Come sgonfiarsi

Dimagrire è un obiettivo che richiede una strategia mirata e multilivello: dieta personalizzata, attività fisica calibrata su abitudini e condizioni fisiche, trattamenti beauty ad hoc.

E, spesso, perdere molto peso è un percorso che necessita anche di un buon sostegno psicologico e relazionale. Se, invece, i chili di troppo sono pochi oppure ci si sente soltanto gonfie, la soluzione può essere molto più semplice di quanto si creda.

Ciò che conta è iniziare subito a rivedere le abitudini quotidiane, adottare qualche stratagemma ed essere molto costanti e determinate. La lampo scorrerà così più agilmente già dopo pochi giorni di impegno…e l'umore ringrazierà.

Sgonfiarsi in pochi giorni: i consigli sani

Qualche chilo di troppo e gonfiore diffuso. Ecco come migliorare la silhouette in poco tempo

In primavera, che voglia di un pranzo all'aperto! Anche il picnic può essere sano e aiutarti a rimanere in forma, scopri cosa mettere nel cestino

Non solo acqua, puoi sgonfiarti anche con le tisane di bellezza. Qui, alcuni infusi top prima della prova costume

Bere di più, a ogni ora

Hai fame? Bevi!

Ce lo sentiamo ripetere molto spesso: bere acqua fa bene e tutti dovremmo bere di più. Vi sono, però, molte donne che non sentono lo stimolo della sete e così credono di non aver bisogno di idratazione, rimandando il momento "acqua" al pasto oppure a quando davvero si manifesteranno sintomi di evidente disidratazione.

Infatti, non è necessario arrivare a sentire le labbra secche e il palato asciutto, per correre ai ripari e mandar giù un bel sorso d'acqua: l'organismo va in deficit di idratazione molto prima.

Il risultato? Ritenzione idrica, gonfiore, mal di testa, affaticamento e, soprattutto, un appetito ingannevole. Spesso, è proprio la sete a farci sentire una fame falsa. Quindi, quando prende il morso dello snack o dello spuntino junk food, forse abbiamo soltanto sete e non ce ne siamo rese conto.

Dunque è bene ricorrere a un bel bicchiere d'acqua (naturale, frizzante, del rubinetto, vanno bene tutte le tipologie) e bere a piccoli sorsi, concentrate sul fatto che ci stiamo idratando. Può sembrare banale o irrilevante ma bere, con consapevolezza, ai primi morsi della fame, può far passare immediatamente la voglia di pasticciare e mandare così a monte silhouette e prova costume.

 Jogging, 30 minuti al giorno

Corri al mattino o alla sera

Forse, mancando pochissimo alla prova costume, è un po' tardi per iscriversi in palestra o magari, vista la situazione economica generale, non ci si può permettere fitness a pagamento. Niente paura: pantaloncini, t-shirt e sneakers: bastano questo equipaggiamento e un parco cittadino, per correre e rassodarsi in men che non si dica.

Non c'è bisogno di essere runner professioniste, soprattutto se si procede per gradi. Ovvero, le prime volte è meglio alternare walking (camminata a passo veloce, senza shopping per intenderci) e corsetta ad andatura lenta o media.

Un esempio di programma running per principianti potrebbe essere: 5 minuti di corsa e 2 di walking, ripetuto per 5-6 volte di seguito. Importantissimo è far precedere e seguire lo stretching a ogni sessione, magari aiutandosi con le panchine o gli alberi al parco come basi di appoggio.

Fondamentale anche la scelta dell'orario di allenamento: mattutino (prima della colazione) per una carica di energia o serale (prima della cena) per liberarsi di tensione e tossine accumulate in ufficio.

Altro tip fondamentale è la playlist, una colonna sonora energica infatti può servire da motivatore così come correre in compagnia di un'amica.

Gli effetti immediati della corsa sono: miglioramento di fiato e resistenza, gambe e glutei più tonici, addominali obliqui e bicipiti modellati.

Fai la spesa intelligente

Mai a stomaco vuoto

Per perdere quei chiletti di troppo e liberarsi dalla cellulite, il consiglio è sempre quello di mangiar sano e adottare un'alimentazione il più possibile ricca di frutta e verdura.

Dunque, la spesa diventa fondamentale per impostare una dieta equilibrata, sana e sgonfiante. Lo shopping alimentare non andrebbe mai fatto da "affamate", pena riempire il carrello di schifezze di ogni tipo o, peggio ancora, consumarle già sulla strada del ritorno.

