Salute orale: con Mentadent, la prevenzione è un gioco da ragazzi

Credits: Mentadent

Sono ancora troppi i bambini italiani che, nonostante la giovane età, soffrono di mal di denti. Per questo è necessario non abbassare la guardia e un impegno costante da parte degli adulti nell'educazione dei più piccoli, fin dai primi anni di vita, all’igiene orale e alla salute della bocca

In Italia la carie dentale, a 12 anni di età, colpisce mediamente un dente per ogni ragazzo. Nell’ultimo anno, il 53% dei bambini ha sofferto di disturbi del cavo orale e il 31% dei giovani intervistati dichiara di aver sofferto un fastidio di natura moderata o grave. Questi sono i dati che emergono da una ricerca globale condotta da Edelman Intelligence (agenzia di ricerca indipendente specializzata nel settore) per la divisione Oral Care di Unilever e Mentadent

L’indagine - condotta su un campione di 4.000 persone (bambini e ragazzi dai 7 ai 17 anni, e genitori) in 8 paesi, tra cui l’Italia, si inserisce in un'ampia gamma di iniziative che testimoniano l'ampio impegno che Mentadent porta avanti da quasi 40 anni per diffondere e aumentare la consapevolezza dei bambini e delle loro famiglie sul tema della prevenzione dentale.

Con questa ricerca vogliamo contribuire a tenere alta l’attenzione sull’importanza della prevenzione per la salute orale. Da sempre la nostra missione è, infatti, quella di aiutare a migliorare il benessere delle persone, anche attraverso la promozione di corrette abitudini di igiene orale quotidiana. L’impegno nella prevenzione è un percorso importante che abbiamo iniziato da molto tempo e che, grazie alla collaborazione con i professionisti, ci permette di diffondere e aumentare la consapevolezza dei bambini e delle loro famiglie sul tema e di creare occasioni di confronto sempre nuove.” commenta Cristiano Gallotta, Group Marketing Manager Oral Care (Unilever Italia).

#SorrisiPreviDenti Tour: l'educazione è la miglior prevenzione

A dimostrazione proprio dell'impegno costante nella diffusione della cultura della prevenzione e del miglioramento della salute orale di adulti e bambini, in occasione della Giornata per la Salute Orale (20 marzo) Mentadent, in collaborazione con i dentisti ANDI (Associazione Nazionale Dentisti Italiani), ha lanciato l'iniziativa “L’Educazione è la Migliore Prevenzione #SorrisiPreviDenti”: un tour di laboratori interattivi presso i Mondadori Store che toccherà 6 città italiane.

Rivolto alle famiglie ed in particolare ai bambini, ogni evento vedrà la partecipazione dei dentisti di ANDI e di un animatore che guideranno i più piccoli alla scoperta del mondo della salute orale, in modo semplice e divertente, grazie all'ausilio di materiali da colorare, giochi e simpatici personaggi. Al termine del laboratorio, i piccoli riceveranno un attestato di partecipazione firmato dal dentista e il necessario per prendersi cura del proprio sorriso anche a casa, con un pizzico di divertimento.

Foto

I consigli della pedagogista: come insegnare ai bambini a lavarsi i denti

A supporto delle mamme e dei papà invece sarà presente una pedagogista, che aiuterà i genitori a capire e trasmettere in modo corretto l'importanza della cura del proprio sorriso e della propria igiene orale anche ai più piccoli, in modo efficace e, perché no, anche piacevole.

Benchè infatti sia genitori che bambini affermano che “spazzolare i denti” rappresenti il loro gesto quotidiano più importante (7 bambini su 10 confermano che lavarsi i denti è una routine consolidata e 9 su 10 dichiarano di lavarsi i denti più di 2 volte al giorno), ci sono ancora alcuni genitori che ammettono di "ricompensare" i figli, permettendo loro di saltare la pulizia dei denti prima di andare a dormire con conseguenze importanti e misurabili per la salute orale. “Se fai il bravo, puoi andare a letto senza lavare i denti” – ecco la frase che un genitore su 10 ha detto, almeno una volta, ai propri figli nell’ultimo anno; una percentuale per fortuna non alta, ma significativa di come continuino ad esistere abitudini scorrette anche negli adulti.

“L’igiene, il benessere e la cura di bambini e bambine sono bisogni primari inderogabili e non devono essere oggetto di scambio e meno che mai motivo di premi o di sanzioni. Possiamo certamente ragionare in termini di rinforzo positivo utilizzando semplici formule: “Hai imparato davvero bene a lavarti i denti da solo. Sono molto contenta” oppure “Presto dovremo comprare uno spazzolino nuovo, hai già pensato quale colore ti piacerebbe?”. I bambini vanno accompagnati a “fare da soli”, lasciando che si bagnino un po’ o che si spalmino del dentifricio sul pigiama pulito. Se sapremo tollerare qualche errore di percorso, questo permetterà ai nostri piccoli di avvicinarsi serenamente all’obiettivo, senza ansie, premi o punizioni” commenta la dottoressa Gabriella Fantana, pedagogista.

Il mese della prevenzione orale

I laboratori #SorrisiPreviDenti fanno parte di un più ampio impegno che Mentadent per diffondere e aumentare la consapevolezza dei bambini e delle loro famiglie sul tema della prevenzione orale attraverso occasioni di confronto sempre nuove. Prima tra queste, il “Mese della Prevenzione Dentale”, ideato e realizzato in partnership con ANDI che, ogni anno, durante il mese di ottobre, promuove un check-up gratuito per cittadini e famiglie presso gli oltre 10.000 dentisti ANDI aderenti all’iniziativa in tutta Italia, fornendo consigli e strumenti per il controllo dell’igiene orale.

Riproduzione riservata