Settembre segna sempre un inizio per tutta la famiglia. Dopo il rientro estivo si torna al lavoro e a scuola… con qualche ansia, molte emozioni e tanta voglia di nuove avventure. Che cosa ci porterà l’anno scolastico? Ecco qualche dritta: con le giuste abitudini il rientro a scuola sarà vincente.

Partenza al top

La giornata inizia… Con una buona colazione! Sì, c’è bisogno di reintegrare i liquidi persi durante la notte e fare il pieno di nutrienti per partire con la carica giusta. Se al primo pasto della giornata aggiungiamo il piacere di ciò che amiamo, allora svegliarsi avrà un sapore differente. Cereali, yogurt, frutta, biscotti, pane e marmellata, cioccolato: cogli ogni giorno una nuova ispirazione e invita a tavola tutta la famiglia, almeno per qualche minuto. Condividere i pasti raccontandosi i progetti per la giornata rende più forte e presente il dialogo in famiglia.

Voi come andate a scuola?

Camminare è antistress, riattiva la mente e contribuisce alla creazione di nuove connessioni neuronali. In più, è utile per ripassare! Se la strada verso la scuola è lunga, cercate di scendere qualche fermata prima dal bus e dalla metro. Sarà l’occasione per sgranchirsi le gambe e fare due passi chiacchierando A proposito, avete mai cercato nuovi percorsi? Andare alla scoperta dei quartieri dove viviamo può riservare deliziose sorprese.

Bambina aula scuola

L’importanza dell’educazione emotiva

Quel mal di pancia che arriva di soppiatto proprio prima di andare a scuola, l’ansia dell’interrogazione, la rabbia per una brutta figura… L’abbiamo sperimentato tutti! E continua ad accadere, anche da adulti. Insegna ai tuoi figli a non avere paura della paura: ogni emozione ci insegna una lezione ed è un’occasione per crescere. L’essenziale è sapere che a casa possiamo parlarne e affrontare insieme anche le sfide più difficili.

Il piacere dell’intervallo

Esistono alimenti capaci di aiutare la concentrazione e partecipare al benessere della mente, lo sapevi? Sì a mirtilli e frutti rossi, mandorle, noci, nocciole, avena, cioccolato nero. A proposito, l’intervallo è l’occasione per preparare uno spuntino energetico per chi di solito salta la colazione: scegli frutta fresca, pane integrale, formaggio. Una merenda semplice e nutriente è un aiuto utile per evitare i cali di energia ed arrivare all’ora di pranzo non troppo affamati.

Conquista dell’autonomia e rinforzo positivo

Ripetere ogni due minuti a un bambino che è ora di fare i compiti non lo renderà più diligente. Anzi, ammonimenti continui rischiano di andare in direzione opposta. Stabilite un patto decidendo a che ora iniziare lo studio del pomeriggio, poi lascia fare a loro: gradualmente i piccoli impareranno a gestire il tempo conquistando indipendenza e senso di responsabilità. Ricorda che rilassare la mente dopo la scuola è importante. Cercate di dedicate questo tempo ad attività all’aria aperta. Dopo un’intera giornata in classe anche una semplice passeggiata al parco sarà una ricarica di energia.

Merenda sì, ma…

Pizza, patatine, caramelle, panino imbottito: alt! Fare merenda è un’ottima abitudine, tuttavia mangiare troppo e male è un rischio dietro l’angolo, soprattutto se consideriamo lo stile di vita attuale. La maggior parte dei bambini passa quasi tutta la giornata a scuola o fra le mura di casa, si muove poco e ha facilmente a disposizione dolciumi, bibite e cibi che un tempo erano riservati solo alle occasioni speciali. Oggi i problemi di sovrappeso sono in aumento anche fra i più piccoli. Trasforma l’educazione alimentare in uno stile di vita. Dalla colazione alla cena scegli alimenti sani, freschi e di qualità.

Merenda sana per bambini: 5 idee da portare a scuola

Buona notte! I benefici del sonno

Un sonno disturbato amplifica la percezione del dolore: è quanto emerge da un’indagine condotta presso l’Università di Warwick. Al contrario, riposare bene nel lungo periodo ha effetti positivi sulla funzione immunitaria e aiuta l’organismo a combattere efficacemente virus, batteri e infiammazioni. Tv in cameretta? No, grazie, meglio lasciare il televisore in salotto e averne uno solo per tutta la famiglia: insegna il valore della condivisione. Di sera, via libera a puzzle, libri, passatempi da fare insieme lontano da smartphone e computer. Per una buona notte rilassante a misura di grandi e piccoli.