Al supermercato o al mercato, è meglio andarci dopo mangiato, con un lista dettagliata e che non permetta "variazioni sul tema" ma, soprattutto, senza uomini tentatori. Sono, infatti, mariti e fidanzati a infilare nel carrello dolciumi e alcolici vari, forti del loro metabolismo accelerato o del fatto che per loro la prova costume abbia un peso diverso. La soluzione è una sola: la spesa si fa da single, anche se siete sposate o fidanzate.

Un trucco per far funzionare meglio la dieta e non cedere alla pigrizia da cibo pronto (e ricco di calorie e sale): avere già in mente il menu di ogni giorno e le ricette per prepararlo.

Colazione sempre, anche da bere!

C'è sempre il tempo per un frullato

La colazione è il pasto fondamentale della giornata perché fornisce energie a lunga durata e risveglia il metabolismo dopo le ore di riposo notturno. Quindi, se si è a dieta, fare colazione diventa ancora più importante. Chiaramente, se avete intenzione di smaltire qualche chilo o di liberarvi dalla ritenzione idrica, sono da escludere per un po' di tempo cappuccino, cornetti, biscotti, creme, ecc…

La bella stagione, però, aiuta la dieta e il caldo fa aumentare la voglia di qualcosa di fresco: la frutta è la scelta migliore per un inizio di giornata light e vitaminico. Anche la pressione ringrazierà: i vegetali, infatti, sono in grado di regolare i valori sia in caso di ipotensione sia nelle situazioni di ipertensione.

Quindi, appena alzate un bel bicchiere d'acque e frutta fresca saranno lo start ideale per una giornata da "magre" e per una vita attiva e sana. Per ottenere una colazione "on the road" in caso di fretta e ritardo mattutini, si può optare per il frullato: senza latte ma con acqua e succo di arancia. Tassativamente non zuccherato, lo smoothie casalingo si può sorseggiare anche mentre si va al lavoro.

In cucina, erbe aromatiche

Niente sale, solo verde

Non c'è strategia che tenga: se si vogliono vedere sparire presto i gonfiori, bisogna eliminare il sale dalla tavola. Togliere il sale è un esercizio di salute sia per la pressione arteriosa sia per la ritenzione idrica. Inoltre, il sale diminuisce l'assorbimento di molti micronutrienti predisponendoci anche alla disidratazione nelle giornate più calde.

Ma come dare sapore al cibo senza usare il sale? Con le erbe aromatiche. Infatti, nella spesa intelligente, meglio non farsi mai mancare qualche vasetto di basilico, maggiorana, salvia, prezzemolo, timo, rosmarino e menta.

Tutte queste piantine, semplici in quanto a manutenzione, sono miniere di aiuti per la nostra dieta e la nostra salute. Nello specifico: il prezzemolo è una bomba di vitamina C, la salvia è ricca di fitoestrogeni utili nella fase pre-mestruale, il timo e l'origano sono ottimi battericidi e aiutano la digestione, la menta diminuisce la sensazione di fame e fa bene a chi soffre di dispepsia. La maggiorana e il rosmarino, infine, sono un toccasana per aiutare a debellare la cellulite.

Un'accortezza: le erbe aromatiche andrebbero usate fresche e a crudo, spezzettate solo con le mani per non ossidarle e disperderne i principi nutritivi.

Colore nel piatto

Estetica della pietanza

Per dimagrire e arrivare in forma alla prova costume, è necessario non solo mangiare meno e meglio ma anche preparare il contesto migliore per consumare i pasti.

Innanzitutto, sarebbe meglio mangiare sempre in compagnia di persone piacevoli e calme, per non far interferire deleterie reazioni emotive nella digestione. Se si mangia da sole, però, mai farlo in piedi o di fretta: preparasi una tavola ben apparecchiata o un angolino di pace in ufficio, è il primo passo per iniziare a far funzionare la dieta.

Molto importanti sono anche le stoviglie in cui si consuma il pasto, meglio se di buona fattura e colorate così come è fondamentale l'accostamento cromatico dei cibi. Una pietanza tutta bianca o cromaticamente "smorta" fa immediatamente pensare alla tristezza della dieta e alla privazione. Al contrario, colori sgargianti e tocchi originali (come fiori freschi e fili di erbe aromatiche) danno la sensazione di allegria e festa.

Un trucchetto rubato alle modelle: pranzate e cenate nei piatti piccoli, quelli da frutta: vi sembrerà di mangiare di più e sarete più sazie, provare per credere!

Riproduzione riservata