Quanto fa bene ridere (e non rodere)

29 08 2019 di Geppi Cucciari
Credits: Shutterstock

Viaggiare, aggregarsi per un giorno o un fine settimana sono attività perfette anche a fine estate. C’è chi opta per un ricongiungimento interiore e chi il proprio io più intimo non lo sopporta d’inverno, figuriamoci d’estate quando fa caldo. C’è chi raggiunge parenti che non vede mai (e si ricorda troppo tardi che una ragione ci deve essere), e chi se li porta da casa ed è felice così.

Ma c’è una cosa che non dovrebbe mai mancare ed è più consigliata dei massaggi e delle terme: le risate. Per le arterie, per la circolazione, per il cuore, dicono all’università del Maryland. L’arteria brachiale, un grosso vaso sanguigno che corre dalla spalla al gomito, ha tempi di dilatazione ottimi in chi si è appena prodotto in una risata.

E allora cercate di frequentare chi vi fa ridere e non rodere, allontanate chi le energie ve le toglie e non ve le dona, permettete che una risata vi salvi, possibilmente in ottima compagnia e non di un cardiologo. A meno che non ve lo siate sposato.

Riproduzione riservata