narcisista

10 consigli utili per affrontare un narcisista e lasciarselo alle spalle

Avere a che fare con una personalità narcisistica è una prova emotivamente difficile. Ci sono, tuttavia, delle strategie che possono aiutarti ad affrontare queste persone

Tendiamo a usare la parola narcisista per descrivere una persona che è egocentrica e a corto di empatia. Ma è importante ricordare che il disturbo narcisistico di personalità (NPD) è una condizione patologica di salute mentale che richiede la diagnosi da parte di un medico specialista.

Tuttavia, le persone possono avere alcune caratteristiche narcisistiche senza avere il disturbo narcisistico di personalità (NPD). Per esempio, sia le persone con NPD sia quelle con tendenze narcisistiche potrebbero avere questi elementi caratteriali: autostima spropositata (anche quando sono iper suscettibili alle critiche); bisogno costante di lodi; tendenza ad approfittare degli altri; non si preoccupano dei bisogni altrui.

Trattare con qualcuno che è un narcisista patologico (NPD) o che ha tendenze narcisistiche è molto complicato, ma ci sono alcuni consigli che possono essere utili per affrontare queste persone.

1. Guardalo per quello che è davvero

In genere, un narcisista o una persona con tendenze narcisistiche è un soggetto molto affascinante. È piuttosto facile essere attratte da queste personalità, che spesso sono anche particolarmente apprezzate negli ambienti di lavoro.

Prima di lasciarti coinvolgere, prova a osservare come trattano le persone quando non sono "sul palco".
Se scopri che quando non sono al centro dell'attenzione tendono a mentire, manipolare o mancare di rispetto agli altri, rifletti: non c'è motivo di credere che non faranno lo stesso con te.
Nonostante quello che potrebbe dire chi con una personalità narcisistica, soprattutto per attrarti, i tuoi desideri e bisogni probabilmente non sono importanti per lui.

Il primo passo nel trattare con qualcuno che ha una personalità narcisistica è semplicemente accettarlo per quello che è: non puoi fare nulla per cambiarlo.

2. Non concentrarti su di lui

Grazie anche al suo "fascino oscuro", un narcisista riesce facilmente a essere al centro dell'attenzione. Proprio per questo, è facile che tu metta da parte i tuoi bisogni per supportarlo. Potresti pensare che prima o poi rivolgerà la sua attenzione su di te, soprattutto se fai il possibile per compiacerlo. Ricordati che non succederà, perché ciò che fai non sarai mai abbastanza.

Se hai a che fare con una personalità narcisistica, non permetterle di infiltrarsi nel tuo mondo e nella tua percezione di te. Ricorda regolarmente i tuoi punti di forza, i desideri e gli obiettivi. Anche tu sei importante, quindi prenditi cura di te stessa e della tua autostima, prima di tutto.

I segnali per riconoscere un narcisista sono questi

VEDI ANCHE

I segnali per riconoscere un narcisista sono questi

3. Parla apertamente

Ci sono momenti in cui ignorare qualcosa o semplicemente andarsene è la reazione più appropriata, ma molto dipende dalla relazione. Per esempio, trattare con un capo, con un genitore o un partner è diverso da affrontare un collega, un fratello o un figlio.

Alcune persone con personalità narcisistiche si divertono a mettere in difficoltà gli altri. In tal caso, cerca di non mostrare il tuo disagio, perché questo le spinge a continuare.

Se il narcisista è una persona che vuoi tenere nella tua vita, devi parlarle apertamente. In modo calmo, spiegale come le sue parole e il suo comportamento influenzano la tua vita. Sii specifica su ciò che non è accettabile e su come ti aspetti di essere trattata. Preparati, però, al fatto che potrebbe semplicemente non capire o non curarsi dei tuoi bisogni.

4. Stabilisci dei confini netti

Una personalità narcisistica è spesso molto egocentrica. Potrebbe essere convinta di avere il diritto di curiosare tra le tue cose personali e dirti come dovresti sentirti e comportarti. Può anche non avere la concezione dello spazio personale, quindi può superare molti confini, il più delle volte non li vede nemmeno.

