Come lasciare il marito senza farlo soffrire

1/5 - Introduzione

" Nella buona e nella cattiva sorte.... Finché morte non ci separi" è la promessa che si fanno marito e moglie davanti a Dio. Peccato che talvolta, per un motivo o per un altro, la coppia scoppia. Sono tanti i motivi che lo causano. Può venir meno il sentimento; possono esserci incolmabili divergenze caratteriali, mancanza di rispetto o dialogo. L' amore è eterno finché dura, recita un noto modo di dire. Una cosa però è certa: qualsiasi sia il motivo che porta alla separazione è tanto difficile lasciare quanto essere lasciati. Ma come lasciare il marito senza farlo soffrire?

2/5

Decidere di lasciare il partner non deve essere mai una scelta impulsiva, scatenata magari in un momento d' ira. Se si giunge a questa conclusione è perché ci sono problemi di fondo su cui si è ponderato abbastanza. È importante essere sinceri prima di tutto con sé stessi e capire cosa non ha funzionato. Parlate colma con vostro marito spiegandogli in maniera sincera i motivi che vi hanno portato a prendere una tale decisione. Se non nutrite più gli stessi sentimenti è giusto che lui lo sappia.

3/5

Se il motivo della decisione è un altro, la questione diventa più delicata. È difficile accettare la fine di un matrimonio a causa di una terza persona, ma è importante che vostro marito lo sappia direttamente da voi piuttosto che da terzi. Non elencate la lista dei suoi difetti o delle sue mancanze. È normale che si sentirà deluso e arrabbiato e dirà cose inopportuno. Non bisogna reagire alterandovi a vostra volta, potreste dire cose fuori luogo paragonandolo magari all' altro. Aspettate che si calmi per dare ogni singola spiegazione che vi chiederà.

4/5

Lasciare senza far soffrire, se dall' altra parte c' è ancora amore, è un ' impresa assai ardua. Scegliete il momento opportuno per farlo. Se vostro marito sta attraversando magari un periodo di stress o di difficoltà a lavoro, aspettate. La fine di un matrimonio è comunque un fallimento di aspettative create e di progetti. Scegliete un luogo dove siete solo voi due. Guardatelo negli occhi e dite le vostre intenzioni. Non pretendete che vi capisca immediatamente, ma dategli il tempo per metabolizzare l' accaduto.

5/5

Non dite mai le classiche frasi: " potevi avere di più"; " non mi meriti" ; " non sono la donna giusta per te" e così via. Sono tante scusanti che potrebbero portare vostro marito a chiedersi se poteva fare e dare di più. O al contrario quelle che potrebbero indurlo a chiedersi se voi l' abbiate mai veramente amato. E non c' è sofferenza maggiore che sapere che la donna amata non abbia nutrito gli stessi sentimenti e lo lasci con scuse infantili.

Riproduzione riservata