lotta alle zanzare

Se ti diciamo attenta al culex pensi che siamo impazzite? Tranquilla, è il nome scientifico delle zanzare comuni. Ed è nel titolo di un libro appena uscito (Questione di culex, De Agostini editore) che racconta per filo e per segno tutto quel che dovremmo sapere su questo antipaticissimo insetto.Noi lo abbiamo letto. E abbiamo scoperto molte cose. Compreso l’identikit di chi è più appetibile, tracciato da un gruppo di scienziati americani.

«Prediligono il gruppo sanguigno zero» racconta Claudio Venturelli, entomologo esperto in lotta alle zanzare nel Dipartimento di sanità pubblica, Ausl della Romagna, Cesena, e autore del libro. «Ma non disdegnano le donne in gravidanza e le persone in sovrappeso, perché il loro corpo emana più anidride carbonica, sostanza che attira gli insetti».

Per fortuna, scoprendo gusti e abitudini delle zanzare, abbiamo molte armi per intervenire in modo efficace. Vediamole.

10 strategie scaccia zanzare

Vanno pazze per chi si veste di nero, beve birra o usa profumi alla frutta. Con queste notizie difenderti dalle punture diventa facile

La zanzariera è una delle barriere più efficaci. Su greenme.it (canale ecofaidate) trovi 10 idee per costruirtela da sola. In aggiunta, segui questi consigli che prevedono solo rimedi naturali

Dalla natura arrivano altri aiuti contro le zanzare: ecco le piante anti zanzare che fanno al caso nostro


Luci spente, finestre chiuse e insetto-repellenti spesso non bastano a  difenderci dalle punture delle zanzare. Ecco i rimedi più indicati da  usare contro il prurito e il gonfiore spiegati dal Prof. Marcello  Monti,responsabile di Dermatologia dell'Istituto Clinico Humanitas.

Cosa attira di più le zanzare

Se le zanzare tigri sono attive durante il giorno, le culex (le più diffuse) attaccano la sera. Ecco come contrastarle.

Attenta a tavola  Evita la birra se hai intenzione di stare all’aperto. Gli scienziati hanno visto che basta un boccale perché la pelle emani un odore che noi non avvertiamo, ma che “ingolosisce” le zanzare. Cerca anche di non esagerare con la carne: il processo di digestione delle proteine altera l’aroma del sudore, che piace di più agli insetti.

Limita l’attività sportiva di sera

In estate evita la corsetta serale. Il movimento induce la produzione di acido lattico che, insieme al sudore, diventa un cocktail amato dal malefico insetto. Meglio andare a correre la mattina.

Lascia perdere i colori scuri

Le zanzare sono attirate dal nero, dal marrone e dal giallo. La serata è elegante e vuoi indossare abiti scuri? Porta con te una stola bianca: le confonderà. Sappi che i colori più “respingenti” sono in generale i toni chiari.

Occhio ai profumi

Le fragranze fiorite piacciono molto a culex e parenti, insieme agli aromi fruttati del bagnoschiuma e dello shampoo. La soluzione? Usa i profumi la mattina, così al tramonto l’odore non sarà più così intenso. E spruzzali su capelli e abiti anziché sulla pelle. Per la doccia serale, prediligi prodotti senza profumazione.

Cosa allontana le zanzare

Prima di scegliere la tua arma di difesa, prendi l’abitudine di controllare il bollettino delle zanzare su ilmeteo.it/portale/ zanzare che segnala il livello d’infestazione della tua zona mese per mese. Se è previsto un picco, opta per un prodotto antizanzare tradizionale, perché quando gli insetti sono veramente tanti servono le maniere più forti. Se è segnalata bassa densità, sfrutta queste soluzioni naturali.

La citronella sui piedi Aggiungi cinque gocce di questo olio essenziale a un olio secco per il corpo e applica il mix su piedi e caviglie, zone su cui spesso si concentra l’attacco delle zanzare.

L’olio di neem su pelle e vestiti

Questo estratto di una pianta indiana è usato da millenni come insetticida. Versane poche gocce in uno spruzzatore pieno d’acqua e vaporizza sulla pelle o anche sugli abiti, perché non macchia.

Il geranio nell'idratante

Prendi un idratante per bambini, privo di profumazione, e aggiungi quattro gocce di olio di geranio. Agita bene e applica prima di uscire la sera.

Zanzare: consigli a misura di bambino

«I piccoli devono essere sempre protetti, soprattutto i neonati e chi soffre d’allergia, perché la puntura può scatenare reazioni importanti sulla pelle» spiega Stefania Bernardi, pediatra infettivologa dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma. Ecco allora tre strategie efficaci.

Fai il bucato con un detergente neutro come il sapone di Marsiglia o un detersivo privo di profumi. Così, gli indumenti non emanano aromi intensi che sono come una calamita per le zanzare. Aggiungi all’acqua del risciacquo cinque gocce di olio essenziale di citronella. È un aiuto in più per tenerle alla larga.

Salviettine antizanzara per i bimbi più grandi

Tieni a portata di mano le salviette repellenti. Ma usale solo se il tuo bambino ha più di tre mesi perché possono irritare la pelle.

Limone antipuntura

Metti il succo di tre, quattro limoni in un contenitore col vaporizzatore e spruzza sulla retina che applichi alla carrozzina. Puoi anche metterlo direttamente sui piedini del tuo bambino. Il limone è un repellente naturale. Ricordati, però, che ha una durata massima di un’ora circa.

Riproduzione riservata