Ecco perché devi essere molto chiara sui confini delle cose che sono importanti per te e che ti danno fastidio. Poi comunicarle anche cosa succederà la prossima volta che scavalcherà i limiti di cui le hai parlato.
Ricordati, però, di mettere in atto le conseguenze di cui l'hai avvertita. Parla delle conseguenze solo se davvero le metterai in pratica, come hai detto. Altrimenti, non ti crederà e lo rifarà ancora e ancora.

5. Aspettati le sue reazioni

Se ti opponi a un narcisista, metti in conto che potrebbe avere delle reazioni. Una volta che parli e stabilisci i limiti, potrebbe rilanciare con altre richieste.
Potrebbe anche tentare di manipolarti per farti sentire in colpa o cercare di convincerti che sei tu a essere irragionevole. Potrebbe anche provare a farti passare per una maniaca del controllo.
Preparati a mantenere la tua posizione. Se fai un passo indietro, non ti prenderà sul serio e sarà stato tutto inutile.

6. Ricordati che non è colpa tua

In genere, un narcisista o una persona con tendenze narcisistiche non ammette i propri errori né si assume la responsabilità delle sue azioni che ti hanno ferito.
Anzi, molto spesso tende a scaricare i propri comportamenti negativi su di te o su gli altri.
Per esempio, è tipico che dica frasi come «Ho fatto così perché mi hai esasperato».
In casi simili, tieni a bada il tuo senso di colpa e ricordati che non sei responsabile dei suoi cattivi comportamenti.

7. Trova un sistema di supporto

Se non puoi evitare la persona narcisista, cerca di costruire intorno a te una rete di sostegno. Trascorrere troppo tempo in una relazione disfunzionale con qualcuno che ha una personalità narcisistica può portarti a essere emotivamente esausta.

Cerca di mantenere le tue vecchie amicizie e di coltivarne di nuove. Incontrati più spesso con la famiglia. Se la tua cerchia sociale è più piccola di quanto vorresti, prova a seguire un corso per esplorare un nuovo hobby e conoscere altre persone. Oppure potresti fare volontariato nella tua comunità o per un ente di beneficenza locale. Fai qualcosa che ti permetta di incontrare varie persone con cui ti senti a tuo agio.

8. Non credere alle promesse

Le persone con personalità narcisistiche sono molto brave a fare promesse. Promettono di fare quello che vuoi e di non fare più quella cosa che ti fa stare male. Spesso giurano che cambieranno e diventeranno persone migliori.

Fai attenzione, perché, per quanto possa sembrare sincero, un narcisista usa le promesse solo per blandirti.
Una volta ottenuto ciò che vuole, per esempio averti convinto a non lasciarlo, la motivazione al cambiamento promesso svanisce.
Chiedi quello che vuoi e mantieni la tua posizione. Insisti sul fatto che esaudirai le sue richieste solo dopo che avrà soddisfatto le tue, attraverso dei fatti concreti.

9. Suggerisci un aiuto professionale

Un narcisista patologico (NPD) il più delle volte non è in grado di capire il problema, quindi è improbabile che cerchi una consulenza professionale.
A volte le persone che hanno un disturbo narcisistico di personalità (NPD) hanno spesso anche altri problemi, per esempio abuso di alcool o altri disturbi della salute mentale.

In questo caso, potresti suggerire di chiedere aiuto a un professionista per l'altro disturbo. Ricordati, tuttavia, che non è una tua responsabilità: tu puoi solo dare un consiglio, ma non puoi costringere nessuno a curarsi.
Inoltre, anche se il disturbo narcisistico della personalità è una patologia, non giustifica un comportamento cattivo o abusante nei tuoi confronti.

10. Chiedi aiuto

Avere regolarmente a che fare con un narcisista può mettere a dura prova la tua salute mentale e fisica.
Potresti sviluppare sintomi di ansia, depressione o disturbi fisici inspiegabili.
Prima di tutto, consulta il tuo medico di base per effettuare i controlli.
Poi chiedi di essere inviata a servizi specifici, come terapisti e gruppi di supporto.
Cerca di parlarne anche con le persone vicine a te, amici e familiari. Hai bisogno di tutto l'aiuto possibile.

Si possono davvero aggiustare le relazioni tossiche?

VEDI ANCHE

Si possono davvero aggiustare le relazioni tossiche?

Riproduzione riservata