Un armadio... senza scheletri 

Con l'autunno è ora di salutare il guardaroba estivo per far posto a cappotti e maglioni. Nel tuo armadio non entra più nemmeno uno spillo? Allora è il momento di scegliere e organizzare: ecco come farlo in 5 step.

di DonnaModerna.com consiglia
 

Hai resistito fino all'ultimo indossando abitini e pantaloni di lino anche quando le temperature mattutine facevano rabbrividire, ma ora il coraggio e la stoica resistenza non bastano più: ottobre è ormai inoltrato ed è tempo di riporre i capi estivi a favore di maglioni e cappotti. Insomma, il classico “cambio dell’armadio” non può più essere rimandato, tanto vale affrontarlo in grande stile: con una riorganizzazione accurata avrai sotto controllo la situazione e chissà che non salti fuori qualche abito o accessorio che avevi perso di vista…

1 – Svuotare
Le regole fondamentali? Parti con calma e prenditi il tuo tempo: un po’ di confusione è inevitabile quando si fa ordine, ma in poche ore tutto torna a posto, meglio di prima. Prima di tutto, svuota il tuo armadio e i cassetti e metti abiti e accessori da parte.

2 – Pulire: Per la pulizia dell’armadio è ottimo il vapore, ma è anche possibile utilizzare prodotti naturali molto efficaci. Ad esempio, puoi sciogliere un cucchiaio di scaglie di sapone di Marsiglia in 200 ml di acqua calda e aggiungere qualche goccia di olio essenziale alla lavanda, al sandalo o al tuo aroma preferito. Spruzza questa soluzione sulle ante e nei cassetti e poi passa un panno morbido, asciugando con cura. Anche il bicarbonato di sodio è ottimo per igienizzare: sciogline un cucchiaio in 200 ml di acqua tiepida e aggiungi un’essenza per dare un tocco in più. Per prevenirne la comparsa di eventuali tarme o allontanarne la presenza è possibile usare un antitarme, che spesso profuma i capi.

3 – Scegliere: Prima di riporre i capi nell'armadio, valuta se è il caso di tenerli o meno. Forse alcuni non ti piaceranno più, saranno troppo usurati, oppure non saranno più della tua misura. Per toglierti qualsiasi dubbio, provali e poi rispondi a questa domanda: “Uscirei di casa vestita così, in questo momento?” Se la risposta è no, oppure, sì, ma con due chili di meno, oppure sì, ma con un diverso taglio di capelli, è ora di disfarsi di quel capo donandolo a chi ne ha bisogno, se è in buone condizioni, oppure regalandolo a un’amica: capita a volte di tenere nell'armadio una giacca o una gonna per anni senza averla quasi mai indossata!

4 – Organizzare: Dopo aver eliminato il superfluo, sistema giacche, pantaloni e gonne sulle grucce e appendili; poi riponi maglie, maglioni e camicie nei cassetti o sui ripiani. Se non disponi di molti cassetti, scatole e cestini sono soluzioni pratiche per intimo, calze e accessori come guanti, sciarpe e cappelli. Puoi dividere l’abbigliamento anche a seconda della funzione, ad esempio riservare un ripiano per gli abiti da palestra o per quelli da montagna: in questo modo troverai velocemente tutto quello che ti occorre.

5 – Archiviare: Concludi il cambio dell’armadio archiviando gli abiti della stagione precedente. Prima di riporli fino all'anno prossimo, però, valuta subito se c’è qualcosa che desideri eliminare e assicurati che tutto sia stato accuratamente lavato e stirato, in questo modo eviterai di attirare fastidiosi insetti come le tarme. Per custodire gli abiti al riparo dalla polvere puoi usare gli appositi sacchetti in plastica o in tessuto, e non dimenticare qualche sacchettino profumato alla lavanda per dare al tutto una piacevole fragranza.

Per prevenirne la comparsa di eventuali altre tarme o allontanarne la presenza è possibile usare un antitarme, che spesso profuma i capi.

Cerca la soluzione VAPE adatta a te: www.vape.com

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
casa/armadio-pulito-e-ordinato/un-armadio-senza-scheletri$$$Un armadio... senza scheletri
Mi Piace
Tweet