La dieta Lemme: pasta a volontà e niente verdura

Credits: Olycom
1 7

Dopo 10 anni di ricerche biochimiche condotte, il farmacista lombardo Alberico Lemme è arrivato a ideare una filosofia nutrizionale che si basa su di un percorso alimentare diviso in due fasi, di dimagrimento e di mantenimento e che, a sua detta, porterebbe a perdere fino a 7-10 chilogrammi al mese.

In queste settimane se ne è fatto un gran parlare anche in TV, dove personaggi più o meno noti, si sono schierati chi a favore e chi assolutamente contro questo regime, da molti ritenuto squilibrato, non salutare e potenzialmente dannoso.

Scopriamo meglio nelle prossime pagine come funziona il regime alimentare del dottor Lemme, tenendo sempre presente però che esistono molte altre diete utili a dimagrire e a tornare in forma in modo efficace e graduale.

/5

Se ne parla molto, ma in cosa consiste davvero la filosofia alimentare che prevede il consumo di pasta a colazione e che bandisce sale, dolci e verdura? Scoprilo nella gallery

Ideata dal farmacista Alberico Lemme, la dieta Lemme è una filosofia alimentare che si basa sul consumo esclusivo di carboidrati e proteine, bandendo frutta, verdura, dolci e sale.

Se ne fa un gran parlare in questo periodo anche per le polemiche suscitate: da una parte coloro che l'hanno seguita vantando dimagrimenti miracolosi (anche 10 chili in un mese), dall'altra coloro che hanno purtroppo riscontrato diversi effetti collaterali (svenimenti, cali improvvisi di pressione).

Questo regime alimentare, che rientra tra quelli dissociati, si suddivide in due fasi, una di dimagrimento e una di mantenimento; ciò che conta non sono le quantità, nè le calorie, bensì il consumo dei pasti a orari precisi da rispettare rigorosamente e l'associazione degli alimenti (mai proteine e glucidi insieme).

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te