Terrible twos: istruzioni per l’uso 

Arrivano con lo spegnimento della seconda candelina e spaventano anche il genitore più temerario. In realtà non sono altro che una meravigliosa tappa della crescita da gestire con consapevolezza

di Sara Vasapolli

Lo spegnimento della seconda candelina del figlio rappresenta, per molti genitori, un momento delicato e decisamente impegnativo! È risaputo infatti che capricci e ribellione sono proprio dietro l'angolo.
Si sta entrando in modo repentino nella fase nota ai più con il nome “Terrible twos”, espressione anglofona che vuole sottolineare proprio la turbolenza caratteriale dei piccoli a quest’età.
Questo momento definito “terribile” è in realtà una tappa meravigliosa della crescita di un bambino, l’istante molto speciale in cui avviene la presa di coscienza di sé e della propria personalità.

La scoperta del proprio “io” ovviamente non è cosa facile da sostenere e il tentativo di affermarsi passa in modo naturale attraverso la ribellione e la parola “no”!
La consapevolezza del genitore, riguardo agli atteggiamenti del proprio bimbo, può diventare uno strumento fondamentale per affrontare questa breve ma difficile fase di crescita con la lucidità e la calma necessarie.

La prima cosa da fare è armarsi perciò di tanta pazienza per far fronte alle piccole grandi difficoltà quotidiane e mettere in conto che, nel tentativo di trovare le giuste chiavi comunicative per il piccolo che si ha di fronte, sarà possibile anche incorrere in errore. Niente sensi di colpa o sconforto però, la cosa importante è far tesoro di ogni via che si è percorsa per sviluppare un rapporto sereno con il proprio bimbo, anche se si trova nella fase espressiva più "terribile". Amore, consapevolezza e un pizzico di creatività saranno le carte vincenti per superare questo delicato momento e crescere insieme!

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
mamme/Bambini/terrible-two-consigli$$$Terrible twos: istruzioni per l’uso
Mi Piace
Tweet