3 cibi che fanno bene al fegato e 3 cibi che lo appesantiscono

Crocevia metabolico ed organo chiave, il fegato è uno degli attori principali della nostra salute. Scopriamo come mantenerlo sano con una alimentazione corretta e facciamo innanzitutto distinzione tra i cibi che fanno bene al fegato e i cibi che lo appesantiscono.

Il fegato rappresenta la nostra centrale metabolica. Interviene obbligatoriamente in tutti i processi digestivi, in tutti i processi di detossificazione ed eliminazione delle scorie, ma ha anche un’importantissima attività costruttiva.

Il fegato è l'organo crocevia di innumerevoli passaggi biochimici e l'arbitro indiscusso del nostro stato di salute. Proprio per questo motivo è fondamentale prendersene cura, preservarne la funzione e la struttura.

Cibi che fanno bene al fegato

La natura offre tanti nutrienti utili, tra i quali anche quelli per mantenere in salute il nostro fegato. Scegliere di arricchire la nostra dieta con qualcuno di questi alimenti, è sicuramente una saggia scelta. È proprio il senso dei piccoli gesti quotidiani.

Verdure amare

Cicorie, carciofi, cardi, rucola e così via sono alimenti assolutamente preziosi per il nostro fegato. 

La loro attività è sicuramente da ricondurre, al di là della funzione eupeptica, ossia digestiva, all’attività coleretica e colagoga. Termini al quanto complessi, per descrivere la capacità di queste verdure di facilitare la produzione ed il riversamento della bile dalla cistifellea all’intestino. Una azione preziosa, anche per eliminare dal nostro organismo le sostanze tossiche.

Tè verde e verdure a fiore

Apparentemente molto lontani tra loro, il tè verde e le verdure a fiore condividono invece la medesima azione protettiva.

Attività riconducibile alla presenza di numerosi antiossidanti, in grado di proteggere le cellule del fegato, epatociti, dall’azione tossica dei radicali liberi dell’ossigeno. Sono alimenti che possiamo infatti rappresentare come veri e propri rimedi naturali anti-invecchiamento.

Mele

Se ci hanno sempre detto che una mela al giorno toglie il medico di torno un motivo ci sarà!

Oltre alla documentata azione cardioprotettiva, la mela, ed in particolare alcune varietà come la mela annurca, è in grado di fornire sostanze note come triterpenoidi in grado di proteggere il fegato ed al contempo promuovere la disintossicazione.

Alimenti che appesantiscono il fegato

Non è semplicissimo individuare degli alimenti specifici da additare come nemici del fegato. Proprio per il suo ruolo, è sempre l’eccessivo consumo di un cibo a determinarne un affaticamento. Tuttavia, se proprio dovessimo, classificare cibi potenzialmente dannosi, sul podio salirebbero:

Zuccheri semplici

Forse prima anche delle fritture, gli zuccheri semplici costituiscono un potenziale problema per la salute epatica. Quando assunti in eccesso, magari attraverso bevande zuccherate, dolci o prodotti da forno ottenuti da farine raffinate, dirottano l’attività del fegato verso la sintesi di acidi grassi, appesantendone la funzione e la struttura.

Fritture

Al di là dell’importante mole di grassi da dover smaltire, che oggettivamente impegna e non poco il fegato, la frittura è purtroppo fonte di sostanze con una vera e propria attività tossica per questo organo. Acrilamide e prodotti avanzati di glicosilazione, sono sicuramente i primi imputati.

Attenzione, queste sono esattamente le stesse sostanze che ritroviamo negli alimenti “bruciacchiati” dopo una cottura prolungata.

Alcol

Se assunto a piccolissime dosi, l’alcol in realtà può stimolare l’attività detossificante del fegato, ad alte dosi invece rappresenta un vero e proprio veleno.

Se vorrai mantenere in salute il tuo fegato dovrai dunque fare sicuramente a meno di superalcolici, limitando il consumo si alcolici ad un buon calice di vino, da portare in tavola magari a giorni alterni.

Dieta disintossicante per il fegato per 3 giorni

Facciamo ora un esempio di dieta disintossicante da seguire per tre giorni consecutivi. Protagonisti, ovviamente, i cibi che fanno bene al fegato che abbiamo appena esplorato.

Menu del primo giorno detox

  • Colazione: tè verde + mela + frutta secca + pane integrale di segale
  • Pranzo: orzo o farro con legumi secchi + cicorie condite con olio extravergine di oliva e limone
  • Cena: pesce azzurro in guazzetto + pane integrale di segale + insalata di rucola con olio extravergine di oliva e limone

Menu del secondo giorno detox

  • Colazione: orzo + gallette di riso o mais + mela
  • Pranzo: riso integrale con asparagi + vellutata di cavoli + olio extravergine di oliva
  • Cena: petto di pollo bio in umido + insalata belga con carote + olio extravergine di oliva e semi oleosi

Menu del terzo giorno detox

  • Colazione: tisana ai frutti rossi + mela + Pane integrale di segale con miele
  • Pranzo: hummus di ceci + carciofi in umido + olio extravergine di oliva e limone
  • Cena: nasello cotto al vapore + cous cous con verdure miste + contorno di cavoli al vapore + olio extravergine di oliva
Riproduzione riservata