Nutritional influencer

Chi sono i nutritional influencer

In America i nutritional influencer sfiorano il milione di follower ma anche a casa nostra piacciono sempre di più. Sono gli specialisti che raccontano sui social come salvare la linea e la salute

È il bello dei social: chiunque può dire la sua. Ma quando si parla di alimentazione e salute la questione diventa delicata. Per combattere disinformazione e fake news, su Instagram sono sbarcati loro, i nutritional influencer: specialisti che sbottonano il camice per vestire i panni dei divulgatori 2.0 e attraverso tips e ricette raccontano i principi base di un’alimentazione equilibrata.

Per riconoscerli basta sbirciare la loro bio: tutti mettono ben in evidenza la qualifica di medico, nutrizionista, terapista nutrizionale, dietista o dietista sportivo. Il fenomeno è nato in America dove ci sono doc che sfiorano il milione di follower con i loro post su come pianificare i pasti, cucinare in modo più sano e leggero o rispettare il pianeta quando si fa la spesa. E in Italia? Abbiamo scelto le tre instagrammer più seguite. Tre donne che ispirano e fanno opinione con informazioni scientificamente approvate. E tantissime verdure.

Il medico che cucina facile e veloce

Sofia Bronzato @sofiabronzato

Medico chirurgo specializzato in nutrizione, è la più amata delle nutritional influencer italiane. Scientifica ma molto ironica, ti aiuta a ripensare l’alimentazione, dalla pianificazione della spesa settimanale alla preparazione dei piatti quotidiani, tutti ispirati alla dieta mediterranea. Un cous cous con ceci, pomodorini e menta o un’insalata mista con peperoni rossi, mais e fagioli (anche in scatola se non c’è tempo) condita con yogurt alle erbe: i piatti postati da Sofia sono pratici e veloci.

E la chiave del suo successo sta proprio in questo: è un vero aiuto per chi vuole avvicinarsi a un’alimentazione più sana ma non sa da dove cominciare. Sofia non finge per sé un’irrealizzabile ideale di perfezione nutrizionale: non si nega un cornetto al bar o un gelato. Ma li trasforma in uno strumento di educazione alimentare.

Se la segui impari a: riconoscere un buon gelato artigianale. Nei suoi post evita quelli che svettano dalla vaschetta come montagne (contengono sicuramente addensanti), quelli che hanno colori fluo (la menta deve essere bianca, non verde) o hanno gusti fuori stagione (no alla pesca d’inverno) e punta sulle gelaterie che esibiscono la lista degli ingredienti.

La nutrizionista che smaschera le fake news

Martina Donegani @martinalasaluteincucina

Biologa nutrizionista, insieme a suo padre, il tecnologo alimentare Giorgio Donegani, ha scritto Free From Fake (Biomedia Editore), libro-bussola per chiunque voglia tenersi alla larga dalle fake news alimentari che circolano in rete.

Con questo stesso spirito, a metà tra scienza e divulgazione, nella rubrica settimanale Lo sapevi?, Martina condivide con i suoi follower le curiosità sugli alimenti più in voga (dal latte d’avena ai semi di chia alla pasta di legumi) sfodera tips che spingono a consumare più frutta e verdura di stagione (sapevi che l’anguria, nonostante il suo sapore dolce, è uno dei frutti più leggeri e meno calorici?) e svela trucchi super utili per chi vuole tenere d’occhio la bilancia (sapevi che lo yogurt greco contiene la metà degli zuccheri e il doppio delle proteine di uno bianco?).

Se la segui impari a: stare alla larga dalle bufale più popolari, ormai così radicate da essere diventate senso comune. Scoprirai, per esempio, che lo zucchero di canna che scegli al bar non è più light di quello bianco. Che, a parità di peso, le gallette di riso che porti in spiaggia per “restare in forma ” sono più caloriche del pane. Che bere acqua e limone, al mattino appena sveglia, non è più detox che bere un bicchiere d’acqua. Solo, un po’ più vitaminico.

La mamma-doc che mangia veg

Silvia Goggi  @silviagoggi

Specialista in Scienze dell’Alimentazione, è autrice del bestseller È facile diventare un po’ più vegano (Rizzoli). È medico e mamma di due bimbi e su Instagram affronta quella che spesso è ancora considerata un azzardo o un’impresa impossibile: “cucinare veg” per tutta la famiglia, piccolissimi inclusi. Il filo rosso che lega stories e post sono i benefici di un’alimentazione 100% vegetale per tutti: con ricette e consigli che mescolano il senso pratico tipico di una mamma con il rigore della scienziata, Silvia può esserti d’aiuto se vuoi provare ad avere un’alimentazione più green e ridurre l’impatto ambientale della tua famiglia, anche solo per qualche giorno a settimana.

Se la segui impari a: farcire il panino da portare in spiaggia quando non vuoi metterci prosciutto e formaggio. Schiaccia grossolanamente dei ceci con capperi, avocado, limone e senape; prepara un pesto proteico con piselli o edamame surgelati, basilico e mandorle, o farcisci con strati di verdure grigliate e hummus. Con poco tempo e poca spesa, avrai un pranzo nutriente e leggero, ricco di proteine verdi e adatto per grandi e piccoli.

Secondo un’indagine dell’European Food Safety Autority, un italiano su 4 usa soprattutto i social come fonte di informazione alimentare

Riproduzione riservata