Itinerario trekking: Via Francigena

A PIEDI SULLA VIA FRANCIGENA

La vitalità della natura si mescola all'atmosfera di una cultura  antica, questo succede nei cammini più belli d'Italia e d'Europa: per secoli la via Francigena, che collega Canterbury e  Roma, ha visto l'umile viaggio dei pellegrini, un percorso dell'anima  che oggi permette di attraversare un meraviglioso intreccio  di terre, fra mulattiere e boschi, trovando rifugio  in locande e antichi monasteri. Camminando tra Lombardia e Toscana potrete scoprire  numerosi percorsi trekking: attraverso i valichi e la via degli Abati,  che collegava Bobbio a Pavia, si snodano sentieri storici: in lontananza la Garfagnana, sullo sfondo  delle Alpi Apuane e le cave di marmo della provincia di Lucca, dove  degustare prodotti locali e assaporare il gusto di un'Italia ancora da scoprire, vivere, immaginare. E' senza dubbio uno dei cammini spirituali più belli in assoluto, come il Cammino di Santiago o il Cammino Spallanzani.

Trekking: percorsi e consigli per camminare nella natura

Percorrere il mondo a piedi

VITA ALL'ARIA APERTA

Secondo recenti studi scientifici il sole fa bene a pelle e ossa, oltre a migliorare il tono dell'umore. Del resto non si sta subito meglio in una bella giornata di sole?

Economica e salutare, la bicicletta ti accompagna nel quotidiano e in viaggio. Hai mai fatto una vacanza su due ruote?

Nonni, un abbraccio indelebile, il sorriso che fa tornare i momenti più belli dell'infanzia: se adesso sei tu a avere dei nipotini, lasciati ispirare e crea nuovi attimi da ricordare insieme.

Trekking: viaggio a piedi

CAMMINARE, UNO STILE DI VITA

Non servono percorsi complicati, né grandi budget.  Basta la sana voglia dell'andare, quell'energia frizzante che solletica  il piacere di stare all'aria aperta, e ritrovare la connessione con la  natura, perché camminare allunga la vita, fa bene all'anima; è stata  consigliata anche come terapia contro la depressione. Camminare è a  costo zero, si può fare ovunque, ma soprattutto è ncessario insegnare  questa buona abitudine alle nuove generazioni. Per imparare a percorrere  il mondo passo dopo passo, a misura d'uomo.

Trekking in Veneto sulla strada dei vini

ALBA TRA I VIGNETI A VALDOBBIADENE

Fin dove lo sguardo riesca a spingersi, ovunque si intravedono fila di vigneti immersi nella bruma umida del mattino, mentre il sole si sveglia pigro all'orizzonte: hai mai camminato tra le vigne all'alba? Quando il silenzio è totale e la luce di una nuova giornata brilla nelle gocce di rugiada, il trekking diventa un percorso dolce,  da assaporare passo dopo passo. Siamo in provincia di Treviso: dal  castello di Conegliano, attraverso la Contrada Granda, si percorre il  cuore medievale della città, fra antichi palazzi nobiliari, per fuggire in direzione dei colli, dove vengono prodotti Cartizze e Valdobbiadene. Prendendo  la vecchia strada per Pianezze, dove i pascoli raggiungono alte quote e  le malghe sembrano giocattoli tra i prati immensi, il respiro dei  boschi ha l'odore di rovi selvatici, faggi e robinie. Luoghi antichi  dimenticati dal tempo, come il Monastero                        di San Gregorio in Colderove, e le borgate di Saccol e San  Pietro di Barbozza deliziano la strada dei vini, dipinta nell'intenso  verde della natura, mentre le stagioni sfumano fra la pietra dei tetti e  il silenzio rarefatto di una pace che viene dall'anima. Un percorso da organizzare in giornata o per un week end di puro relax.

Accessori trekking: cosa ti serve

COSA TI SERVE?

Uno  degli accessori fondamentali per fare trekking è costituito da un buon  paio di scarpe: fai in modo di sceglierle comode, perché saranno le tue  amiche più fedeli... o le peggiori nemiche. Occhiali da sole, un foulard che all'occorrenza potrai trasformare in protezione contro il sole o  scialle ti saranno utili insieme a una giacca leggera e impermeabile, da  ripiegare nello zaino. Non dimenticare borraccia e una riserva di acqua!

Trekking nelle isole Eolie

TREKKING NELLE EOLIE

Dall'antico santuario della Madonna del Terzito, nell'azzurro dell'isola di Salina, si va alla scoperta della Val di Chiesa. I pini marittimi si mescolano a eucalipti e ontani: la macchia mediterranea riveste la terra con un tappeto  di colori che durante la stagione primaverile esplode nella bellezza dei fiori selvatici. L'arcipelago delle isole Eolie, raggiungibile in traghetto o aliscafo, stuzzica anche i meno esperti grazie a percorsi semplici della durata di 5-6  ore. Innamorarsi del blu, lungo i sentieri panoramici verso le pietre vulcaniche di Monte Fossa delle Felci, a Salina, cullati dall'ombra di castagni e ulivi centenari, mentre il suono del mare culla con dolcezza e in bocca si sciolgono sapori dolcissimi di frutti antichi come il corbezzolo.

Iniziare a fare trekking: consigli

COME SI INIZIA A FARE TREKKING?

Cerca  informazioni sulla zona in cui vivi. L'Italia è meravigliosamente ricca  di luoghi incontaminati, piccoli borghi da scoprire e città d'arte.  All'inizio puoi organizzare un percorso semplice, magari per la gita  della domenica insieme a tutta la famiglia, con picnic e un pomeriggio da  trascorrere con figli e amici. Più avrete acquistato esperienza, più  sarà facile seguire itinerari più lunghi e difficili: sarà un beneficio  per la tua salute, allenamento e bellezza, ma soprattutto un modo  divertente per vivere il tempo libero insieme a tutta la famiglia,  immersi nella natura. Hai mai pensato che a pochi passi da casa potrebbero  esserci luoghi splendidi da scoprire?

Riproduzione riservata