Smalto semipermanente: tutti i pro e i contro

Credits: Shutterstock
1 9

Dimentica sbeccature e colore opaco, oggi grazie alle formule dei nuovi smalti semipermanenti puoi esibire mani sempre perfette. Non li hai ancora provati? Sfoglia la gallery per scoprire benefici e svantaggi e valuta se il trattamento è adatto anche a te.

/5

Unghie laccate per 3 settimane? Con lo smalto semipermanente è possibile. Prima di prendere appuntamento al nail bar però scopri qui se fa per te valutando pro e contro

Si sa, lo smalto normale si danneggia in fretta: alle volte basta lavare anche solo due piatti senza i guanti  di gomma e perde lucentezza.

Per non parlare del computer, la tastiera è il colpevole numero uno per quanto riguarda le scheggiature. Così, dopo un paio di giorni il lavoro dell’estetista è rovinato.

Per esibire sempre unghie ben laccate l’ideale è il semipermanente. La sua texture, a metà strada tra una formula classica e un gel professionale per la ricostruzione, permette di avere una nail art lucida anche per 3-4 settimane. In tante lo hanno già scoperto, ma si tratta di un trattamento particolare, prima di farlo meglio soppesare benefici e svantaggi.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te