Dieta Dukan: schema alimentare settimanale

3/5

Sei sicura di conoscere lo schema settimanale corretto per impostare questo regime? Per la fase d’attacco della dieta iperproteica, che serve a dare una scossa al metabolismo, ecco le regole da seguire

Sulla dieta Dukan si è detto di tutto e di più. E forse sai benissimo che si tratta di un regime iperproteico, a bassissimo tenore di carboidrati, basato su 4 distinte fasi.

1. Fase di Attacco

Questa rappresenta la fase sicuramente più intensa della dieta, utile a smuovere il metabolismo, della durata di 2-7 giorni. È la fase che registra il maggiore calo peso, ma che presente le più importanti restrizioni. Potrai infatti scegliere solo tra 72 piatti proteici ad elevato contenuto di proteine.

Alcuni esempi sono:

- pollo
- coniglio 
- tacchino
- fegato 
- prosciutto
- manzo
- vitello
- pesce (tranne quello in scatola)
- molluschi
- crostacei
- uova
- latticini magri
- aceto
- senape
- spezie
- erbe aromatiche
- aglio
- cipolla

2. Fase di Crociera

Questa è la fase nella quale si osserva un calo peso graduale, progessivo e duraturo. Eliminati i primi chili, questa fase permette di arrivare gradualmente all'obiettivo prefissato.

Oltre ai 72 piatti proteici della prima fase, a giorni alterni potrai consumare un piatto di verdure da scegliere tra 28 diverse alternative.

3. Fase di consolidamento

Arrivata a questo punto, sei vicinissima al peso ideale, ed il calo peso non è più la priorità. In questa fase, sempre a giorni alterni, sono concesse anche scelte a base di carboidrati. Tuttavia nella parte centrale della settimana, generalmente il giovedì, dovrai conservare il menù della fase di attacco, costituito da sole proteine.

4. Fase di stabilizzazione

Hai finalmente raggiunto il tuo peso ideale e puoi consumare gli alimenti che desideri rispettando, tuttavia, alcune regole fondamentali:

- Consumare tre cucchiai al giorno di crusca d’avena;

- Camminare per 20 minuti al giorno, scegliendo sempre le scale;

- Dedicare un giorno della settimana all'assunzione delle sole proteine.

Ed ecco lo schema settimanale (con tutto ciò che devi consumare giorno dopo giorno) se decidi di provare la famosa dieta che ha fatto perdere 8 chili a Kate Middleton prima del matrimonio con il principe William.

Il lunedì, mercoledì e venerdì i tuoi pasti saranno distribuiti in questo modo:

- Colazione: yogurt magro con tre cucchiai di crusca d’avena e un caffè o the con aspartame.

- Spuntino: uno yogurt magro.

- Pranzo: salmone al cartoccio condito con il limone o con una salsa di yogurt con uno scalogno tritato. In alternativa delle uova sode oppure crostacei e gamberi (se vuoi puoi aggiungere della maionese Dukan o della senape).

- Merenda: uno yogurt magro.

- Cena: frittata alle erbe con aggiunta di yogurt magro e tre fette di prosciutto.

Il martedì, giovedì, sabato e domenica devi consumare:

- Colazione: tre cucchiai di crusca d'avena e formaggio magro.

- Pranzo: del manzo alla griglia con erbette e del pollo o tacchino con due yogurt magri.

- Spuntino e merenda: yogurt magro oppure, se preferisci, un uovo.

- Cena: del tacchino alla griglia con uova sode o del formaggio magro.

Dieta Dukan: controindicazioni

Per quanto i risultati promessi, soprattutto nella fase di attacco, siano accattivanti e il contesto commerciale di forte appeal, ti consigliamo sempre di consultare un professionista.

Dovrai prestare particolare attenzione, in caso di:

- nefropatia ed insufficienza renale cronica: in questo caso ti consigliamo di non esagare cone le porzioni dei secondi piatti;

- ipertensione: stai attenta ad evitare l'aggiunta di sale e cibi particolarmente salati come gli insaccati ed i formaggi stagionati;

- stitichezza e patologie inestinali: potrai in questo caso avvalerti dell'ausilio di probiotici;

- calcolosi renale e biliare: il dimagrimento troppo rapido in questo caso potrebbe accentuare la sintomatologia.

Controindicazioni assolute invece in caso di gravidanza e diabete di primo tipo o insulino-dipendente.


Allora, hai voglia di provare a dimagrire con la Dieta Dukan e non prendere più i chili persi faticosamente? Accerta le tue condizioni di salute, e preparati a rivedere la tua lista della spesa.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te