Gambe gonfie: un problema comune

Quello delle gambe gonfie è un problema che accomuna moltissime persone. E che coinvolge entrambi i sessi: non sono solo le donne a soffrire di questo fastidio ma, fortunatamente gli uomini possono camuffare il tutto con i pantaloni - sarebbe invece triste scorrazzare in bicicletta per la città con la gonna corta e le gambe gonfie, non credete?

Ma il fattore estetico non è l'unico da prendere in considerazione: il gonfiore alle gambe, causato da pessime abitudini alimentari e da una cattiva circolazione, causa molti fastidi come ad esempio dolore e formicolio.

Ma, al contrario di ciò che si possa pensare, non è un fastidio strettamente legato all'età perché sono molti i giovani che ne soffrono.

Esistono tanti rimedi naturali per cercare di ridurre o alleggerire il problema: noi ne abbiamo scelti 5 che sicuramente saranno il tuo 'pronto soccorso' contro le gambe gonfie. Provali e poi facci sapere come è andata!

I 5 rimedi fai da te per sgonfiare le gambe

Dal centrifugato di frutti rossi al massaggio con l'olio di senape passando per una 'maschera' a base di finocchi, cetrioli e sedano. Tanti gli espedienti casalinghi per rimediare al fastidio del gonfiore agli arti inferiori.

 

Docce fredde e cipolla a profusione

Il fastidio della gambe gonfie è percepito molto di più in estate proprio perché è il calore il primo responsabile di questo problema: un ottimo rimedio è quindi quello di sottoporre gambe (e piedi) a bagni e docce freddi - se fate un pediluvio aggiungete qualche cubetto di ghiaccio - per riattivare la circolazione sanguigna e di conseguenza ridurre il gonfiore.

La sera puoi aiutarti con infusi a base di tarassaco e betulla ma, l'alimento più indicato per contrastare la ritenzione idrica, è certamente la cipolla che, altamente diuretica, favorisce attraverso le urine l'espulsione delle tossine. Preparala lessata e cerca di mangiarla almeno tre volte la settimana: un vero e proprio toccasana!

Rosmarino e gambe in alto

Ti capita spesso, purtroppo, di stare ore seduta davanti al Pc e la poche pause che fai non ti bastano per riattivare la circolazione? Prova a tenere uno sgabello sotto la scrivania e tenere i piedi appoggiati e leggermente alzati per consentire al sangue di defluire verso la parte alta delle gambe, liberando le vene degli arti inferiore, dall'eccesso di flusso sanguigno.

Quando la sera torni a casa prepara un te verde e poi raccogli del rosmarino dal tuo balcone o giardino: puoi aggiungerne qualche rametto al tuo infuso e il resto uniscilo al tuo scrub abituale e sfregalo sulle gambe con un massaggio energico dal basso verso l'alto e dall'interno verso l'esterno.

Centrifugati di frutti rossi

Naturalmente frutta e verdura insieme ai cereali integrali sono gli alimenti più indicati per una sana alimentazione, ma tra la frutta, quella che senza ombra di dubbio aiuta in modo sostanziale la circolazione sanguigna degli arti inferiori, sono i frutti rossi: via libera quindi a mirtilli, more, lamponi, ribes rosso e nero o le più gettonate bacche di goji. Potete sfruttare il loro potere mangiandoli freschi oppure preparare centrifugati (da bere nell'immediato per evitare che perdano le sostanze nutritive) o ancora tenere sempre a portata di mano questi frutti essicati.

Olio di senape per i polpacci

L'olio di senape (che potete acquistare in qualsiasi negozio di alimentari o in erboristeria) si è dimostrato un ottimo unguento per dare sollievo ai polpacci stanchi e gonfi: vi basta scaldare leggermente l'olio (bastano pochissimi secondi al microonde) e aggiungere 2/3 gocce di essenziale di lavanda e strofinarlo sulla zona avendo l'accortezza di tenere sollevate le gambe e partire dalle caviglie per salire fino al ginocchio.

Gambe leggere con camminate e impacchi

Naturalmente il modo migliore per riattivare la circolazione è quello di camminare per almeno una ventina di minuti al giorno e di bere molta acqua per eliminare le scorie.

Ma anche un composto decongestionante e sgonfiante da tenere sulle gambe per 30 minuti (aiutatevi con la classica pellicola per alimenti) realizzato con olio di jojoba, finocchi, sedano e cetrioli tritati è risultato essere davvero edificante.

Provare per credere.

Riproduzione riservata