Pane al carbone vegetale: (reali) benefici per linea e salute?

Credits: Olycom
1 5

Croissant che sembrano anneriti e pane dall'aspetto bruciato. Queste sono le impressioni di chi vede per la prima volta un prodotto da forno al carbone vegetale. La reticenza tipicamente italiana verso le novità, però, questa volta non ha avuto la meglio.

Infatti, il pane e i dolci al carbone vegetale contano già una nutrita schiera di fan, attratti sia dall'originalità del prodotto sia dalle presunte o reali proprietà benefiche. Tra quest'ultime, le più acclamate sono la capacità di sgonfiare e appiattire la pancia, una migliore digestione e addirittura un'azione dimagrante.

Ma è tutto vero? Abbiamo fatto chiarezza con l'aiuto del prof. Nicola Sorrentino, direttore della Columbus Clinic Diet.

/5

Ormai è il nuovo trend della panificazione. Il pane al carbone vegetale spopola ovunque e in molti lo consumano pensando di farsi del bene. Ma è proprio così? Abbiamo chiesto al nutrizionista

 

Ovunque si vada a fare colazione o a mangiare, così come dal panettiere di fiducia, il pane e i croissant "neri" sono ormai originali protagonisti. Preparati utilizzando il carbone vegetale, questi prodotti di tendenza attraggono il consumatore sia per l'originalità dell'aspetto, sia per le presunte proprietà benefiche. In questo caso, la convinzione del consumatore-tipo è che il pane al carbone vegetale aiuti a sgonfiare la pancia, faccia dimagrire e migliori la digestione. In realtà, questo alimento non funziona come l'analogo integratore proprio perché la percentuale di carbone vegetale usata nell'impasto è irrisoria

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te