Come scegliere il cuscino giusto per dormire sonni tranquilli e svegliarsi riposate

Credits: Shutterstock

E tu come dormi? Ecco le dritte per scegliere il cuscino giusto per riposare bene

Quando dormiamo bene ci svegliamo carichi di energia, completamente rilassati e pronti per affrontare la giornata. Al risveglio percepisci doloretti e contratture? Attenzione, non sottovalutare il ruolo del cuscino. Ecco come scegliere il modello giusto per te.

Da un'indagine della Harvard Medical School di Boston emerge che la posizione del corpo assunta durante il sonno ha profonde conseguenze e può incidere sul benessere della schiena. Il cuscino può prevenire o, al contrario, intensificare dolori cervicali e contratture, tuttavia spesso non sappiamo come orientarci fra i modelli disponibili. Ogni persona ha esigenze diverse, per questo è importante analizzare ciò di cui ha bisogno il nostro corpo e puntare sulla strategia giusta in grado di aiutarlo.

Il cuscino deve sostenere in modo adeguato la testa e il collo, mantenendo la colonna vertebrale nella posizione corretta. I cuscini alti possono aumentare i problemi legati alla respirazione e al mal di schiena: meglio evitare, soprattutto per chi ha la tendenza a russare. Quando il cuscino è troppo alto, infatti, il collo viene piegato in una posizione anomala con il rischio di accentuare fastidi e stiramenti a livello delle spalle.

Per chi dorme a pancia in su

Hai un cuscino molto basso? Anche in questo caso è bene usare qualche cautela, perché dormire con cuscini eccessivamente bassi può creare una tensione nei muscoli del collo, con il rischio di influire su dolori cervicali e fastidiose contratture.

Chi dorme a pancia in su può riposare in modo adeguato utilizzando un cuscino di medio spessore, abbastanza morbido, in schiuma o lattice. Il cuscino a cilindro è una buona scelta perché si posiziona nella curva della nuca offrendo un sostegno naturale.

Cuscino a cilindro 

Se dormi a pancia in su, un cuscino di forma cilindrica può fare al caso tuo. Rivestita in cotone e poliestere, la superficie di questo cuscino si presta anche ai soggetti allergici. Così come l'imbottitura.

Posizionalo, come è naturale, sotto la fisiologica curvatura della nuca. Inizialmente, soprattutto se sei abituata a un cuscino più tradizionale, potresti sentire una sensazione da postura "nuova" un po' straniante. Però, se trascorri quasi tutta la notte a pancia in su, con questo cuscino potrai trovare la postura perfetta per te. E, tra l'altro, questa posizione ti preserva anche dalla comparsa di rughe precoci.

Infine, se soffri di tensioni al livello del collo e delle spalle, il cuscino a cilindro riesce a darti un sollievo pressoché immediato. Per esempio, mentre leggi a letto il tuo libro preferito. 

Per chi dorme a pancia in giù

Se dormi a pancia in giù puoi orientarti verso un cuscino piuttosto piatto e leggero. La tua testa dovrà essere quasi a contatto con il materasso così da favorire l'allineamento della colonna vertebrale evitando il rischio di svegliarti con il collo dolorante a causa di posizioni innaturali.

Frequente è l'abitudine a dormire su un fianco, utile perché aiuta a evitare il russamento: in questo caso è possibile optare per un cuscino di spessore medio. Chi soffre di cervicale generalmente trova sollievo utilizzando cuscini piuttosto compatti e non deformabili, che aiutano la circolazione mantenendo la postura corretta.

Cuscino indeformabile

Questo modello di cuscino è perfetto un po' per tutti, ma soprattutto se tendi a girarti nel sonno per poi ritrovarti a pancia in giù. È un cuscino piuttosto compatto, in lattice e totalmente anallergico. Ma, soprattutto è un tipo di cuscino non soggetto a deformazioni. Una caratteristica essenziale per chi dorme a pancia in giù.

Di media "altezza", è un cuscino ad alta resilienza. Inoltre, questo guanciale è super confortevole. Completamente traspirante, anallergico, ergonomico (si adatta alla curvatura della nuca e alla posizione delle spalle nel sonno) e persino termosensibile. Ciò significa che il cuscino resta fresco d'estate e diventa tiepido in inverno. Il top del comfort per un riposo davvero rigenerante e sano. 

Se cambi spesso posizione

Durante la notte cambi spesso posizione? Avere a disposizione modelli differenti di cuscino può costituire una soluzione utile. A seconda dei casi potrai utilizzare il cuscino che senti più adatto alle esigenze del momento e rilassarti completamente grazie a un riposo adeguato.

Un'idea furba è scegliere un modello di cuscino che sia un po' passepartout. Nel caso in cui, con il passare del tempo, non diventassi fedele a una posizione in particolare... Per esempio, un ganciale memory foam: si adatta alle tue forme e anche al tuo sonno, in qualsiasi momento puoi trovare dunque una posizione perfettamente confortevole

Cuscino memory foam


Il cuscino in memory foam è un guanciale ideale se cambi spesso posizione. Totalmente antiacaro, si adatta a qualsiasi esigenza ed è la scelta d'elezione se sei di base un soggetto allergico. Trattato e realizzato con materiali antiacaro, come il bambù del rivestimento, questo cuscino non si deforma ma si adatta con estrema dolcezza alle forme fisiologiche del tuo corpo. Dunque, alla curvatura della nuca e alla colonna vertebrale.

Inoltre, si tratta di un cuscino in grado di tenere bel lontane le "pozze di sudore" frequenti nel periodo estivo, quando durante il sonno si suda di più. Infatti, il cuscino rimane asciutto e fresco anche nella calura estiva. In questo modo, il sonno è più sano e ci sono meno probabilità di svegliarsi con quei fastidiosi doloretti al collo che, anche chi non soffre abitualmente di cervicalgia, potrebbe provare. 

E le gambe?

Quando parliamo di cuscini, non consideriamo il ruolo delle gambe durante il sonno. È, infatti, spesso proprio la postura delle nostre gambe a scatenare una serie di pressioni con conseguenze fastidiose e a volte molto dolorose. Pensa, per esempio, alla sciatalgia.

Lo sapevi che può comparire se dormi comprimendo il nervo sciatico? Se sei soggetta a questo tipo di dolori, compresa l'algìa lombare, devi procurarti anche il cuscino ideale per le gambe. Esistono modelli specifici che possono essere adattati al tuo corpo a seconda delle tue esigenze, posizionandoli sotto le gambe o sotto la schiena. Provali e il tuo risveglio sarà molto diverso!

Cuscino per le gambe

Questo tipo di cuscino è davvero un asso nella manica, sempre. Ma, soprattutto, se soffri di dolori e doloretti vari al nervo sciatico e alla parte bassa della schiena (area lombare). Infatti, si tratta di un cuscino pensato per diversi utilizzi a seconda delle esigenze della tua colonna vertebrale e a seconda dei diversi periodi della tua vita (pensa, per esempio, alla gravidanza e alle gambe pesanti).

Il cuscino si può posizionare sotto le gambe, per sollevarle e per riattivare quindi la circolazione contrastando i gonfiori al risveglio, oppure sotto la schiena. Tienilo nel letto con te e usalo adattandolo alle diverse necessità del tuo corpo. Se soffri di sciatalgia, posizionalo tra le gambe quando dormi sul fianco. Troverai sollievo immediato e azzererai la pressione sul nervo. 

Contenuto sponsorizzato: Donnamoderna.com presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Donnamoderna.com potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.

Riproduzione riservata