È un frutto? Una noce? Un seme? La noce di cocco è tutte e tre le cose. Lo mangiamo, lo beviamo, lo usiamo come combustibile, ci cuciniamo, ci si producono persino strumenti musicali. Con il burro di cocco possiamo curare pelle del viso, del corpo, capelli e cuoio capelluto.

Il burro di cocco, che non è null’altro che l’olio che si presenta in forma solida, densa e bianca, proprio come un burro, mentre “scaldato” è in forma oleosa, era considerato fino a pochi anni fa, almeno in Occidente, un concentrato di grassi potenzialmente pericolosi per la salute cardiovascolare. Adesso invece questo prodotto ha visto aumentare notevolmente la propria fama in virtù delle diverse proprietà e dei possibili utilizzi per la salute e la bellezza che sono state confermati dalla ricerca scientifica.

Può aiutare a curare l’acne e riparare la pelle danneggiata

I prodotti a base di olio di cocco sono ricchi di proprietà idratanti, perfette per ridare tono e morbidezza alla pelle disidratata, aiutando così a curare l’acne, le smagliature e persino le scottature solari.

Il burro di cocco è efficace nel trattamento dell’acne: si può applicare sui brufoli per gli effetti anti-batterici e per ridurre il gonfiore e l’arrossamento. Non solo, funziona anche su smagliature e cicatrici, massaggiando le parti interessate quando i pori sono più aperti, quindi subito dopo il bagno o la doccia. È perfetto anche sulla pancia per prevenire le smagliature durante la gravidanza.

Burro di cocco nella beauty routine

Labbra, occhi, ciglia: il burro di cocco è alleato di bellezza. Le labbra diventano più morbide, le ciglia più forti e folte, e struccarti sarà veloce, senza bisogno di strofinare gli occhi continuamente. Con un cucchiaio di olio di cocco sciolto a bagnomaria è possibile realizzare un balsamo per le labbra. Una volta solidificato, infatti si presta ad essere utilizzato per il benessere delle labbra.

Quando è semisolido, invece, si può aggiungere un pizzico di zucchero e poi passarlo delicatamente sulle labbra per uno scrub profumato. È possibile applicare un po’ di olio di cocco sulle ciglia prima di dormire, questo è particolarmente utile se si usa spesso trucco sugli occhi che indebolisce a lungo andare le ciglia. L’olio di cocco, essendo composto da materia grassa, è un ottimo struccante naturale per occhi, in grado di eliminare anche il makeup waterproof e il mascara particolarmente secco, senza indebolire le ciglia. La pelle sarà struccata e pulita in un attimo.

Tocco finale per manicure e pedicure

  • Piedi. Dopo la pedicure, o semplicemente anche dopo la doccia, il burro di cocco idrata ed è anche un efficace antifungino in grado di prevenire le infezioni. Per potenziarne l’effetto si può aggiungere a qualche goccia di tea tree oil.
  • Mani. Un massaggio con olio di cocco finita la manicure o in caso di pelle molto screpolata dal freddo o dall’acqua è portentoso. Questo nutriente naturale aiuta anche ad ammorbidire le cuticole ma anche a fortificare le unghie.

Idratante per il corpo e lenitivo dopo la ceretta

Se l’olio di cocco può fare miracoli per la pelle che necessita di cure e attenzioni, è un toccasana per la pelle che risulterà super idratata e liscia.  Se si riscalda l’olio di cocco a bagnomaria e si aggiunge poi qualche goccia di olio essenziale, si ottiene un olio da massaggio perfetto. Quando all’olio si unisce zucchero o sale (dovranno essere presenti in parti uguali) e qualche goccia degli oli essenziali preferiti, si può ottenere uno scrub corpo da utilizzare sotto la doccia. Non solo. Chi non conosce quei fastidiosi brufoletti e la sensazione di prurito post rasatura, o dopo la ceretta? Per calmare l’infiammazione basterà passare un po’ di burro di cocco sulle zone appena depilate.

Burro di cocco per cuoio capelluto e capelli

Cuoio capelluto sano e capelli setosi e lucenti: anche per il benessere e la bellezza della chioma, entra in azione il burro di cocco. In effetti, la quantità di umidità fornita dall’olio di cocco aiuterà i capelli a crescere più a lungo. Questa umidità ridurrà la rottura, lenirà il cuoio capelluto e fornirà le vitamine e gli acidi essenziali tanto necessari. Quando il cuoio capelluto è secco e pruriginoso, è necessario idratarlo e nutrirlo. Basterà una piccolissima noce di burro di cocco per dire addio al prurito in testa. Chi soffre di forfora, poi, può provare un trattamento a base di olio cocco (1 cucchiaino) e olio essenziale di rosmarino (2 gocce). Basta massaggiare gli oli combinati sul cuoio capelluto e permettere loro di penetrare per tutta la notte. Lavare i capelli come al solito la mattina seguente. Ripetere almeno due volte la settimana.

Se le lunghezze e le punte sono secche e sfibrate, usare il burro di cocco per realizzare una maschera pre-shampoo: applicarlo la notte prima e tenerlo come un impacco, pinzare i capelli sulla nuca e coprire con una cuffia da doccia. Tenere la maschera tutta la notte e rimuovere la mattina seguente, oppure dopo almeno cinque o sei ore.