La ginnastica per i piedi contro il mal di schiena

I piedi sono organi complessi, responsabili del nostro equilibrio. Se lavorano male, possono causare dolori alla schiena e al collo. Allora prendiamoci pochi minuti ogni giorno per fare esercizi specifici. Ritroveremo forza e flessibilità

Ventisei ossa, una trentina di articolazioni e un centinaio tra muscoli, tendini e legamenti. Tutti nei piedi, organi complessi di senso ed equilibrio, ricchi di recettori, fonti insostituibili di informazioni per il controllo della posizione nello spazio e dotati di una capacità sensitiva superiore a quella della mano. Però, quasi nessuno di noi è consapevole della loro importanza e molto spesso li trascuriamo.

Il piede, inoltre, è uno degli elementi fondamentali del sistema posturale che ci permette di avere movimenti coordinati e precisi. Quindi se lavora male, se non può muoversi come dovrebbe, rischia di causare mal di schiena, squilibri del bacino, dolori al collo e addirittura tensioni al diaframma, il principale muscolo respiratorio, oltre che problemi al pavimento pelvico. «Di solito succede quando i muscoli delle nostre estremità vengono utilizzati male o lavorano in modo scorretto: perché la fascia plantare è contratta perché il peso è mal distribuito, perché, semplicemente, si generano blocchi e tensioni che si diffondono velocemente anche nelle altre parti del corpo» conferma Martina Pescanti, personal trainer e chinesiologa. «Un piede mobile, flessibile e forte si adatta alle superfici e alle situazioni, proteggendo tutto l’apparato muscolare e articolare, in primis ginocchia e schiena».


Mal di schiena da quarantena: piccoli esercizi per tutti

VEDI ANCHE

Mal di schiena da quarantena: piccoli esercizi per tutti

L’ideale in queste settimane in cui siamo a casa è camminare il più possibile scalzi e dedicare ai piedi un po’ di movimento specifico per avere una base d’appoggio forte e resistente e per mantenere la fluidità in tutto il corpo. Per questo con l’aiuto della fitness trainer Maria Lupinc ti proponiamo 4 esercizi ad hoc. Eseguili, se puoi, almeno tre volte a settimana. Iniziando e concludendo il workout con una camminata, anche sul posto, di due minuti. Rigorosamente scalza.

Tonifica le dita

In piedi, sguardo davanti a te, mani sui fianchi e gambe parallele, cammina lentamente, appoggiando solo l’avampiede, sempre con i talloni sollevati, alzando bene le ginocchia. Il trucco in più Per ottimizzare i benefici di questo esercizio provalo su superfici diverse, ma sempre dure o appena morbide, come tappeti o cuscini bassi, così aumenterai la sensibilità dei tuoi piedi e li tonificherai (soprattutto, la muscolatura delle dita). Concediti 2-4 minuti per l’esercizio.

Rilassa la pianta

In piedi, metti sotto il tallone destro una palla da tennis o una pallina un po’ elastica, mantenendo le gambe leggermente divaricate. Inizia a massaggiare la pianta, dal tallone verso la punta, per allentare la tensione della catena muscolare posteriore, che parte dal piede e arriva sino alla testa. Il trucco in più Per sviluppare al meglio la capacità dei recettori sensoriali delle piante dei piedi, quando riuscirai a mantenere bene l’equilibrio, fai il movimento a occhi chiusi. Esegui l’esercizio per 2 minuti da un lato e poi cambia piede.

Rinforza i muscoli

Siediti, rimanendo sul bordo della sedia, con la schiena in linea, e sistema un asciugamano o uno strofinaccio a terra, davanti a te. Allunga quindi la gamba destra e aggancia, con le dita del piede, l’asciugamano, sino a sollevarlo. Rimettilo a terra e ripeti per 15 volte.

Eseguilo prima pinzando l’asciugamano con alluce e secondo dito, poi solo con le dita centrali, 10 volte in totale. Poi rilassa le dita, muovendole per qualche secondo, ed esegui dall’altra parte, sempre per 15 volte con tutto il piede e 10 selezionando le dita impegnate.

Migliora il controllo

Impugna una matita tra l’alluce e il secondo dito del piede. Fissa al pavimento un foglio con dello scotch, in modo che non si muova, appoggia a terra il tallone e scrivi il tuo nome. Inizia utilizzando delle lettere grandi, a stampatello, poi passa al corsivo, cercando di tenere un tratto fluido e leggebile. Scrivi per almeno 1 minuto, poi passa al piede sinistro.

Rendi più complesso l’esercizio scrivendo tutti i numeri, dall’1 al 50. E poi disegnando una casetta, un cane, un’automobile. Esercitandoti con entrambi i piedi.

Yoga, Pilates e ginnastica posturale per correre meglio

VEDI ANCHE

Yoga, Pilates e ginnastica posturale per correre meglio

Riproduzione riservata
Main Partner
Partner