Quei dolori invincibili vanno ascoltati

Credits: Corbis
1 4

Ci sono dolori che si affezionano così tanto al corpo da non abbandonarlo mai. Certo, con le cure passano per un po’, ma poi ritornano. A sostenerlo è la dottoressa Laura Bertelé, che ha ideato una terapia usata e studiata in centri e università italiani ed esteri. La racconta in un libro appena pubblicato: Ascolta e guarisci il tuo corpo (Mondadori). Secondo la specialista i disturbi “ostinati” spesso sono la spia di un malessere più profondo: solo comprendendolo è possibile farlo sparire.  «All’origine del male ci sono fattori emotivi che mantengono i muscoli rigidi e contratti» spiega il medico che è anche responsabile scientifico del centro di rieducazione Gino Rigamonti di Merate (www.fondazioneapostolo.it). «La malattia può diventare allora un cammino di consapevolezza, in cui il corpo ci è amico e maestro». Vediamo, con l’aiuto dell’esperta, che cosa esprimono dolori e contratture molto diffusi.

Quando un disturbo non passa, più che prendere pillole su pillole bisognerebbe chiedersi quale disagio emotivo nasconde. Facciamolo con l’aiuto di una grande specialista

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te