errori make up

5 abitudini scorrette che ti fanno indossare il mascara nel modo sbagliato

Il mascara se usato correttamente può letteralmente cambiare il mood di uno sguardo e dell’intero viso ma esistono errori fatali che possono pregiudicare questo risultato.

Il mascara è probabilmente il prodotto make up più usato di sempre. Anche le ragazze che amano mantenere un look acqua e sapone, infatti, difficilmente rinunciano a intensificare le ciglia con una passata leggera.

Nato nel 1913 come panetto solido da prelevare con uno spazzolino a parte, si deve ad Helena Rubinstein la versione moderna con tubetto e scovolino, comodissima da usare e presenza fissa di ogni beauty bag.

Se anche tu non ci rinunceresti mai, sappi che applicarlo al meglio non è così semplice e che le insidie sono dietro l’angolo.

Se dopo averlo messo non sempre sei soddisfatta del risultato, forse stai inconsapevolmente commettendo uno o più di questi errori.

Ecco i più comuni e come evitarli.

Pompare l’applicatore

Uno dei gesti più automatici che si fanno quando si usa il mascara è di estrarre e rimettere lo scovolino dentro al tubetto infinite volte, con la convinzione di prelevare così molto più prodotto.

Pompare l’applicatore come faresti con una pompa da bicicletta, è però quanto di più sbagliato possa esserci. Questo gesto, infatti, fa entrare aria nel tubo, con il risultato tutt’altro che positivo di accorciare la vita del mascara e far seccare e ossidare la formula, rendendo l’applicazione più difficile.

Insieme all’aria poi, possono infiltrarsi anche germi e batteri che a loro volta potrebbero aggredire l’occhio.

Quando usi il mascara quindi, estrai lo scovolino una sola volta, il prodotto prelevato sarà più che sufficiente per giungere a un risultato wow.

Usare lo scovolino in un unico modo

Lo scovolino è l’arma segreta del mascara e può essere usato in diversi modi. Alcuni peggiorano il risultato e sarebbe meglio evitarli ma altri lo migliorano nettamente quindi cerchiamo di capire quali siano in e quali out.

Partiamo dal modo in cui lo si tiene: solitamente la sua direzione è orizzontale e benché si tratti della più usuale e comoda, non dovresti mai limitarti a quella, altrimenti le ciglia più piccole o quelle che si trovano agli angoli interno o esterni rischiano di non essere toccate dai pigmenti. Usalo quindi anche verticalmente e in obliquo, noterai subito un cambio di risultato notevole.

Presta attenzione anche ai movimenti: non farli mai orizzontali, altrimenti le ciglia tendono ad ammassarsi tra loro creando un effetto decisamente poso naturale. Procedi a zig zag dal basso verso le punte ma senza ricoprire troppo le estremità. Insistere sulla parte alta trascurando l’attaccatura delle ciglia, infatti, potrebbe rendere lo sguardo decisamente più pesante.

Non eliminare l’eccesso di prodotto dallo scovolino

Soprattutto quando il mascara è nuovo e la formula particolarmente densa, una volta estratto lo scovolino potresti notare che la quantità di prodotto sia davvero tanta. Anche se può sembrarti un bene, così non è perché caricare le ciglia eccessivamente non le valorizza ma le appesantisce.

Non scaricare il prodotto in eccesso è un errore che pregiudica e non poco il risultato finale. Ricordati quindi di alleggerire un po’ lo scovolino ripulendolo sul tubetto, prima di avvicinarlo alle tue ciglia.

Usare il piegaciglia dopo aver steso il mascara

Il modo migliore per spezzare le ciglia è quello di usare il piegaciglia dopo aver steso il mascara. Questo prodotto, infatti, una volta asciutto secca le ciglia, che da quel momento in poi non dovrebbero più essere toccate, onde evitare di danneggiarle irrimediabilmente.

Se le tue non sono molto incurvate e vuoi dare loro una tridimensionalità maggiore ben venga l’uso del piegaciglia, anzi, si tratta di un passaggio ampiamente consigliato.

Fallo però sulle ciglia asciutte e ancora prive di make up, pronte a sottoporsi all’azione dei ferri del mestiere senza soffrire.

Se vuoi un risultato ancora più definito, prima di usare il piegaciglia scaldalo leggermente con il phon: questo trucco renderà le tue ciglia ancora più incurvate.

A questo punto e mai prima, completa l’opera e vai di mascara.

Unica deroga all’uso del piegaciglia dopo il mascara è nel caso quest’ultimo non sia ancora completamente asciutto ma si tratta comunque di un’azione sconsigliata, primo perché potrebbe seccarsi in corso d’opera, secondo perché sporcheresti il tuo strumento e, se non stai attenta, anche palpebre e area circostante.

Cercare di rimediare agli errori con il mascara ancora fresco

Per quanto attente si cerchi di stare, a volte capita di sporcare la palpebra con il mascara o sbavare in qualche modo il prodotto. Questo accade più spesso ha chi ha ciglia super lunghe di natura e di solito quando si è di fretta, o proprio in ritardo. Il panico di voler risolvere velocemente il problema, in quel caso potrebbe farti commettere l’errore fatale: intervenire subito con un cotton fioc.

Non farlo. Pulire le sbavature di mascara, quando non sono ancora asciutte, può portare a disastri irrecuperabili e ancora più complicati da gestire, come una striscia nera sul volto o il classico effetto panda.

Anche se hai i secondi contati meglio aspettarne qualcuno in più e intervenire quando il prodotto è asciutto. Ci metterai un attimo e recupererai così il tempo speso nell’attesa.

Riproduzione riservata