10 motivi per cui fare sport aumenta l’autostima

Credits: Shutterstock

Lo sappiamo: fare attività fisica fa bene al corpo e allo spirito e del resto, fin dall’antichità, il motto mens sana in corpore sano ci ricorda che mente e fisico sono strettamente interconnessi. È sicuramente vero che per ottenere buoni risultati sportivi ci vuole convinzione e fiducia in se stessi ma è altrettanto vero che praticare una qualsiasi attività sportiva regala autostima: questo è molto importante, un vero toccasana per affrontare tutte le attività quotidiane con energia e positività.

Potremmo pensare che l’attività fisica aumenta la nostra autostima perché semplicemente otteniamo dei risultati e dimostriamo a noi stessi di essere bravi a fare qualcosa. Questo è assolutamente vero ma non è l’unico meccanismo all’opera. Ce ne sono altri più sottili e anche più importanti. L’essenziale è comunque ricordarci di non basare il nostro valore solo ed esclusivamente sui risultati che otteniamo: noi siamo molto di più di quello che facciamo e praticare sport ce lo insegna in molti modi diversi.

1. Ci fa stare bene con il nostro corpo: attraverso l’attività sportiva miglioriamo la nostra forma fisica, ci sentiamo meglio e più a nostro agio con il nostro corpo e impariamo a usarlo nel migliore dei modi. Davanti allo specchio, vero spauracchio di molte di noi, non ci sentiremo più tristi ma finalmente soddisfatte e serene.

2. Aumenta il nostro livello di endorfine, cioè i cosiddetti ormoni della felicità: alzano il nostro livello di umore e ci fanno sentire euforiche e capaci di tutto.

3. Ci libera dallo stress e dall’ansia: lo sport crea un piccolo sfogo contro ansia e stress, due nemici conclamati della fiducia in noi stesse.

4. Ci insegna ad ascoltarci: il nostro corpo durante il movimento ci invia dei piccoli segnali e dobbiamo imparare ad ascoltarli per trarre il massimo vantaggio e sapere, ad esempio, quando siamo troppo stanche e non è il caso di proseguire oppure invece quando possiamo andare avanti... ancora un po’.

5. Diminuisce il livello di cortisolo, l’ormone dello stress: un’attività fisica costante, meglio se aerobica come camminare, correre, pedalare, nuotare, riduce nell’organismo il cortisolo e ci porta a essere più calme, tranquille e sicure.

6. Ci fa confrontare con i nostri limiti: spesso succede che durante un’attività fisica non riusciamo a fare quello che avevamo pensato. Per uno sportivo però questo non è una sconfitta, ma una nuova occasione per imparare, a conoscersi e migliorarsi.

7. Ci insegna ad affrontare sconfitte e cali di forma: è normale che la nostra forma non sarà sempre al massimo e chi fa sport lo sa bene. È anche possibile che ci siano imprevisti che non ci permettono di raggiungere il risultato che speravamo: non per questo bisogna lasciarsi abbattere, bensì lavorare per costruirsi una seconda occasione.

8. Ci insegna a superare sfide personali: la pratica sportiva è fatta di piccoli obiettivi da raggiungere e quindi dà modo di creare piccole sfide personali da vincere con impegno e costanza. Ogni piccola avversità superata è un piccolo mattone su cui fondare la nostra autostima.

9. Ci insegna a gestire i feedback altrui: se ci alleniamo con qualcuno o facciamo parte di una squadra, il nostro allenatore o i nostri compagni spesso ci diranno cosa pensano di quello che abbiamo fatto, con lo scopo di migliorarci e di migliorare tutto il team. Non ci dobbiamo sentire inadeguati se gli altri sono critici ma accettare i loro commenti come un’occasione per migliorarci.

10. Ci fa essere consapevoli: praticare un’attività fisica ci rende consapevoli di chi siamo, di che traguardi vogliamo raggiungere e di come arrivarci. Praticamente un corso accelerato in conoscenza di noi stessi e delle nostre possibilità!

E infine, non ci dimentichiamo che fare sport è divertente: ci stiamo regalando dei momenti di piacere e di felicità e questo è il miglior antidoto conosciuto contro la mancanza di autostima.

Riproduzione riservata