Gastrite in menopausa 

La gastrite è un disturbo abbastanza comune che può accentuarsi con l'arrivo della menopausa. Scopri come alleviarlo, sia attraverso cure dolci che con la giusta alimentazione

di Lidia Pregnolato

La menopausa non è certo un periodo facile per noi donne, sia dal punto di vista psicologico che fisiologico.

In questa delicata fase si modifica l'equilibrio tra la ghiandola ipofisi, contenuta nel cervello, e le ovaie, cosi che la quantità di ormoni estrogeni e progestinici circolanti si riduce a livelli molto bassi; in tal modo non solo la fertilità cessa, ma compaiono tutta una serie di disturbi quali vampate di calore, sbalzi umorali, tachicardia, sudorazione eccessiva e, in alcuni casi, anche disturbi gastrici.

Le gastriti si manifestano con forti dolori allo stomaco, senso di inappetenza, a volte anche nausea e crampi e si possono combattere con un'alimentazione attenta, che bandisca gli alimenti che rallentano la digestione o quelli particolarmente acidi, che elimini del tutto superalcolici e caffeina, e che introduca cibi semplici, poco elaborati e ricchi di antiossidanti, con particolare riferimento a polifenoli e flavonoidi.

Ci si può poi aiutare con infusi di salvia, melissa e anche lo zenzero fresco può essere un ottimo toccasana, soprattutto quando il dolore allo stomaco è accompagnato da nausea.

Un ultimo consiglio: siccome anche lo stress può essere causa di patologie legate all'apparato digestivo, è fondamentale ridurlo al minimo e imparare a gestirlo attraverso, ad esempio, metodi di rilassamento o meditazione.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/gastrite-menopausa$$$Gastrite in menopausa
Mi Piace
Tweet