Piedi gondi, stanchi e doloranti

Piedi gonfi, stanchi e doloranti: cause e rimedi naturali

I piedi parlano di come stiamo veramente e sono una spia importante del nostro stato di salute. Hai piedi gonfi, stanchi e doloranti? Scoprine le cause e metti in pratica questi 5 rimedi naturali.

Bistrattati, negletti e dimenticati, i piedi svolgono un lavoro fondamentale perché ci sostengono e accompagnano ogni nostro movimento. Base d'appoggio del nostro corpo, la pianta del piede deve sopportare una pressione pari a qualcosa come tre volte il peso del nostro corpo.

Quando arriva l'estate l'afa mette ancor più a dura prova le nostre estremità. Se i piedi gonfi, stanchi e doloranti sono ormai un'abitudine è tempo di correre ai ripari. Dietro a questo problema possono nascondersi diverse cause, ma a volte si tratta di semplice negligenza perché sono spesso una delle parti del corpo che trascuriamo di più.

Piedi gonfi, quali sono le cause?

Stare in piedi apporta un carico sugli arti inferiori, ecco perché chi è costretto a trascorrere tante ore in questa posizione a fine giornata dovrà combattere contro gonfiori e dolori. Stessa cosa capita quando, magari per lavoro o durante i periodi più impegnativi di studio, ti ritrovi a stare seduta tutto il giorno a una scrivania.

Per chi deve stare molte ore seduto un valido aiuto è il poggiapiedi da inserire sotto la scrivania. In entrambi i casi, una strategia utile è comportarsi come si farebbe in aereo: ovvero muoviti, fai qualche passo avanti e indietro per il corridoio, stimola la circolazione con qualche esercizio di stretching.

Il consiglio in più? Immagina di essere una ballerina e… alzati sulle punte. Fare piccoli saltelli, spostare dolcemente il peso del corpo da una gamba all'altra o alzarsi sulle punte sono tutte azioni che stimolano la circolazione venosa.

Seriamente implicata nel gonfiore agli arti inferiori è la ritenzione idrica. Quanto sale consumi in media? Da valutare non è solo la quantità con cui ami insaporire pasta e contorni, ma anche il sale presente in prodotti come cibi in scatola, insaccati e formaggi stagionati. Se non sai fare a meno dei sapori forti impara a sostituire il sale con le spezie e le erbe aromatiche fresche, magari da coltivare fai da te sul davanzale della cucina.

Impara poi a portare in tavola tanta verdura e frutta di stagione, anche sotto forma di centrifugati e frullati che aiutano la depurazione, hanno un buon contenuto di fibre, sali minerali, vitamine e sostengono il microcircolo.

Viviamo in una società che vive di corsa eppure incentiva il nostro essere pigri, complice la mancanza cronica di tempo. Sì, perché a fine giornata, quando torniamo stanchi dopo il lavoro e la cena è ancora da preparare, ritagliarsi tempo per sé diventa utopia. Eppure basterebbero 30 minuti di attività fisica per vedere abbassare il rischio di ipertensione, infarto e malattie croniche secondo l'Oms: camminare è una terapia antietà e un antidepressivo naturale.

Trasforma la passeggiata in un momento tutto tuo, fosse anche solo uscire per buttare la spazzatura o fare un giro per il quartiere dopo cena. Se credi di non avere tempo… pensa a quante volte ti capita di restare al computer o davanti alla tv senza uno scopo reale ben oltre trenta minuti...

Camminare a piedi nudi fa bene, ed ecco perché

VEDI ANCHE

Camminare a piedi nudi fa bene, ed ecco perché

Come dare sollievo immediato ai piedi

Inizia a ritrovare la salute dei piedi a partire da pochi semplici passi...

Pediluvio

Il pediluvio è un vecchio rimedio della nonna, ma rappresenta anche una vera e propria arte. Il pediluvio è una coccola, un modo per fermarsi e decomprimere, regalarsi un momento tutto dedicato a sé.

Medicina antica e rito, il pediluvio aiuterà a combattere stanchezza e gonfiore regalando ai piedi un intenso piacere. Acqua tiepida, una manciata di sale grosso e qualche goccia di olio essenziale rinfrescante. Da provare olio essenziale di lavanda, Neroli, eucalipto o salvia contro l'eccessiva sudorazione. Aggiungi una manciata di petali di rosa o un ramo di rosmarino.

Corretta idratazione

Che cosa bevi quando hai sete? Curare l'alimentazione costituisce una strategia importante quando si tratta di combattere ritenzione idrica e gonfiori. Lo stesso vale per ciò che beviamo: d'estate siamo più inclini a perdere di vista la qualità dei liquidi che immettiamo nel nostro corpo. Caldo e afa ci prendono alla gola, così si finisce per esagerare con bibite, energy drink, succhi di frutta e tè in bottiglia, in cui generalmente è presente un'alta quantità di zucchero.

L'acqua, pura e semplice, sarà la tua alleata di salute e bellezza. In versione frizzante, puoi usarla come una bibita durante le giornate più calde, con una fetta di limone, menta fresca e un cubetto di ghiaccio. E se hai voglia di dolce sostituisci il gelato con un fresco e dissetante sorbetto. Attenzione, i piedi gonfi possono essere il messaggio che è in corso un problema di disidratazione.

Idroterapia

Sei al mare? Passeggia sulla sabbia e poi nell'acqua, variando il livello: avrà l'effetto di un potente e rigenerante massaggio. A casa puoi continuare questa piacevole abitudine sfruttando la piscina. Con modalità diverse, nuoto e acquagym contribuiscono al benessere di gambe e piedi, facendoci dimenticare almeno per un attimo la gravità. Nell'acqua siamo leggere e anche le nostre estremità godono di questa libertà.

Non dimenticare di sfruttare gli effetti positivi dell'acqua anche a casa. Sotto la doccia alterna getti caldi e freddi direzionando il getto su fianchi, cosce, polpacci e caviglie. Coraggio, puoi farcela! Aggiungi qualche goccia di olio essenziale di menta piperita al tuo bagnoschiuma e con un guanto massaggia le gambe dolcemente, dal basso verso l'alto. Sarà un'autentica coccola e farà ritrovare ai tuoi piedi l'energia giusta per ripartire con slancio.

Abbigliamento comodo

Durante il giorno punta su un abbigliamento strategico: meno tessuti sintetici, più cotone e lino. Lo stesso vale per le calzature. Inizia a valutare una scarpa in base alla comodità e al comfort che permette al tuo piede.

A letto con le gambe sollevate

Infine, una strategia per la buona notte. Durante i viaggi intercontinentali, quando sono lontane da casa le hostess usano il trucco della valigia… invece di lasciarla nell'armadio basta piazzarla sotto il materasso ed ecco un supporto perfetto per tenere rialzate le gambe.

Dormire con le gambe sollevate ha un effetto defaticante, contrasta gonfiori e ristagno dei liquidi favorendo la circolazione. A casa si può usare un cuscino da mettere sotto le gambe. Ma attenzione, è preferibile creare un piano inclinato con un supporto in modo che le ginocchia non rimangano sospese e tutta la muscolatura sia completamente rilassata.

Come fare un massaggio ai piedi: benefici e tecniche (anche fai da te)

VEDI ANCHE

Come fare un massaggio ai piedi: benefici e tecniche (anche fai da te)

Riproduzione riservata