attività o svaghi, sui nostri stati d’animo. Forse (spesso) con troppa enfasi e coinvolgimento tanto che a rileggerli ora vien voglia di cancellare tutto o quasi. Ecco come fare pulizia, per ripartire con la fase 3, anche sui social.

Perché tenere in ordine i profili social

Non serve tornare agli anni pre-matrimonio per sognare di cancellare quanto pubblicato sulla propria bacheca Facebook. E non serve neppure scomodare una sorta di metodo di Marie Kondo per «riordinare» il proprio profilo social, soprattutto pensando che potrebbe essere visitato anche da sconosciuti, potenziali nuovi datori di lavoro o semplici curiosi. Se fino a qualche tempo occorreva togliere i post uno alla volta (e le foto per album) adesso il team di Zuckerberg ci ha fornito un nuovo strumento. Basta andare nel Registro attività, selezionare Gestisci attività poi I tuoi post. Da qui si può scegliere cosa tenere e cosa cestinare in modo più veloce utilizzando proprio la possibilità di ricercare ciò che vogliamo rimuovere.

Cancellare tramite i filtri

Se durante la quarantena si sono postati diversi commenti o articoli che ora non vogliamo più che appaiano sulla nostra bacheca potremo sbarazzarcene selezionandoli e cliccando sull’icona dei tre puntini che apparirà accanto al post. Da qui si può scegliere se cancellarli dalla Timeline o Eliminare. Nella versione mobile, invece, bisogna entrare nel proprio profilo (in basso a destra, dove c’è l’icona con le tre righe orizzontali), selezionare Impostazioni, poi Le tue informazioni su Facebook e da qui cliccare su Registro attività. Per evitare di controllarle una per una, si può fare una ricerca per Anno o per Categoria (post, foto e video, attività o post in cui ti hanno taggato, post di altre persone sul tuo diario, ecc.), e cancellare ciò di cui ci si vuole liberare.

Cosa significa "eliminare" sui social

Ma attenzione: «In realtà ciò che noi pubblichiamo su Facebook e sui social in genere non viene mai del tutto distrutto. Semplicemente non apparirà più nella bacheca in modalità pubblica. Lo stesso accade con le foto: noi possiamo cancellare alcuni album, ma il social le conserverà, tanto che dopo anni potrà capitare che ce le riproponga sotto forma di Ricordi (e noi potremo scegliere se condividerle). Esiste anche un motivo di sicurezza pubblica: in caso di reati, le autorità di polizia potrebbe richiedere tutte le informazioni ai gestori dei social, che le conservano nei propri database anche quando non sono più disponibili neppure a noi utenti» spiega Andrea Albanese, social media manager. Ad esempio, i log con gli IP (cioè il registro delle connessioni effettuate dall'utente) sono mantenuti per 90 giorni, secondo quanto dichiarato da Facebook stessa qualche tempo fa. 

Come archiviare sui social

Se, invece, siete indecisi se cancellare o meno i contenuti, potete anche scegliere Nascondi dal diario, selezionando i tre puntini in alto a destra del post in questione e scegliendo l’opzione desiderata. «In questo modo lo si rende non più visibile agli altri, ma sempre disponibile per noi nel caso lo si volesse ripubblicare in un secondo momento» spiega Maria Cristina Pizzato, esperta di social media. Le funzione è disponibile sia da computer che da smartphone e tablet.

Come rimuovere le amicizie

Anche le amicizie, a volte accettate in modo frettoloso o superficiale, possono essere rimosse. Se nel corso degli anni e delle ultime settimane abbiamo accumulato un numero eccessivo di contatti, ma ancora tale da non costringerci a ricorrere a un profilo da «personaggio pubblico» (5.000 amicizie), la procedura più semplice è quella di smettere di seguire alcuni dei nostri «amici». In questo modo non si perderà la possibilità di contattarli e soprattutto loro non sapranno che smetteremo di leggere i loro post con priorità, ma per noi l’effetto immediato sarà quello di non veder comparire in continuazione quanto postano loro. È sufficiente andare nella sezione Notizie e selezionare Non seguire più. Un’altra modalità è quella di scegliere il Metti in pausa i post per 30 giorni o di “nasconderli».

Per velocizzare la pulizia si può scegliere l’opzione Recenti, che consente di visualizzare chi sono i nostri nuovi contatti, nel caso eliminandoli selezionando i tre puntini che compaiono a destra del nome e della foto della persona in questione. È anche possibile scegliere di non seguirlo più o di bloccarlo: con quest’ultima opzione il soggetto non potrà più vedere le nostre azioni o contattarci su Facebook.

Come togliere i «Like»

«Quanto ai «Like» si possono togliere, ma singolarmente, quindi si tratta di un lavoro un po’ lungo se si vuole tornare indietro nel tempo. Un aiuto arriva dalla possibilità di selezionare tramite hashtag o tag: sempre dalla sezione Registro attività e Gestione attività potremo fare una ricerca per parola chiave o hashtag, in modo che ci compaiano tutte le nostre attività associate a quella parola» spiega Andrea Albanese, social media manager.

Come cancellare i messaggi privati

È possibile cancellare anche quanto scritto su Messenger in modo privato, ma solo entro un certo tempo, come per WhatsApp, dopodiché eliminando il messaggio questo non sarà più visibile per noi, ma rimarrà nella conversazione del destinatario. Basterà tenere premuto sul testo e comparirà l’opzione Rimuovi per me: «Anche in questo caso funziona come per i messaggi o il registro delle chiamate tramite smartphone (o vecchi cellulari). In caso di necessità ai fini di una indagine giudiziaria sarà comunque sempre possibile recuperare i tabulati» spiega Andrea Albanese, social media manager.

Come ripulire Instagram

Ciò che invece non possiamo nascondere, almeno in apparenza, sono le nostre foto pubblicate su Instagram, come storie o feed. Per le storie il problema non si poneva fino a qualche tempo fa perché si auto cancellavano dopo 24 ore. In realtà, rispetto agli esordi del social, da tempo è possibile salvare anche le storie con due modalità: archiviandole (ad uso privato) o selezionando Highlights. Questo permetterà di inserire le storie più belle direttamente sul proprio profilo e a tempo indeterminato. Ma per i feed? Sia che si utilizzino dispositivi iOS che Android il procedimento è analogo. Occorre digitare sulle immagini che si vogliono eliminare, cliccare sull’icona dei tre puntini (in alto a destra) e selezionare dal menù a tendina che appare la voce Elimina. È anche possibile scegliere Archivia che, come per Facebook, permette di rendere i contenuti visibili all’utente in modalità privata, per poterli poi rendere eventualmente ancora pubblici in qualsiasi momento in futuro (basterà andare sul simbolo dell’orologio, scegliere l’immagine da pubblicare e selezionare i tre puntini e poi Mostra nel profilo.

«Anche in questo caso, però, va detto che tutto ciò che pubblichiamo sui social non scompare mai del tutto. Semplicemente finisce nei database dei gestori, perché al momento dell’iscrizione accettiamo implicitamente ed esplicitamente l’uso di quanto rendiamo pubblico, postandolo» conclude Maria Cristina Pizzato, esperta di social media.

Come funziona Facebook Shops

VEDI ANCHE

Come funziona Facebook Shops

Riproduzione riservata